Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sicurezza Stradale’

La campagna #salvaiciclisti continua, ed ha fatto grandi passi avanti.


Dal blog di amico in viaggio:

Si terrà oggi pomeriggio l’incontro tra una delegazione dei blogger che hanno dato il via alla campagna #salvaiciclisti ed il senatore Ferrante (PD), che giorni fa ha garantito di aver già stilato una prima bozza del disegno di legge da presentare la prossima settimana.

Così come è stata ottenuta l’attenzione dei media per dare risalto ad una “piaga” sociale che causa quasi un morto al giorno in Italia, la stessa attenzione sarà chiesta alla politica.

Vi invito a seguire gli aggiornamenti della vicenda sulla pagina ed il gruppo Facebook, quest’ultimo che ha superato ormai le 4 mila adesioni, e sul blogPiciclisti.

Di seguito un primo documento con data di oggi redatto dopo il pre-incontro di ieri dalla neo-coordinatrice romana Giselle Martino.

Read Full Post »

Redazione de la Nuova Ferrara
Direttore,
dopo il suo editoriale odierno e lungi da noi, da me, di assumere la difesa d’ufficio della Provincia e dei Comuni per i velox e tutor installati sulle nostre strade, le chiedo, cortesemente, di voler far pervenire al Sig. Diego Marani, che spazia su “la Nuova” coi suoi commenti e di recente anche con uno molto simpatico ed ironico appunto sulla installazione dei tutor, per farsi latore in Europa, dove credo lui professionalmente operi (e dove tutti i parlamentari europei italiani, di TUTTI gli schieramenti,  hanno fatto orecchie da mercanti sull’argomento), delle situazioni sotto esposte.  Non dimenticando, possibilmente,  che le strade che lo stesso Marani  percorre per raggiungere, penso, l’aeroporto di Bologna per andare a Bruxelles, esclusa l’autostrada A13, sono esattamente le stesse, a distanza di  90 anni, che fece  realizzare il suo concittadino Rossoni. Quando, a Bologna e a Roma, ci andava in  …balilla o col calesse.
8,00 morti per ogni 100mila abitanti in Emilia Romagna (ed abbiamo addirittura toccato il top  di 20,4 morti ogni 100mila abitanti,  nel …2002,   9 anni fa, non 900 anni fa), contro i 4,00 dell’Inghilterra nel 2010!!!
Peccato, però,  che mai si registrino ribellioni – pacifiche – di popolo,  per quest’ultima ragione, come avviene quando, invece,  si tocca il portafoglio. E riteniamo che in molti, tuttora, ignorino che la Provincia di Ferrara si è impegnata  a riversare sulla sicurezza stradale il 50% degli introiti dai ‘tutor’. Che oggi, contrariamente a quanto anche lei ribadisce nel suo editoriale – e anche questo sconosciuto ai più – non è sui giovani che occorrerebbe investire di più (il lavoro fatto nelle scuole ha dato e sta dando ottimi risultati, guardare le statistiche allegate per crederci) ma sulle fasce “mature” della popolazione e, soprattutto, sui costruttori e gestori delle strade. Per le quali si dà per scontato che tutti leggano due o tre giornali al giorno e si imbottiscano di Tg oppure che, essendo dei tecnici, siano infallibili.
Grazie dell’attenzione  e sempre disponibili a riaffrontare l’argomento, non a spot, ma ripercorrendo quanto, a costo di durissimi sacrifici, è stato fatto in questi trascorsi 10 anni, cordialmente la saluto.

Luigi A. Ciannilli

COMITATO PER LA SICUREZZA STRADALE  – asso_sic_stradale@tiscali.it
tel. 333-4153784

                          “Fernando Paglierini”

                               COPPARO (fe)

firmatario della Carta Europea per la Sicurezza Stradale

Confronto Statistiche provinciali FERRARA dal 2004 al 2010

DECEDUTI  per  INCIDENTI  STRADALI

INCIDENTI dal 2004 al 2010 Confronto Statistiche provinciali FERRARA.pdf
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/incidenti-dal-2004-al-2010-confronto-statistiche-provinciali-ferrara.pdf
Volantino   al 2010  di 13 anni di stragi stradali a FERRARA.pdf
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/volantino-al-2010-di-13-anni-di-stragi-stradali-a-ferrara.pdf
Incidenti anno 2011 _ tutta Emilia Romagna  e Rovigo.xls
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/incidenti-anno-2011-_-tutta-emilia-romagna-e-rovigo.xls

Read Full Post »

QN – Il Resto del Carlino  05/08/2011   ed. Ferrara  p. 8

Sicurezza strade: entro l’anno nuovi lavori per 350mila euro

La Provincia assegnerà interventi per svincoli ed incroci pericolosi
NUOVI lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale. L’intervento fa parte del secondo programma di attuazione del Piano nazionale per la sicurezza stradale, il cui finanziamento è suddiviso in tre parti fra Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune interessato direttamente dal cantiere. SI PARTE con l’affidamento dei lavori per la realizzazione di una rotatoria nell’intersezione tra le strade provinciali 68 (Codigoro) e 15 (via del Mare) nel comune di Massa Fiscaglia. Vincitrice della gara è risultata la Sogea costruzioni di Voghiera. Il costo dell’intervento è di 130mila euro, finanziato per 52mila dalla Regione, 39mila dalla Provincia e i restanti 39mila dal Comune di Massa Fiscaglia. Per altri due cantieri in attuazione dello stesso Piano nazionale la Provincia ha approvato i progetti esecutivi e quindi sono pronti per essere appaltati. Nel primo caso si tratta dei lavori di modifica dello svincolo tra la sp 68 e la via Imola nel centro abitato di Dogato. L’importo è di 100mila euro, di cui 40mila finanziati dalla Regione e i restanti 60mila suddivisi in parti uguali tra Provincia e Comune di Ostellato. L’APPROVAZIONE del secondo progetto esecutivo da parte dell’amministrazione del Castello Estense riguarda invece l’intervento di modifica dell’intersezione tra le strade provinciali 1 (Comacchio) e 23 (Final di Rero), nell’abitato di Rovereto in comune di Ostellato. Il costo sarà di 120mila euro, dei quali 48mila finanziati dalla Regione, 36mila a carico del bilancio della Provincia e la stessa cifra a carico di quello del Comune di Ostellato. «Questi ultimi lavori saranno affidati, salvo imprevisti, entro l’anno – dichiara l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Davide Nardini – e così proseguiamo l’attuazione del programma di messa in sicurezza di svincoli ed incroci pericolosi della rete viaria provinciale». Il progetto complessivo varato dalla Provincia è stato finanziato nel 2010, per un investimento complessivo di 4.920.000 euro. Image: 20110805/foto/3331.jpg

La Nuova Ferrara  05/08/2011   ed. Nazionale  p. 27

Soldi per strade più sicure Stanziati 350 mila euro

A DOGATO, ROVERETO E MASSA FISCAGLIA
OSTELLATO Nuovi lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale. L’intervento fa parte del secondo programma di attuazione del Piano nazionale per la sicurezza stradale, il cui finanziamento è suddiviso in tre parti fra Regione, Provincia e Comune interessato direttamente dal cantiere. Si parte con l’affidamento dei lavori per la realizzazione di una rotatoria nell’intersezione tra le strade provinciali 68 (Codigoro) e 15 (via del Mare) nel comune di Massa Fiscaglia. Vincitrice della gara è risultata la Sogea costruzioni di Voghiera. Il costo dell’intervento è di 130mila euro, finanziato per 52mila dalla Regione, 39mila dalla Provincia e i restanti 39mila dal Comune di Massa Fiscaglia. Per altri due cantieri in attuazione dello stesso Piano nazionale la Provincia ha approvato i progetti esecutivi e quindi sono pronti per essere appaltati. Nel primo caso si tratta dei lavori di modifica dello svincolo tra la sp 68 e la via Imola nel centro abitato di Dogato. L’importo è di 100mila euro, di cui 40mila finanziati dalla Regione e i restanti 60mila suddivisi in parti uguali tra Provincia e Comune di Ostellato. L’approvazione del secondo progetto esecutivo da parte dell’amministrazione riguarda invece l’intervento di modifica dell’intersezione tra le strade provinciali 1 (Comacchio) e 23 (Final di Rero), nell’abitato di Rovereto in comune di Ostellato. Il costo sarà di 120mila euro, dei quali 48mila finanziati dalla Regione, 36mila a carico del bilancio della Provincia e la stessa cifra a carico di quello del Comune di Ostellato. «Questi ultimi lavori saranno affidati, salvo imprevisti, entro l’anno – dichiara l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Davide Nardini – e così proseguiamo l’attuazione del programma di messa in sicurezza di svincoli ed incroci pericolosi della rete viaria provinciale». Il progetto varato dalla Provincia è stato finanziato nel 2010, per un investimento di 4.920.000 euro.

La Nuova Ferrara  05/08/2011   ed. Nazionale  p. 1

Nuovi lavori per 350mila euro stanno…

Nuovi lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale nel comune di Ostellato e più precisamente a Dogato, a Rovereto e nel comune di Massa Fiscaglia. L’intervento fa parte del programma del Piano nazionale per la sicurezza.

Read Full Post »

Si sistemano alberature su alcune strade provinciali e messa in sicurezza di una rotatoria

E’ ufficialmente in vendita l’immobile dell’ex Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Ferrara, situato in via Poledrelli al numero 21, al prezzo di 3,5 milioni di euro. La Provincia, proprietaria dell’edificio, ne ha deciso l’alienazione dopo averlo classificato come disponibile nell’ambito del proprio patrimonio e inserito nel piano alienazioni dell’ente.
Un’asta pubblica sarà la procedura attraverso la quale lo stabile sarà concretamente messo sul mercato.
Un importo decisamente inferiore, 42mila euro, la Provincia pensa di incassare, invece, con la vendita di un altro immobile: il magazzino di Massafiscaglia (situato ai margini del centro abitato in via Mare, 40). Anche in questo caso la procedura è attivata con un’asta pubblica.
Venerdì 28 gennaio è in uscita poi un altro bando di gara dell’amministrazione di piazza Castello, per provvedere alla manutenzione delle alberature stradali su alcune strade provinciali.
Il costo dell’operazione è di 150mila euro, tutti messi a disposizione dal bilancio dell’ente.
Le strade interessate sono: sp 15 via del Mare, sp 1 via Comacchio, sp 29 Portomaggiore – Raffanello, sp 69 Virgiliana, sp 6 Cento – Finale Emilia e sp 9 Bondeno Casumaro.
Gli interventi consistono in misura prevalente nell’abbattimento di piante irrimediabilmente malate e diventate pericolose per i veicoli e, in alcuni casi, in potature di rami particolarmente instabili e sporgenti sulle carreggiate.
Sempre sul versante della sicurezza stradale, si è già svolta la gara per la sistemazione della rotatoria tra la strada comunale via Alberelli e la sp 6 Cento – Finale Emilia. Un intervento che la Provincia realizzerà a breve con un costo di 125mila euro e a seguito dell’affidamento lavori alla ditta Robur Asfalti (Quartesana), che è risultata vincitrice del bando.

Read Full Post »

Costo complessivo di 58mila euro
La Provincia ha provveduto alla messa in sicurezza di alcuni tratti pericolosi della strade provinciali 27 (Romea-Goro ‘Cristina’) in localita’ Goro, e 62 Pontemaodino-Massenzatica, in localita’ Pontelangorino e Massenzatica.

Si tratta di interventi per la messa in sicurezza di attraversamenti pedonali, resi particolarmente pericolosi a causa del sostenuto traffico veicolare, anche pesante, che attraversa i centri abitati.
L’installazione di una particolare segnaletica, limitazioni e sistemi di rallentamento della velocità è stata ultimata, per indurre i veicoli ad usare la massima prudenza, specie nei tratti di attraversamento pedonale in centro abitato, come nel caso della sp 62 a Massenzatica, oppure per la messa in sicurezza della scuola elementare e della caserma dei Carabinieri sulla sp 27 a Goro.
Il costo complessivo dell’intervento è stato di 32mila euro.
Inoltre, in seguito all’intervento di risanamento da parte del Consorzio di Bonifica, dell’argine e della banchina del Canale Galvano sulla sp 54 Codigoro-Pomposa-Volano, in località Pontemaodino, al chilometro 2+200, si è resa necessaria la posa di quasi 400 metri di guard rail. Un ulteriore intervento sempre all’insegna della sicurezza stradale che la Provincia ha realizzato con un costo di 26mila euro.

Fonte: http://www.provincia.fe.it/?nav=92&news=4E507D866CD38687C12577CA003DC224

Read Full Post »

Strade, segnaletica, rotatorie e sistemi fissi di controllo della velocita’. Risposta a Mauro Malaguti sulla Cispadana
Da sinistra: l'assessore Tonino Zanni, la presidente della  Provincia Marcella Zappaterra e l'assessore Davide Nardini
Da sinistra: l’assessore Tonino Zanni, la presidente della Provincia Marcella Zappaterra e l’assessore Davide Nardini

“Sulla Cispadana occorre essere chiari. Intanto il consigliere Malaguti dimostra di non sapere che a breve sarà aperta la conferenza dei servizi per quanto riguarda l’iter della sua trasformazione autostradale, ma soprattutto torno a ripetere quanto già detto allo stesso Malaguti rispondendo ad una sua interrogazione in Consiglio provinciale sul medesimo argomento: essendo l’attuale tracciato della Cispadana una normale strada provinciale a due corsie, per quanto larghe, la legge vieta di costruire barriere spartitraffico centrali. Sarebbe come mettere il new jersey sulla Virgiliana o sulla via Pomposa. Semplicemente la cosa non è possibile e ripeterla non cambia le cose”.
Con queste parole la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, ha risposto alle polemiche sulla messa in sicurezza della Cispadana, teatro recente di incidenti mortali.
E proprio sulla sicurezza ha voluto riassumere i principali impegni sostenuti e alcuni risultati ottenuti negli ultimi anni.
“Per quanto riguarda la mortalità stradale – ha esordito – possiamo dire di avere centrato gli obiettivi dell’Unione europea, con un calo del 52% nel 2009 rispetto al 2002”. Un dato che se confermato nell’andamento del 2010 (19 decessi rispetto ai 21 a giugno dell’anno scorso) può costituire la conferma di una tendenza decisamente migliore rispetto alle rilevazioni dei primi anni (da 94 morti nel 2002 a 39 del 2009).
Un risultato conseguito grazie ad una pluralità di fattori e cause, a partire da condotte più responsabili di chi si mette alla guida. “È confermato dagli stessi dati ufficiali – ha proseguito la presidente – che l’incidentalità dipende innanzitutto dai comportamenti individuali”.
Accanto a questo elemento, però, c’è anche l’insieme delle misure e impegni adottati dalla Provincia, che tuttora sta collaborando nell’Osservatorio provinciale sulla sicurezza stradale a stretto contato con la Prefettura, le forze dell’ordine, la scuola, le associazioni.
Impegni innanzitutto economici. Nei vari stralci del cosiddetto Piano nazionale per la sicurezza stradale – finanziato da Stato, Provincia e Comuni – e più noto come piano rotatorie e guard rail, sono stati spesi 9.330.000 euro, oltre ai 260mila che saranno spesi a breve nel terzo progetto del piano, entrato nella fase della progettazione definitiva.
A questo vanno aggiunti 1.280.000 per interventi di segnaletica orizzontale e verticale e posa di ulteriori guard rail, nonché più di 10milioni di euro spesi fra il 2005 e il 2009 in nuovi asfalti e consolidamenti delle sedi stradali su quasi 280 chilometri di rete viaria provinciale.
Il 2 aprile scorso, inoltre, sono state rese note anche le cifre di investimento per il 2010: quasi tre milioni di euro per sistemare gli asfalti di 18 arterie provinciali per un totale di altri 70 chilometri, più ulteriori 300mila euro per l’acquisto e posa di nuovi guard rail.
La presidente Zappaterra ha fornito anche i dati del programma di installazione di sistemi di controllo della velocità puntuale (velox) e media (tutor), il cui primo stralcio si concluderà entro l’anno con una spesa di quasi 700mila euro.
“Si tratta di strumenti fissi – hanno precisato Marcella Zappaterra e gli assessori Tonino Zanni (Sicurezza stradale) e Davide Nardini (Lavori pubblici) – che saranno opportunamente segnalati, quindi non ci sarà alcuna volontà vessatoria della Provincia”.
In dettaglio, due tutor saranno installati sul tratto di provinciale per Final di Rero (SP 15 via del Mare) e sulla via Copparo (SP2), mentre un velox sarà montato sulla Virgiliana tra Vigarano Pieve e Ferrara. Il prossimo anno ci sarà una fase ulteriore di installazione con un costo di altri 600mila euro sulla via Comacchio (SP 15) e sulla Gran linea a Jolanda (SP 60).
I punti critici sono stati individuati in base all’incidentalità riscontrata, solitamente più elevata in presenza di lunghi rettilinei, e solo dopo apposita autorizzazione rilasciata dalla Prefettura.
“Sono sistemi – ha ricordato la presidente della Provincia – che comunque ci stanno dando una mano nel non abbassare la guardia sul fronte della sicurezza sulle strade e, a questo proposito, abbiamo già raggiunto un accordo con tutti i Comuni interessati. Complessivamente questi sono gli impegni che come Provincia abbiamo e stiamo mettendo in campo – ha chiuso – ed alcuni risultati ci danno ragione se gli stessi dati ci confermano che il maggior numero di incidenti nel nostro territorio avvengono su autostrada e su strade statali, piuttosto che su quelle provinciali”.

Fonte: http://www.provincia.fe.it/?nav=92&news=37A961D30AF84D61C125774600469E73

Read Full Post »

Presentato il piano 2010 di nuovi asfalti e guard rail. In arrivo anche il tutor
Un milione e 400mila euro per l’Alto Ferrarese, poco oltre 1.130.000 per il Basso Ferrarese, più 380mila euro di avanzo di bilancio dell’anno scorso. In tutto fanno quasi tre milioni di euro che la Provincia ha deciso di investire per la sistemazione degli asfalti di 18 arterie provinciali, per un totale di circa 70 chilometri di nuovi manti stradali.
Un impegno cui vanno sommati ulteriori 300mila euro per l’acquisto e la posa di nuovi guard rail, a partire dall’intervento sulla SP 15 via del Mare, fra i più consistenti ed urgenti.
L’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Davide Nardini, ha presentato con i numeri alla mano la dimensione dell’intervento di messa in sicurezza delle strade provinciali per i 2010, “ponendo innanzitutto rimedio – ha spiegato – ai danni provocati dal maltempo durante la stagione invernale, neve e gelo, oltre al sale che si è dovuto cospargere a più riprese sulle strade”. Un intervento, quest’ultimo, costato complessivamente circa 800mila euro alle casse della Provincia, fra acquisto sale e altre spese.
Nel conto della sicurezza per chi guida va pure messa l’installazione del tutor su tratti stradali nei quali è stata rilevata un’elevata incidentalità. Un sistema di rilevazione della velocità, la cui installazione inizierà dall’estate prossima e si protrarrà fino al termine del 2011, con un costo di quasi 2 milioni di euro, interamente finanziati con il bilancio dell’amministrazione di piazza Castello. “Un sistema automatico di controllo della velocità che non necessita della presenza di pattuglie delle forze dell’ordine – ha continuato l’assessore Nardini – deciso in collaborazione con i Comuni ed i cui introiti saranno impiegati interamente sul capitolo della manutenzione stradale”.
Il piano dei nuovi asfalti partirà in estate (a fine maggio si prevede di aggiudicare i lavori) e fra giugno e settembre tutti i lavori in programma dovrebbero trovare realizzazione.
“Se riusciremo a reperire altre risorse – ha concluso Nardini – le impiegheremo sempre sulle nostre strade, perché l’obiettivo della sicurezza rimane una priorità della Provincia anche in questa legislatura”.
I tratti stradali interessati dai cantieri sono stati selezionati in accordo con i Comuni e in base a diversi criteri di urgenza, fra i quali lo stato di usura dell’asfalto e il grado di incidentalità, e quindi di pericolosità, riscontrato.

ALLEGATI

Read Full Post »

Sicurezza stradale e della Mobilità Sostenibile sono gli argomenti del nuovo video prodotto dai ragazzi di Area Giovani, con troupe under 18 del Progetto Imaginaction.TV:
il video è già disponibili su youtobe all’indirizzo  e propone un servizio sullo stand sulla Sicurezza Stradale allestito dalla Provincia in occasione del Ferrara Balloons Festival 2009.
Nell’ottica della “peer and video education”, i giovanissimi della troupe hanno potuto riflettere su una delle più gravi problematiche che li riguarda da vicino, mettendo a disposizione le loro competenze per creare un servizio divulgativo semplice, ma efficace.

Read Full Post »

Manutenzione della SS 16, Romea, Superstrada Ferrara-Mare e tangenziale Ovest.

Sono questi i temi affrontati nell’incontro avvenuto a Bologna tra la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Alfredo Peri, e il capo compartimento Anas di Bologna, Lelio Russo.
Per quanto riguarda la necessità di provvedere alla messa in sicurezza della SS 16, il responsabile Anas per l’Emilia Romagna, insieme con gli ingegneri Manginelli e Orlando, ha spiegato che la procedura per i lavori di nuove pavimentazioni, in particolare in territorio argentano (tratto San Biagio) e nel tratto all’ingresso della città di Ferrara (via Ravenna), è nella fase di aggiudicazione. Nello specifico, si è resa necessaria la convocazione della commissione anomalie per vagliare la credibilità di alcune offerte pervenute con ribassi anche oltre il 50%.
In ogni caso, questo è stato l’impegno sul quale ha insistito la presidente Zappaterra e fatto proprio dall’Anas; i primi interventi più urgenti partiranno entro novembre.
Fra 15 giorni, un mese al massimo, potranno invece iniziare i lavori già aggiudicati sulla SS 309 Romea. Si tratta di 1.300.000 euro che saranno spesi per interventi sul tratto ferrarese, cui vanno aggiunti altri 4.300.000 per l’installazione di pannelli a messaggio variabile e del sistema tutor brevettato dall’Anas e 2.500.000 per nuovi guard rail.
Con questo primo lotto di investimenti prende così avvio il programma di lavori per mettere in maggiore sicurezza la Romea, concordato col presidente nazionale Anas Pietro Ciucci. Lavori che includono anche la realizzazione delle rotatorie nei pressi delle principali intersezioni. A questo proposito è annunciato un prossimo incontro, il 20 ottobre, tra Anas, sindaci interessati e Provincia, per esaminare il progetto e per accelerare le procedure di acquisto dei terreni e dare il via alla costruzione delle rotonde, i cui progetti sono già pronti.
Nel corso dell’incontro è stata pure sollecitata la necessità di accelerare le procedure per sbloccare la costruzione del tratto Argenta – Ponte Bastia della SS 16. L’ipotesi condivisa è stata di ricondurre l’intervento agli attuali cantieri per la realizzazione del tratto Consandolo Argenta, mediante la procedura dell’appalto integrato che consente di esaurire la fase della progettazione con quella definitiva, senza dover ricorre anche a quella esecutiva.
In questo modo l’inizio dei primi cantieri potrebbe avvenire tra il 2010 e l’inizio del 2011.
Entro i primi di ottobre di quest’anno sono attese, inoltre, le prime offerte per la tangenziale Ovest, i cui lavori potrebbero partire nella primavera prossima.
Il tema dell’adeguamento della Romea nel tratto compreso fra i Lidi comacchiesi, inclusa la realizzazione del tunnel di Porto Garibaldi o comunque di un intervento che risolva il problema degli incolonnamenti durante la stagione estiva, è stato posto con forza dalla presidente della provincia, Marcella Zappaterra.
L’assessore regionale e il capo compartimento Anas hanno concordato sull’ipotesi di inserire l’intervento sollecitato dalla presidente nel bando di project financing, che a breve verrà pubblicato per scegliere un soggetto promotore per l’adeguamento autostradale della superstrada Ferrara – Mare e nei prossimi giorni i tecnici di Regione e Anas inizieranno le  valutazioni sulla fattibilità di questa ipotesi.

Fonte: http://www.provincia.fe.it/?nav=92&news=AA9A4CE95B67603AC125763C003EAAA9

Read Full Post »

Read Full Post »

Sarà presente anche l’assessore con delega alla Sicurezza stradale Tonino Zanni
L'assessore provinciale con delega alla Sicurezza stradale Tonino Zanni L’assessore provinciale con delega alla Sicurezza stradale Tonino Zanni

Per il decimo anno la Provincia di Ferrara aderisce e partecipa a “Vacanze coi fiocchi”, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e promossa dal centro Antartide di Bologna, attivo dal 1992 per accrescere la sensibilità e l’impegno delle istituzioni e dei cittadini per l’ambiente.

L’appuntamento è per sabato 25 luglio al casello di Ferrara Sud dalle 9 alle 12 dove, in occasione dell’esodo estivo, i rappresentanti delle istituzioni, forze dell’ordine e volontari, distribuiranno il libretto dell’iniziativa ed augureranno buon viaggio agli utenti della strada sul tragitto per le vacanze.Tema dell’edizione di quest’anno è: “Telefonino al volante pericolo costante”.

“Parlare al cellulare mentre si guida – afferma Franco Taggi dell’Istituto Superiore di Sanità, tra i maggiori esperti di sicurezza stradale in Italia – compromette l’attenzione alla strada e determina un rischio di provocare un incidente grave o mortale, pari a quello che corre un conducente con alcolemia di 1 grammo/litro, il doppio del limite legale. In pratica è come guidare ubriachi”. Usando il cellulare ci si distrae, si valutano peggio le distanze, si reagisce meno prontamente a cambiamenti di velocità del veicolo che precede, si tende ad usare meno lo specchietto retrovisore, i tempi di percezione e di reazione all’eventuale pericolo si allungano. Anche con il viva voce o con le cuffie i pericoli non vengono meno.

Contro l’utilizzo del telefonino mentre si guida si concentra, quindi, la campagna “Vacanze coi fiocchi”, che dura tutta l’estate con la collaborazione di tanti personaggi reali ed immaginari. “Spegni il cellulare, accendi la prudenza” è il messaggio del giornalista Massimo Gramellini. Insieme a lui si mobilitano Piero Angela, Diego Abatantuono, Enzo Bianchi (Priore di Bose), gli attori di “Un posto al sole” Patrizio Rispo, Elisa Della Valentina e Maria Giulia Cavalli, l’inviata di “Striscia la notizia” Cristina Gabetti, il giallista Loriano Macchiavelli, l’attrice Beatrice Luzzi, il comico Vito, la campionessa di ginnastica Vanessa Ferrari, ma anche personaggi dei fumetti come Snoopy, Dylan Dog, Diabolik, Luporosso e Martin Mystère.

Tutti uniti per indurre chi guida a farsi “ambasciatore di sicurezza” sulle strade delle vacanze. Proprio a partire dallo spegnimento del cellulare in auto. Nonostante i rischi e la possibilità di incorrere in sanzioni pesanti (multa e perdita di cinque punti sulla patente), in tanti violano la legge ed utilizzano il telefonino mentre guidano.

La campagna “Vacanze coi fiocchi” si svolge in molte città: da Trieste a Catanzaro, passando per Bologna, Ferrara,  Roma, Napoli, Firenze, Palermo, Venezia. In tutta Italia verranno distribuite centinaia di migliaia di libretti, contenenti messaggi dei personaggi famosi, vignette disegnate da Vauro, Bucchi, Giuliano, Gomboli, Mausolei, Giannelli, Maramotti, Zaniboni, Echaurren, Pillinini. Con oltre 600 aderenti in tutta Italia tra istituzioni, associazioni, società autostradali, aziende sanitarie, radio e televisioni, “Vacanze coi fiocchi” è la campagna per la sicurezza stradale più partecipata in Italia. I messaggi viaggeranno anche sulle onde di duecento radio che trasmetteranno gratuitamente oltre 20.000 spot registrati da Piero Angela, Margherita Hack, Carlo Petrini di Slow Food, Beppe Carletti de “I Nomadi” e dal comico Vito.

La campagna è promossa a livello nazionale con la collaborazione dell’Osservatorio per l’Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna.Per Ferrara sono stati invitati a partecipare all’iniziativa tutti i componenti dell’Osservatorio provinciale per l’educazione e la sicurezza stradale e hanno già dato la loro adesione: i volontari della Croce Rossa, i Comuni di Codigoro, Voghiera, Lagosanto, Cento, Migliarino, Masi Torello, Copparo e Ferrara, la Prefettura (sarà presente il Prefetto vicario dott. Massimo Marchesiello), la Questura, l’Arma dei Carabinieri, la Polizia Municipale di Ferrara, la Guardia di Finanza e la Polizia Stradale.A rappresentare la Provincia sarà l’assessore con delega alla Sicurezza stradale, Tonino Zanni.

Fonte: http://www.provincia.fe.it/sito?nav=92&news=3396BB3264AB7B3AC12575FD002A29F8

Read Full Post »

logo_ossNell’ambito della “Settimana provinciale per la sicurezza stradale”, organizzata da Provincia di Ferrara e Osservatorio per l”Educazione e la sicurezza stradale, da lunedì 23 a sabato 28 febbraio in vari comuni della provincia si svolgeranno iniziative di informazione e sensibilizzazione sul tema degli incidenti stradali, con l’obiettivo di fare riflettere su questo grave problema dai costi umani inestimabili.
Incontri per analizzare i dati di incidentalità nel territorio provinciale, sulla prevenzione dell’uso di alcol nell’età dell’adolescenza e sulla patente a punti; una mostra “Strade Sicure” al Centro Commerciale Il Castello; prove dimostrative in piazza a Ferrara con alcoltest e iniziative di sensibilizzazione; appuntamenti nei centri sociali rivolti alla terza età; un incontro in Comune, a Ferrara, sugli impatti psico-fisiologici sulle vittime e sui familiari di chi è coinvolto in incidenti stradali; uno spettacolo teatrale venerdì 27 febbraio in sala Estense dal titolo “Non mi ricordo”. Sono questi solo alcuni dei principali appuntamenti in programma in questa edizione che ha visto coinvolte numerose realtà del territorio che hanno contribuito alla realizzazione delle iniziative.

L’intero calendario è stato presentato il 18 febbraio scorso in Castello dall’assessore provinciale con delega alla Sicurezza stradale Mario Bellini assieme a Adriana Sabato, capo di Gabinetto della Prefettura, Stefano Cavallini, assessore alla Mobilità del Comune di Ferrara, Germano Zotto, direttore della Motorizzazione Civile, Amedeo Russo, dell’Aci, Mario Polito, del Comando provinciale dei Carabinieri, Giorgio Bacilieri, Comandante della Polizia Stradale e da Fulvio Bernabei, comandante della Guardia di Finanza.

“Questa iniziativa – ha evidenziato l’assessore Bellini mira ad organizzare incontri in un’ottica di prevenzione, coinvolgendo quanti più enti pubblici, associazioni e autorità possibili. Si cerca di aggiungere un valore ulteriore alle tante azioni – e penso ad esempio alle attività nelle scuole –  che si compiono regolarmente. In questi dieci anni, guardando la tendenza degli incidenti, i dati di mortalità sono in calo, ma è ancora troppo alta l’incidentalità nella nostra Provincia. I dati relativi agli incidenti stradali sono simili ad altre realtà, ma da noi, purtroppo, si muore di più. Occorre proseguire nel lavoro che si sta facendo”.

“E’ fondamentale la sinergia tra le istituzioni – ha proseguito Adriana Sabato -. C’è un alto indice di mortalità nel nostro territorio: i dati sono in calo ma i morti continuano ad essere troppi. Le iniziative organizzate nell’ambito dell’Osservatorio hanno dato risultati positivi ed è importante proseguire in un’opera di sensibilizzazione”.

“E’ sempre positiva l’organizzazione di eventi che mirano a fare riflettere – ha analizzato Cavallini ma a questo tavolo c’è sempre qualcuno che manca: le case produttrici di autoveicoli. Non si può non riflettere sul fatto che uno degli elementi legati a doppio filo all’incidentalità sia la velocità degli automezzi e quindi questo tema va affrontato anche con le case automobilistiche”.

Giorgio Bacilieri ha sottolineato “l’importanza del lavoro dell’Osservatorio e la forza di azioni di sensibilizzazione”; Fulvio Bernabei ha ribadito “il rilievo di azioni volte a fare riflettere i cittadini di oggi e quelli di domani” e Mario Polito ha evidenziato “l’importanza di un’azione preventiva”.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: