Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Provincia di Ferrara’

La Provincia di Ferrara in questi ultimi 3 anni ha ridotto la spesa di personale di 2 milioni di euro, i dipendenti di 30 unità ed i dirigenti di 5 unità snellendo la struttura organizzativa senza perderci in qualità professionali perché  le scelte  non sono state dettate dalla politica o fatte per pagare  debiti elettorali.

La spending review noi l’abbiamo praticata davvero e non perché costretti  da finanziarie feroci nei confronti delle Province, che pur ci sono state, ma perché convinti che l’efficienza consente di liberare risorse che possono essere destinate, come noi abbiamo fatto, a politiche di sviluppo del territorio.

Dispiace rilevare che la sig.ra Barbati dell’IDV non si sia accorta di questo lavoro e apra una polemica su un concorso che è già stato sospeso e non certo per il suo comunicato stampa  ma perché  siamo soliti rispettare le disposizioni normative.

Vorrei chiarire però alcuni  aspetti che potrebbero risultare interessanti a chi vuol guardare alla vicenda andando appena oltre il  populismo  col quale di questi tempi è facile raccogliere consensi.

Intanto vorrei segnalare  che il concorso per il caposettore dell’ufficio tecnico era inserito nella delibera di programmazione del personale  condivisa  anche dall’allora assessore dell’Idv.

Il Concorso, inoltre, non prevedeva l’assunzione di un dirigente in più,  ma la copertura di un posto a tempo indeterminato oggi coperto da un contratto a tempo determinato più oneroso.  Il livello di retribuzione previsto sarebbe comunque stato  di molto inferiore a quello dei dirigenti della Regione  che la sig.ra Barbati non contesta per il semplice motivo che in Regione l’IDV è parte della maggioranza mentre in Provincia a Ferrara è all’opposizione anche se così finisce per non essere molto credibile.

Il  settore lavori pubblici è probabilmente il  più importante della Provincia,  deve gestire 900 Km viabilità, un patrimonio immobiliare rilevante ed opere pubbliche in via di realizzazione per oltre 200 mln di € (vedi idrovia) che rappresentano l’unica speranza di sviluppo del territorio. La sig.ra Barbati si preoccupa del concorso mentre, se volesse fare seriamente gli interessi dei cittadini ferraresi (ma del resto lei non è ferrarese), si preoccuperebbe  di come  far andare avanti i lavori senza rischiare di perdere importanti finanziamenti.  Il lavoro di un ingegnere capo non può essere fatto da un geometra pur bravo, si rischia di perdere decine di milioni di euro per risparmiarne 90 mila. Ma la signora Barbati  sembra  interessata più a conquistarsi visibilità mediatica che ad affrontare  il tema dello sviluppo del territorio ferrarese.

Circa l’opportunità di assumere un dirigente mentre si discute l’abolizione delle Province, vorrei sottolineare che da tempo è noto che l’abolizione delle province è incostituzionale e quindi  non potrà essere attuata. Lo sa l’IDV (Di Pietro da magistrato avrà dato una letta veloce alla Costituzione) e lo sa il governo che non parla più di abolizione e soppressione, ma di accorpamenti  collegati alla definizione più precisa e puntuale dei compiti e delle funzioni.  Ciò che è altrettanto chiaro è che una delle funzioni principali che rimarranno in capo alle province “accorpate” sarà la viabilità e proprio per questo il territorio ferrarese avrebbe avuto tutto l’ interesse ad avere rappresentanti di grande capacità e professionalità nella gestione e direzione di questo settore anche nel futuro assetto dell’Ente.

Quello che non accetto è l’accostamento di questa vicenda a quelle di una casta che fa di tutto per garantirsi privilegi fino alla fine. In questo caso non si sarebbe fatto l’interesse di politici, correnti o lobby di qualche genere,  ma semplicemente quello del territorio.

Invito la Barbati, prima di fare critiche dettate solamente dal  rancore dovuto alla rottura dell’alleanza con l’Idv a Ferrara, a guardare in casa propria e a preoccuparsi di giustificare la sua sostanziosa indennità e i suoi privilegi di Consigliere Regionale, assolutamente sproporzionati rispetto alle responsabilità che ha, praticamente inesistenti rispetto a quelle di un ingegnere capo o di un qualunque sindaco.

Spero che Il Fatto Quotidiano, diversamente dal passato stavolta mi offra la possibilità di replicare. In ogni caso per fortuna i canali della rete sono molti e chi vorrà capire potrà comunque trovare queste informazioni anche su altri siti.

Marcella Zappaterra

Read Full Post »

QN – Il Resto del Carlino 15/03/2012 ed. Ferrara p. 4
Autostrada Oggi l’udienza al Tar per il ricorso sull’appalto
LA RAPIDITA’ con cui ieri a Roma il sottosegretario alle Infrastrutture Mario Ciaccia ha affrontato (e avviato a soluzione) il caos della Ferrara-Mare, si lega anche ai tempi della trasformazione in autostrada. Proprio oggi, fra l’altro, è in programma l’udienza al Tar per l’esame del ricorso presentato dalla società Condotte contro l’aggiudicazione (avvenuta il 15 novembre scorso) al pool capitanato da Autobrennero. Condotte si era classificata al secondo posto nella gara per l’individuazione della concessionaria, spera ora di ribaltare l’esito. Il verdetto del tribunale amministrativo potrebbe non essere rapidissimo, né si escludono ulteriori atti giudiziari. Perciò era fondamentale ottenere la messa in sicurezza della superstrada. Per il maxi progetto dell’autostrada Ferrara-Mare, confermata la spesa complessiva di 598 milioni di euro (di cui 175 di contributo pubblico che sarà poi restituito) ed almeno quattro-cinque anni per il completamento del progetto.
>>>

 
QN – Il Resto del Carlino 15/03/2012 STEFANO LOLLI ed. Ferrara p. 4
Ferrara-Mare, il governo sblocca i fondi «Da fine marzo via alla pavimentazione»
Messi a disposizione 4 milioni di euro: «Saranno ripristinati i 90 orari»
di STEFANO LOLLI DA UN VICEMINISTRO ‘tecnico’ si attendevano una risposta concreta: ma il risultato per la delegazione guidata dalla presidente della Provincia Marcella Zappaterra è andato, ieri, oltre le aspettative. «Non conoscevo i problemi della superstrada Ferrara-Mare, ho chiesto all’Anas di risolverli subito»: il sottosegretario alle Infrastrutture Mario Ciaccia ha aperto così il summit, alla presenza anche dei parlamentari Dario Franceschini, Sandro Bratti e Teresa Bertuzzi del Pd, Alberto Balboni del Pdl e del sindaco di Ostellato Andrea Marchi. Altrettanta concretezza nell’aggredire l’emergenza: «Ecco le risorse a disposizione ed i tempi necessari a risolvere la situazione», ha aggiunto l’ex amministratore delegato della Banca delle Infrastrutture (Gruppo Intesa) porgendo un foglietto alla Zappaterra. E QUI LA DELEGAZIONE ferrarese ha strabuzzato gli occhi: «Un milione di euro entro fine marzo – riferisce la presidente della Provincia – per attuare, immediatamente, il ripristino della pavimentazione e riportare ovunque il limite dei 90 chilometri orari. Il sottosegretario ci ha detto che i lavori partiranno già questo mese, è già stata disposta un’anticipazione di cassa nei confronti dell’Anas». Già con questo la delegazione ferrarese avrebbe potuto esultare; ma le buone notizie non erano finite. «Con procedura d’urgenza saranno stanziati, presumibilmente entro l’estate – prosegue la Zappaterra -, altri 400 mila euro per intervenire nei punti della superstrada che necessitano di opere per la sicurezza, dai guardrail alla segnaletica». Poi soprattutto è arrivata la notizia che i fondi per il rifacimento strutturale della superstrada verranno sbloccati e messi a disposizione: «Si tratta di 3-4 milioni di euro necessari all’Anas per la completa messa in sicurezza – dice la Zappaterra -, con questo finanziamento potremo attendere senza più patemi la trasformazione in autostrada. Ma già con il milione di euro destinato agli interventi immediati, crediamo che sarà salvata la stagione turistica e posto rimedio ai problemi delle imprese insediate lungo la superstrada». IL FATTO infine che il viceministro Ciaccia abbia consegnato una nota scritta, ha rappresentato l’ultima garanzia: «L’unità e la tempestività con cui i rappresentanti politici e istituzionali ferraresi, in questa occasione, si sono mossi – commenta la Zappaterra – forse è stata vincente. Decisiva comunque la concretezza con cui Ciaccia ha preso subito in mano la questione Anas».
>>>
La Nuova Ferrara 15/03/2012 ed. Nazionale p. 13
Superstrada, Ferrara la spunta A maggio ritornano i 90 all’ora
Impegno diretto del viceministro Ciaccia: 1,4 milioni di lavori subito, entro il 2012 gli altri 3 milioni Zappaterra (Provincia): grande risultato, ora l’Anas si muova. Determinante l’impegno bipartisan – Prefetto e Camera di commercio: gli interventi sono urgenti
All’incontro di ieri con il viceministro Ciaccia (nella foto) la delegazione ferrarese ha potuto esibire anche due lettere. Il prefetto Provvidenza Raimondo ha spiegato l’urgenza degli interventi, «l’apertura della stagione turistica sui Lidi di Comacchio già dalle prossime festività pasquali potrebbe, infatti, determinare conseguenze molto pesanti per l’economia di tutto il Basso Ferrarese», e l’auspicio è quindi che «la situazione possa trovare una soluzione con interventi di carattere eccezionale», poiché le normali procedure potrebbe «necessitare di tempi assolutamente incompatibili». Dal canto suo Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di commercio, evidenziava la necessità di superare «il riconosciuto – e ormai non più accettabile – deficit infrastrutturale, che penalizza lo sviluppo economico e sociale della nostra provincia». L’attesissimo incontro tra i ferraresi e il viceministro Mario Ciaccia, ieri a Roma, è durato pochissimo, una mezz’oretta in tutto: non serviva di più, perchè il rappresentante del governo aveva già pronte le risposte. «Abbiamo ottenuto tutto quanto necessario, il viceministro ha mostrato grande tempestività ed efficienza» è il commento di Marcella Zappaterra, presidente della Provincia, appena uscita dall’ufficio di piazza di Porta Pia, sede del ministero delle Infrastrutture. Nel dettaglio: sì a lavori di emergenza sull’asfalto della Ferrara-mare entro il mese di aprile, al massimo a maggio, dopo altri interventi di messa in sicurezza, il ritorno ai 90 chilometri all’ora sull’intero asse stradale. Entro fine anno, poi, un terzo step di lavori per la sistemazione definitiva dell’arteria: in tutto Anas dovrà spendere in pochi mesi circa 5 milioni di euro in una strada lasciata a se stessa per anni. Dopo i brindisi romani di ieri sera, ovviamente, scatta il momento della vigilanza attiva: già oggi partirà dal Castello una telefonata al capo compartimento Anas di Bologna, Fabio Arcoleo, per chiedere lumi sull’inizio dei lavori. L’annuncio del viceministro è però molto importante, perché garantisce lo sviluppo regolare della stagione turistica dei Lidi, che sono di fatto raggiungibili solo attraverso una super ad oggi in gran parte rallentata ai 70 chilometri all’ora a causa del fondo disastrato. L’incontro tra Ciaccia, il suo capo di gabinetto Barbara Marinali e la delegazione ferrarese guidata da Marcella Zappaterra è cominciata in perfetta puntualità, alle 18, e già questo era un’indizio di un’attenzione non routinaria riservata alla vicenda. Il viceministro aveva già studiato il dossier inviato dai ferraresi e ha esordito con parole decise: appena conosciuto il problema ho detto ad Anas che doveva risolverlo. Detto fatto, i veti, le carenze finanziarie e le pastoie burocratiche che per anni hanno ostacolato la sistemazione della Ferrara-mare, si sono dissolti. Così sono saltati fuori 1 milione di euro, dai fondi Anas, per appaltare entro marzo da parte del Compartimento regionale i lavori urgenti di sistemazione delle buche e delle fessurazioni emerse dopo il maltempo. Altri 400mila euro dovranno poi essere spesi, entro il mese di maggio, per la segnaletica e i guard rail, in modo da completare la dotazione di sicurezza e riportare ovunque i limiti ai 90 chilometri all’ora. Ma c’è di più: sono stati trovati anche gli ulteriori 3-4 milioni di euro necessari ad una sistemazione definitiva dell’asse stradale, che saranno spesi entro il 2012 per interventi strutturali. Chi bisogna ringraziare per questo primo risultato? «Sicuramente l’efficienza e la sensibilità del viceministro e del capo di gabinetto, ma di sicuro la compattezza con la quale l’intera provincia ha reagito a questa emergenza sono state determinanti» ha chiarito Zappaterra. Determinante è stato l’impegno in prima persona di Dario Franceschini, capogruppo Pd alla Camera e in buoni rapporti con Ciaccia; ma il viceministro ha reagito molto bene alla presenza in delegazione, oltre che dei parlamentari Pd Bratti e Bertuzzi, e del sindaco di Ostellato, Marchi, anche del senatore Alberto Balboni (Pdl), che ha incarnato la natura bipartisan della mobilitazione ferrarese. Stefano Ciervo
>>>
La Nuova Ferrara 15/03/2012 ed. Nazionale p. 1
L’unione fa la forza, Ferrara ottiene i lavori dall’Anas

– UNO SPIRAGLIO PER LA superstrada della vergogna

Incontro tra i ferraresi e il viceministro Mario Ciaccia, è durato una mezz’oretta: non serviva di più, perchè il rappresentante del governo aveva già le risposte. Sì a lavori di emergenza sull’asfalto della Ferrara-mare entro aprile, al massimo maggio; dopo altri interventi di messa in sicurezza, il ritorno ai 90 all’ora. n A PAGINA 13

Read Full Post »

Altre mille tonnellate di sale acquistati per prossime ondate di maltempo

Trascorsi cinque giorni, dalla mezzanotte di mercoledì uno alle 24 di domenica cinque febbraio, segnati dal maltempo e dall’emergenza neve su tutto il territorio provinciale, è tempo di tirare alcune somme.
Si tratta in sostanza dei numeri che hanno caratterizzato il piano neve messo in campo dalla Provincia. Ammontano infatti a duemila le tonnellate di sale, pari a circa 160mila euro di costo, sparse a più riprese sul reticolo viario di competenza dell’amministrazione del Castello Estense. Operazione resa possibile dall’impiego di 27 automezzi, tra lame spartineve e spargisale, che sono stati impegnati in media 18 ore al giorno ciascuno. In totale hanno coperto una distanza di circa 10mila chilometri, con un costo complessivo di 150mila euro.
Il fenomeno meteorologico cui maggiormente le forze della Provincia hanno dovuto far fronte è stato quello dei cumuli di neve riportati dal forte vento dai piani campagna sulle carreggiate. Accumuli fino allo spessore di oltre 40 centimetri in numerosi punti della viabilità e che è stato difficoltoso rimuovere definitivamente, perché le persistenti raffiche di vento hanno riprodotto ripetutamente il fenomeno.
Comunque, alla volta della mattinata del sabato 4 febbraio è stato possibile aprire 12 corridoi, specie per consentire il transito dei mezzi di soccorso nei centri abitati per rispondere alle necessità più urgenti di pronto intervento.
L’ospedale del Delta, Copparo, Cento, Argenta, Portomaggiore, Comacchio, sono alcune di queste zone rese percorribili per rendere più agevole l’accesso ai presidi sanitari del territorio.
Da domenica 5 febbraio tutte le strade provinciali sono state sostanzialmente liberate dalla neve e rese accessibili al traffico, tranne la Cispadana e il tratto di Sp da Migliarino a Final di Rero, che comunque sarà liberata nel corso del pomeriggio di oggi stesso.
Solo la Cispadana, invece, rimarrà chiusa all’accesso veicolare fino a che non sarà possibile ripristinare condizioni di oggettiva sicurezza.
Nel frattempo il Castello Estense sta facendo rifornimento di nuove scorte di sale per altre mille tonnellate e si sta predisponendo l’intera macchina organizzativa del piano neve per il nuovo allerta meteo di domani e del prossimo fine settimana.
Mettendo in conto poi le ulteriori due salature delle strade effettuate all’inizio della stagione fredda, ad oggi la Provincia ha speso complessivamente 450mila euro per fronteggiare l’emergenza neve, senza contare le mille tonnellate aggiuntive di sale in arrivo nei magazzini, che da sole valgono quasi 80mila euro.
“Se nei giorni scorsi – commenta la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra – c’era l’emergenza neve, adesso per quanto ci riguarda è altrettanto chiara anche l’emergenza economico – finanziaria e di bilancio”.

Read Full Post »

In questo post (in continuo aggiornamento, dall’alto verso il basso) riunirò tutti i Comunicati e le informazioni che riguardano la situazione e le attività svolte per affrontare la nevicata che sta colpendo la nostra Provincia.

PS: Nonostante l’aggiornamento che farò in questo post con tutte le informazioni che ricevo fate comunque riferimento ai siti istituzionali dei Comuni della Provincia i cui indirizzi trovate qui http://www.provincia.fe.it/comuni e al Sito della Prefettura http://www.prefettura.it/ferrara/multidip/index.htm e della Provincia http://www.provincia.fe.it/ per tutti i comunicati ufficiali.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Fuori dalla mezzanotte i mezzi della Provincia per liberare le strade dalla neve.
Un aggiornamento sulla situazione scuole

Sono fuori dalla mezzanotte i mezzi della Provincia per garantire le migliori condizioni di sicurezza sui quasi 900 chilometri di reticolo stradale di competenza.
In particolare, nella zona dell’Alto Ferrarese alle 24 sono scattati gli otto spargisale e i 12 automezzi muniti di lame. La salatura è stata eseguita su tutto l’Alto Ferrarese e gli spartineve sono stati attivi soprattutto nelle zone nelle quali le precipitazioni nevose sono state più consistenti: nell’Argentano, nel Centese e da questa mattina anche nel territorio di Bondeno, dove la neve sta cadendo in modo più intenso.
Gli spartineve sono tuttora in azione e per ora non è previsto alcun termine delle operazioni, che proseguiranno per tutto l’arco della giornata a seconda delle necessità che si presenteranno.
Anche nel quadrante del Basso Ferrarese gli automezzi in dotazione del Castello Estense sono entrati in azione dalla mezzanotte. In questo caso c’è stato finora bisogno esclusivamente dell’intervento degli spargisale, otto in tutto, in quanto il sottile strato di neve caduto durante le ore notturne e le prime ore del mattino non ha richiesto l’impiego delle lame, che possono agire con efficacia solo se lo strato sulle carreggiate raggiunge uno spessore minimo di alcuni centimetri.
A salatura terminata su tutte le strade della zona, attorno alle sette del mattino, si sta ora provvedendo ad un secondo intervento, specie laddove la nevicata si sta facendo più consistente: sulla Sp 68 Portomaggiore Consandolo e sulla Massa Fiscaglia-Tresigallo, dove non è esclusa l’entrata in azione degli spartineve.
Le previsioni per la giornata di oggi dicono che la nevicata si protrarrà in modo fine ma persistente fino al tardo pomeriggio, per cui i nuclei tecnici della Provincia che coordinano le operazioni nelle due zone del territorio valuteranno nelle prossime ore se e quali ulteriori provvedimenti adottare.
Sempre stando ai bollettini del tempo, più difficile diventerà invece la situazione fra venerdì e domenica prossimi, con nevicate più intense e, soprattutto, con un deciso abbassamento delle temperature ben sotto lo zero.
Questo potrebbe complicare le cose – dice l’assessore alla Sicurezza stradale Davide Nardini – perché il sale lavora fino alla temperatura di meno 5 sotto zero. Perciò– è l’invito di Nardini – mentre facciamo tutto il possibile per garantire le migliori condizioni di sicurezza, raccomandiamo ugualmente a chi si mette alla guida di farlo con la massima prudenza, sempre, e di farlo solo se strettamente necessario specialmente da venerdì a domenica per il pericolo gelate sulle strade”.
Se sul lato sicurezza stradale la Provincia è a pieno regime, su quello della Protezione civile al momento non si segnalano particolari situazioni di disagio o difficoltà da parte della popolazione, anche se il servizio è già in fase che tecnicamente si definisce di “Attenzione” e  in costante raccordo con Prefettura, Forze dell’ordine e Polizie municipali per essere pronti ad ogni evenienza.
Nel frattempo la Prefettura di Ferrara ha diramato un decreto il quale dispone dalle due del primo febbraio “fino a cessate esigenze – recita il provvedimento – il divieto di circolazione su tutto il sistema viario della provincia di Ferrara (autostrade, strade statali e provinciali) dei veicoli commerciali di portata superiore alle 7,5 tonnellate”.

Sul versante delle scuole, infine, si ha finora notizia di ordinanze di sospensione delle lezioni, fino a revoca del provvedimento e per le scuole di ogni ordine e grado, emesse dai sindaci dei Comuni di Codigoro (dove c’è l’istituto secondario superiore Guido Monaco da Pomposa) e Comacchio (sul cui territorio si trova l’istituto superiore Remo Brindisi). Sono in fase di adozione analoghi provvedimenti, a valere dunque per domani, nei Comuni di Argenta (dove si trova l’istituto superiore di Argenta-Portomaggiore), Ostellato (istituto Navarra) e Bondeno (dove si trova la succursale del Carducci).

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 11.30

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 2
Nuove ordinanze dei Comuni di Portomaggiore e Ferrara sulle scuole a causa della situazione neve

Anche il Primo cittadino di Portomaggiore, Nicola Minarelli, sta adottando un’ordinanza per la sospensione delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado sul suo territorio, a causa del peggioramento delle condizioni del tempo.
Un provvedimento che entrerà in vigore giovedì 2 fino a domenica 5 febbraio e che interessa anche l’istituto superiore di Argenta Portomaggiore.
Analoga decisione di sospensione delle attività scolastiche sta prendendo il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, con un provvedimento che avrà validità da giovedì 2 fino a venerdì 3 febbraio, scuole secondarie superiori comprese.

In allegato le ordinanze dei sindaci

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 12.30

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 3
Problemi di energia elettrica per 1.500 utenze. Ancora in azione sulle strade tutti i mezzi della Provincia. Castello Estense chiuso al pubblico giovedì e venerdì.

Sono sulle strade tutti i mezzi spartineve della Provincia: 11 per il Basso Ferrarese e 16 per la zona dell’Alto Ferrarese. Un’azione resasi necessaria per l’aumento e la persistenza delle precipitazioni che rendono difficile mantenere le strade sgombre dalla neve.
In ogni caso i responsabili delle operazioni per ciascuna zona del territorio assicurano che i mezzi continueranno il proprio intervento di pulizia delle carreggiate fino a quanto cesserà la nevicata.
Appena le condizioni lo consentiranno è al vaglio poi una nuova operazione di salatura completa della rete viaria provinciale.
Nel frattempo giunge la notizia che 1.500 utenze risultano scollegate dalla rete elettrica nelle zone di Ostellato, Portomaggiore, Mesola, Codigoro e Ferrara.
Il problema sarebbe dovuto al fatto, così spiegano i tecnici Enel già al lavoro,  che la neve sottile e fitta con la spinta del vento si insinua nelle prese d’aria delle cabine elettriche provocando interruzioni temporanee all’erogazione di energia. Niente a che vedere, dunque, con la gravità dei danni provocati dalle nevicate del 2010 col problema del congelamento dei manicotti e il collasso dei tralicci. Questa volta, assicurano i tecnici, i problemi si dovrebbero risolvere più brevemente perché il problema non è di natura strutturale, anche se al momento nessuno si sbilancia sui tempi necessari per un ritorno alla completa normalità.
Un’ulteriore decisione riguarda poi il Castello Estense, il cui percorso di visita, causa maltempo, rimarrà chiuso al pubblico giovedì 2 e venerdì 3 febbraio, mentre nel pomeriggio di oggi non sarà possibile salire sulla torre dei Leoni per motivi di sicurezza.
“Si tratta di una situazione preoccupante e che nel frattempo ha assunto dimensioni regionali, con la chiusura di strade come l’autostrada e la Romea – dichiara la presidente della Provincia Marcella Zappaterra – e se Anas e Autostrade assumono decisioni di questa rilevanza vuol dire che il quadro non è gestibile con strumenti ordinari.  Per quanto riguarda il nostro contesto, poi, con neve e vento forte tuttora in corso è oggettivamente difficile tenere pulite le strade, nonostante stiamo facendo ogni sforzo possibile e il piano antineve sia partito già da ieri notte. In ogni caso invito tutti ad usare la massima prudenza e a mettersi alla guida solo se strettamente necessario. Seguiamo inoltre con attenzione anche la situazione relativa ai problemi di erogazione dell’elettricità e per questo è attivo il nostro servizio di Protezione civile in stretto contatto con Prefettura, sindaci e vertici Enel”.
Gli stessi volontari della Protezione civile, sono al momento al lavoro per dare assistenza ai mezzi pesanti commerciali usciti dall’autostrada che non possono transitare sulle strade locali e provinciali, a seguito del divieto di circolazione emesso in mattinata dalla Prefettura di Ferrara.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – 14.40

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 4
Giovedì 2 e venerdì 3 febbraio chiusi anche i Centri per l’impiego

A causa del maltempo, i Centri per l’impiego di Cento e Codigoro e il punto operativo di Porto Garibaldi rimarranno chiusi nelle giornate di giovedì 2 e venerdì 3 febbraio.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 15.30

Prefettura  –  Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara1 febbraio 2012
Comunicato stampa “emergenza neve”

Da stanotte è sospesa la circolazione dei veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali sull’intero sistema viario della provincia di Ferrara (autostrade, strade statali e provinciali). Sará comunque garantito il transito dei mezzi adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti di emergenza, di sicurezza,  protezione civile a garanzia della manutenzione stradale e delle condizioni di viabilità.
Agli automobilisti, nella giornata odierna, anche a seguito delle intense nevicate si consiglia ove non indispensabile di rimanere a casa. Nel caso ci si debba mettere a bordo di veicoli, per assoluta necessita è importante essere dotati di catene o pneumatici termici. E’ assolutamente sconsigliato, o in base ad alcune ordinanze sindacali vietato, utilizzare le biciclette ed altri veicoli a due ruote.
Domani e venerdì è stata disposta dai Sindaci, a Ferrara ed in gran parte delle scuole della provincia, la sospensione dell’attività didattica.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Aggiornamenti orari

Ore 17.00 – 01/02/2012

Possibile chiusura dell’Autostrada e della Romea, è previsto un summit alle 18 con Prefettura e Anas per decidere se chiuderle o meno.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 18.15 – 01/02/2012

L’autostrada Bologna-Padova è stata già chiusa in direzione Bologna > Padova

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 19.30 – 01/02/2012

– Oltre all’autostrada anche la Romea è stata chiusa al traffico, ma per il momento dei soli mezzi pesanti che sono stati dirottati in aree di parcheggio dove la Provincia e la Protezione Civile stanno portando  viveri e coperte per gli autisti che dovranno affrontare la notte. Per il momento il traffico delle auto non è stato interdetto per evitare che le auto si riversino nella arterie Provinciali e Comunali.

– I mezzi spargisale e spartineve, che hanno iniziato a girare dalla serata di ieri, hanno effettuato oggi 3 giri completi delle strade Provinciali, il problema è che la neve continua a cadere senza sosta e la velocità dei mezzi è molto ridotta. Se la temperatura si abbasserà ancora c’è il rischio che la temperatura del manto stradale si abbassi sotto i -5 gradi rendendo inutile lo spargimento di sale.

– Tutti i Musei e le scuole della Provincia rimarranno chiusi fino a Venerdì (alcuni Comuni fino a Sabato), si valuteranno ulteriori chiusure a quella data.

– Le problematiche delle zone senza elettricità dovrebbero essere risolte quanto prima da quello che i tecnici dell’Enel ci hanno comunicato.

– Provinca e Protezione Civile stanno fornendo mezzi alla Guardia medica e viveri a chi ne ha fatto richiesta come la Casa Protetta.

La raccomandazione, inutle ma obbligatoria, è di evitare di usare la macchina o per chi ne ha assoluta necessita di essere dotati di catene o pneumatici termici.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 06.00 – 02/02/2012

– Per le strade dell’alto Ferrarese si è proceduto ad oltranza con tutti i mezzi a disposizione,  per il basso Ferrarese ci si è fermati alle nove per riprendere stamane alle sei;

– I 900 chilometri di strade Provinciali sono state tutte salate;

– E’ stato portato il generatore d’emergenza della Protezione Civile alla casa protetta di Migliaro e sempre i mezzi Protezione Civile con gomme chiodate sono stati messi a disposizione di Guardia Medica e altri mezzi di Soccorso;

– I mezzi pesanti fatti uscire dalla Romea e dall’Autostrada sono stati indirizzati verso i punti di sosta predisposti, dove staranno fermi fino ad oggi e la Protezione Civile continua a portar loro cibo ed acqua. I punti di sosta in Ferrara sono presso Salvi, via Caselli, Piccola media Industria, Via Veneziani, mentre in Provincia sono in San Giuseppe, Zona Artigianale, piazzale Topkapi e area industriale Sipro lungo la super Ferrara-Mare oltre che in alcuni punti lungo i lati delle strade.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 07.40 – 02/02/2012

Provinciale Bloccata direzione Ro

Sandro Pelati via Facebook mi avverte che la Strada Provinciale per Ro dalla Quercia (Via Po a Copparo) fino a quasi a RO (sicuramente fino a Dazio di Guarda – Idrovoro) è al momento bloccata. Il mezzo che doveva curare il comparto ha avuto un guasto e ne sta intervenendo un’altro, nel frattempo si è formata una lunga coda e sul posto ci sono Carabinieri e Vigli del Fuoco, sono consigliati percorsi alternativi.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 8.35 – 02/02/2012
Strada Provinciale per Ro Riaperta: sono intervenuti mezzi spazzaneve della Provincia e i VV.FF Volontari di Copparo (un grazie al Comandante Zanella e a tutti i ragazzi). Ora permane una segnalazione sul tratto che dalla provinciale Copparo Ferrara va verso Zocca e Ruina. A Copparo al momento non abbiamo segnalazioni di situazioni critiche.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
ore 10.40 – 02/02/2012
La situazione delle strade provinciali
Per tenere sgombri dalla neve i quasi 900 chilometri del reticolo stradale provinciale, hanno praticamente lavorato tutta la notte i mezzi della Provincia di Ferrara e tuttora stanno continuando un intervento che durerà per tutta la giornata di oggi.
In particolare, nella zona del Basso Ferrarese i 12 spartineve hanno lavorato fino a tarda sera di ieri – 1 febbraio – e hanno ripreso dalle 5 di questa mattina.
La situazione – dicono i responsabili tecnici della viabilità di questo settore viario –  è al momento di una generale percorribilità, anche se in alcune zone persiste il problema di un forte vento che trasporta sulle carreggiate cumuli di neve. Fenomeno che si sta presentando con particolare intensità nelle zone di Copparo, Ro e Berra.
La situazione di una nevicata più consistente nell’Alto Ferrarese ha richiesto invece un’azione costante durante tutta la notte dei dodici mezzi dotati di lame in dotazione all’amministrazione del Castello Estense. Azione che sta tuttora proseguendo e anche in questo caso il quadro è di una generale percorribilità delle strade.
Le criticità maggiori al momento si registrano nelle zone di Vigarano, Bondeno, e Cento, dove sta ancora nevicando e questo rende problematico il compito di tenere pulite le carreggiate.
Anche qui si lamenta l’azione del vento, specie sulla Sp 19 (Bondeno – Ferrara) e la Sp 35 (San Carlo – Poggio Renatico), che provoca cumuli di neve sulla strade rallentando il lavoro di pulizia.
Su tutta la rete viaria, comunque, la strategia è comune: usare la giornata di oggi, considerata di tregua sotto l’aspetto delle condizioni meteo, per tenere più libere possibile, e quindi più sicure, le strade anche con una nuova salatura completa, prima del nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche.
Peggioramento che è atteso già dalle ore serali di oggi con temperature in discesa, forse anche al di sotto dei meno 5 gradi. Condizione che, se si verificasse, vanificherebbe l’azione del sale e quindi il pericolo gelate si farebbe più serio; pericolo che si sta cercando di contenere al minimo mantenendo le carreggiate il più possibile pulite.
I bollettini meteo volgono poi al brutto per il fine settimana con una nuova ondata di maltempo e temperature ben al disotto dello zero su tutto il Ferrarese.
La Protezione civile in azione
Si è attivata anche la Protezione civile della Provincia per alleviare le conseguenze provocate dall’ondata di maltempo che ha colpito il territorio ferrarese.
Un intervento di assistenza con pasti caldi che i volontari della Protezione civile hanno assicurato agli oltre 300 camionisti  fermi per tutta la giornata di ieri nelle zone Metro, dietro la Fiera, via Caselli e via Bologna nel quadrante Sud di Ferrara.
Una situazione creatasi a seguito della chiusura dell’autostrada e del divieto di transito sulla viabilità locale e provinciale emesso dalla Prefettura, nei confronti dei mezzi commerciali  oltre le 7,5 tonnellate di portata.
Alla volta di ieri sera si contavano fino a circa 600 autotreni fermi in territorio ferrarese. Situazione che sta rientrando lentamente alla normalità con la riapertura dell’autostrada che lambisce la città estense dalle 7.30 di questa mattina.
Parole di ringraziamento vengono a questo proposito dall’assessore provinciale alla Protezione civile, Stefano Calderoni, che sono indirizzate ai volontari di Protezione civile e della Croce rossa italiana, nonché ai loro colleghi di Comacchio, per avere prestato assistenza e conforto ai tanti camionisti fermi a causa della chiusura anche della Romea, a seguito di analoga decisione di Anas.
Un grazie Calderoni esprime anche alla Metro per avere messo a disposizione il piazzale antistante per la sosta forzata degli autotreni.
L’azione della Protezione civile si è poi parallelamente spostata su Migliaro, dove alla casa di riposo è stato portato un generatore elettrico per ovviare ai problemi di erogazione di energia elettrica che ieri hanno interessato l’intera zona. Attrezzatura che è tuttora sul posto, pronta ad essere utilizzata se altre difficoltà dovessero ripresentarsi, anche se già dalla serata di ieri la situazione è ritornata alla sostanziale normalità per le oltre 1.500 utenze rimaste senza luce per un problema accusato dalle cabile elettriche in alcune zone di Ostellato, Portomaggiore, Mesola, Codigoro e Ferrara.
Un paio di volontari hanno affiancato anche l’attività delle guardie mediche, per facilitare i loro spostamenti e consentire loro di giungere il più rapidamente possibile sui luoghi di chiamata.
Infine l’assessore Calderoni esprime un grazie anche ai tanti agricoltori che nel corso della giornata di ieri, e con l’impiego di mezzi propri, hanno sgomberato dalla neve numerose strade, dando così un aiuto concreto alla soluzione del problema di rendere meno pericolosa la circolazione veicolare.
Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 18.00 – 02/02/2012
Situazione neve strade provinciali: la via Rangona a Portomagiore viene ri-pulita in queste ore mentre Via Anime e la Provinciale Runco-Portomaggiore saranno ri-salate nelle prossime 4 ore. Nell’alto Ferrarese e’ nevicato fino a mezzogiorno e il ghiaccio non si e sciolto quindi andranno avanti ad oltranza fino a mezzanotte .
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 12.30 – o3/02/2012
Sandro Pelati da Facebook mi manda questo update sulla situazione di Copparo:
L’emergenza neve non é finita. Anche oggi il vento sta complicando le cose sulle strade in aperta campagna. Abbiamo strade con grossi cumuli di neve che nel giro di poco tempo si riformano e rendono impercorribili alcune strade. Stiamo intervenendo in via Brunorossi, via Piumana, via Vallazza, via Mazzocca, via Ruffetta, via Cinti, via Lanternazza, via Ghiraldi, via Zaffo, via Brodolini, via Baricorda, via S.Carlo, via Seminiato e altre. STIAMO PASSANDO OVUNQUE PERÓ IL VENTO FORTISSIMO RICREA I CUMULI IN MEZZO ALLA STRADA RAPIDAMENTE. CI SONO PUNTI CON PIÚ DI UN METRO DI NEVE IN STRADA. STATE ATTENTI A NON RIMANERE INCASTRATI. LIMITATE AL MINIMO GLI SPOSTAMENTI. ANCHE LE PROVINCIALI HANNO LO STESSO PROBLEMA. CALMA E ATTENZIONE. L’ufficio di emergenza neve é ancora attivo e le segnalazioni possono essere fatte telefonicamente ai numeri:
POLIZIA MUNICIPALE:0532/864655
AREA TECNICA: ANNA 0532/864645 TERESA 0532/864625
CENTRALINO CON SEGRETERIA TELEFONICA:0532/864511
VIGILI DEL FUOCO: 115 Se non risponde nessuno la mia mail é: assessore.pelati@comune.copparo.fe.it
Lasciate nominativo e indirizzo preciso della segnalazione, mi raccomando!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 14.30 – 03/02/2012
Allerta di Protezione Civile n° 008/2012
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 19.45- 03/02/2012
Ricevo comunicazione che viene confermata la chiusura della Superstrada Ferrara-Mare da Cona fino ai lidi. Inoltre pubblico il comunicato relativo alla chiusura di alcune strade Provinciali.
Prefettura  –  Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara
COMUNICATO STAMPA – 3 FEBBRAIO 2012
Come è noto anche questa Provincia è interessata da una forte perturbazione atmosferica che ha determinato consistenti precipitazioni nevose.
La Regione Emilia Romagna ha diramato, in data 2/02/2012,  un’allerta di protezione civile concernente una possibile intensificazione delle nevicate con diminuzione delle temperature e conseguenti gelate notturne e mattutine, dalla giornata di domani 4 febbraio fino alla domenica successiva 5 febbraio 2012.
Al riguardo si consiglia, ove non indispensabile, di evitare di utilizzare l’automobile. Nel caso ci si debba mettere a bordo di veicoli, per assoluta necessità, è assolutamente necessario dotare il mezzo di catene o di pneumatici da neve.
Si consiglia, inoltre, di prestare attenzione ai suggerimenti forniti dalle Polizie Municipali sui tratti delle strade meno percorribili e sugli itinerari che verranno accreditati quali più transitabili.

SONO STATE CHIUSE AL TRAFFICO LE SEGUENTI STRADE PROVINCIALI

SP70 Cispadana    intero asse viario
SP 5 Dazio di Guarda
Sp11 Ariano Mesola ( da Ariano fino all’intersezione SP 62 (località Monticelli)
SP74 – SP 76 (Girarda) dalla SS309 Romea alla SP 54 direzione Volano
SP 55 Lagosanto-Rotta Zambusi (da abitato Lagosanto a SS 309 Romea)
SP 58 Bocchetto Marenghino (da SP15 via del Mare fino a SS 309 Romea)
SP 75 Canale Pega (intero tratto)
SP78 Istria Fiume (intero tratto)
SP73 Arsapega (intero tratto)
SP72 Strada Argine Agosta
SP80 Pego Ovest
SP 79 Mondonuovo (intero tratto)
Sp 71 Alberelli (intero tratto)
Sp 57 Portoverrara – San Carlo Trava
Sp 26 Ospital Monacale – Consandolo
Sp 3  Delleanime (dall’incrocio con l’abitato di Quartiere alla SP 68)
SP 37 San Niccolò – Masi torello (intero tratto)
Sp 56 Le Contane – Serravalle

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 03.00 – 04/02/2012

Segnalati incidenti e/o fuoriuscite di automezzi su diverse strade (le ultime tra Torbiera e Codigoro, tra Consandolo e Ospital Monacale, nel Copparese,), al momento non sembra con gravi conseguenze, purtroppo molte auto girava senza gomme termiche e diverse sono di ragazzi che NON andavano lavorare 😦 . Tutto ciò rende ancor più difficoltoso il lavoro dei mezzi che passando per pulire, dei VV.FF., della Protezione Civile e della Croce Rossa.

Da Facebook mi segnalano difficoltà grosse sulla strada Reale che da Jolanda porta a Codigoro e molta neve trasportata sulla strada da Berra a Copparo (alto rischio di formazione di lastre di ghiaccio), ed anche la Provinciale tra Ostellato e Migliarino è colpita da vento intensissimo ed anche qui la strade si sta coprendo di neve da riporto (qui il servizio dei mezzi antineve riprende intorno alle 5.30/6.00 ri-iniziando dalle strade non urbane).

Situazione difficilissima nel Portuense, interi tratti di strada sono impercorribili: la bretella nel tratto tra l’imbocco per Maiero e la rotonda dell’EuroSpin, la Sandolo-Gambulaga 😦 e la Portomaggiore-Runco, moltissime strade secondarie sono completamente impraticabili.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 09.00 – 04/04/2012

Il SINDACO del Comune di Ostelato

AVVISO ALLA CITTADINANZA
Si rende noto che il territorio sarà interessato da precipitazioni nevose e temperature molto basse.
Le nevicate saranno seguite da diffuse gelate notturne e nelle prime ore del mattino.
Si consiglia ai cittadini, nelle prossime ore, di uscire di casa e/o utilizzare i mezzi di trasporto solo in caso di urgente necessità, limitando al minimo gli spostamenti nel fine settimana.
Il Comune di Ostellato e la Provincia di Ferrara stanno lavorando per la pulizia delle strade comunali e provinciali sull’intero territorio comunale, con mezzi spazzaneve e spargisale.
Si raccomanda ai cittadini la massima attenzione e collaborazione per evitare disagi e pericoli.
In particolare si chiede di aiutare o segnalare la presenza di anziani soli in difficoltà.
Le persone anziane, le persone disabili e le persone che dovessero trovarsi in forte difficoltà e che necessitino di reperire farmaci o generi di prima necessità, possono contattare i seguenti numeri:
– Centralino del Comune: 0533/683911
– Cellulare del Comune reperibile 24 ore su 24: 340/8676572

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.15 – 04/04/2012

Situazione strade stabile e dignitosa nell’Alto Ferrarese ed in citta’, drammatica invece nel Copparese, Argentano-Portuense e Delta

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.20 – 04/04/2012

Nicola Minarelli (sindaco di Portomaggiore) da Facebook:
Attraverso il coordinamento della provincia e della protezione civile si stanno coordinando interventi per la chiusura delle arterie provinciali (e anche minori per quanto possibile) per evitare che circolino auto private e quindi si interdica il lavoro di pulizia dei mezzi provinciali.
Siamo a questa soluzione, vi lascio immaginare la gravità della situazione.
Lo ripeto alla noia: NON CIRCOLATE!!!
Per le emergenze (il fatto di essere bloccati in casa e non riuscire ad uscire NON lo è perchè questa è la situazione di gran parte dei cittadini) come per esempio mancanza di luce, gas, cibo o problemi di salute si prega di contattare il numero 0532-323257 (rispondo io) oppure il 3356676562.
Chiediamo la massima collaborazione a partire dalla disponibilità a fare mente locale e pensare a vicini di casa anziani e potenzialmente in difficoltà da andare a trovare.
GRAZIE

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.35 – 04/04/2012

Ulteriore aggiornamento da Nicola Minarelli da Facebook
Appena concluso vertice in Prefettura.
Si è deciso di procedere alla CHIUSURA DELLA STRADA PROVINCIALE DELLE ANIME DALLA FRAZIONE DI QUARTIERE IN DIREZIONE PORTO (rimane percorribile il tratto da Quartiere alla strada statale 16) e alla CHIUSURA DELLA STRADA PROVINCIALE S.CARLO TRAVA DA PORTOVERRARA AL MEZZANO. Resta al momento aperta alla viabilità la Rangona, ma entro qualche ora potrebbe rendersi necessaria una sua eventuale chiusura.
E’ confermata l’ALLERTA METEO PER SABATO E DOMENICA. Non mettetevi in viaggio se non per ragioni di estrema urgenza e necessità.
Per favore, condividete! Grazie!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.55 – 04/04/2012

Sandro Pelati sempre da Facebook riporta un aggiornemento dal Comune di Copparo:
É IN CORSO INCONTRO NELL’UFFICIO DEL SINDACO.
DECISO SOSPENSIONE LEZIONI SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO NEL COMUNE DI COPPARO SIA LUNEDÍ 6 CHE MARTEDÍ 7.
CHIUSA LA PROVINCIALE PER FORMIGNANA ALL’ALTEZZA DELL’INCROCIO PER SABBIONCELLO.
A TRA POCO.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.00 – 04/04/2012

Nicola Minarelli da Facebook
Si comunica che rimane in vigore anche per lunedì 06/02/2012 l’ordinanza di sospensione delle lezioni delle scuole di ogni ordine e grado di Portomaggiore (pubbliche e paritarie). Stiamo provvedendo a comunicare la notizia tramite sms ai rappresentanti di classe che gentilmente hanno dato la loro disponibilità ad essere punto di riferimento per altri genitori.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.10 – 04/04/2012

Anche Lorenzo Marchesini sindaco di Mesola avverte che è sospesa l’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado e asilo nido anche per la giornata di Lunedì 6

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11,20 – 04/02/2012

Sandro Pelati sempre da Facebook riporta un nuovo aggiornemento dalla zona di Copparo:
Sospensione lezioni nidi, materne, elementari e medie sia lunedí 6 e martedí 7. strada provinciale per ro e per formignana chiuse. tutti i mezzi stanno lavorando per riaprire le strade comunali con i cumuli. zone di amborgio, s.apollinare, brazzolo, sabbioncello, tamara, saletta con strade comunali rurali che stiamo faticosamente tentando di tenere percorribili. é ripreso a nevicare e questo implica che se persiste si ritornerà al piano neve normale con le macchine su tutte le zone del comune e non piú concentrate nelle zone rurali. questo implica che potrebbero verificarsi delle interruzioni di strade con isolamento di famiglie nelle zone rurali. per questo é già stata attivata la protezione civile. non spostatevi se non per emergenze vere!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.50 – 04/04/2012

“Alcuni” incidenti e fuoriuscite, sulla strada da Masi Torello ad Ostellato, hanno creato una coda di automezzi che ora non possono ne proseguire (finchè i mezzi di soccorso non avranno spostato le auto sulla strada) ne tornare indietro, la Protezione Civile e la Croce Rossa stanno portando ora viveri e coperte.

Ore 12.50 – 04/04/2012

Sulla Superstrada tra Rovereto e Migliarino ci sono diversi automobilisti bloccati da cumuli di neve, i mezzi di soccorso stanno arrivando molto lentamente dato che non c’è corsia di emergenza su cui transitare.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.10 – 04/04/2012

Emergenza neve: Ordinanza di chiusura delle Strade Provinciali
I comunicati diffusi dalla Prefettura di Ferrara
Pubblichiamo in allegato i testi dell’Ordinanza della Provincia di chiusura al traffico di alcune Strade Provinciali e i comunicati diffusi dalla Prefettura di Ferrara il 3 e il 4 febbraio, a causa dell’emergenza neve.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.30 – 04/04/2012

Avviso fenomeni intensi – Servizio Metereologico Aereonautca Militare  http://www.meteoam.it/
Avviso emesso alle ore 12.00/utc del 04/02/2012
Fenomeni intensi entro le prossime 12/18 ore:
persistono frequenti nevicate fino in pianura sull’ emilia-romagna, marche, umbria, toscana, abruzzo e sardegna centro settentrionale. – nevicate a quote superiori ai 400-500 mt sulla calabria; – venti forti da nordest sulla liguria, toscana, coste del veneto, friuli venezia-giulia e dell’emilia romagna, marche e sardegna con mareggiate lungo le coste esposte al vento; – mare molto agitato il mar ligure, mare di sardegna e adriatico settentrionale. – temperature inferiori agli 0°c sia nei valori minimi che in quelli massimi con giornate di gelo su tutte le regioni settentrionali, toscana, umbria, marche ed abruzzo. C.n.m.c.a.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.30 – 04/04/2012

Elenco aggiornato delle strade Provinciali chiuse al traffico e relativa ordinanza della Prefettura:

Come preannunciato dall’allerta meteo diffusa ieri dalla Regione Emilia Romagna, anche in questa provincia le precipitazioni nevose saranno possibili fino alla giornata di domani, domenica 5 febbraio, associandosi  ad una brusca diminuzione delle temperature con conseguenti gelate notturne e mattutine.
Poiché le nevicate previste andranno ad aggravare situazioni di criticità già evidenziate  in molte aree del territorio provinciale, si rinnova l’invito a non utilizzare l’automobile  negli spostamenti in questo fine settimana, se non in casi di assoluta necessità; in ogni caso, il transito sulle strade statali e provinciali è consentito esclusivamente ai mezzi provvisti di pneumatici invernali o catene a bordo.
Per ogni informazione sulla percorribilità delle strade dovrà essere prestare la massima attenzione ai  suggerimenti forniti dalle Polizie Municipali.
Al momento si ricorda che permane la chiusura al traffico dei seguenti tratti stradali:
SP70 Cispadana    intero asse viario
SP 5 Dazio di Guarda
Sp11 Ariano Mesola ( da Ariano fino all’intersezione SP 62 (località Monticelli)
SP74 – SP 76 (Girarda) dalla SS309 Romea alla SP 54 direzione Volano
SP 55 Lagosanto-Rotta Zambusi (da abitato Lagosanto a SS 309 Romea)
SP 58 Bocchetto Marenghino (da SP15 via del Mare fino a SS 309 Romea)
SP 75 Canale Pega (intero tratto)
SP78 Istria Fiume (intero tratto)
SP73 Arsapega (intero tratto)
SP72 Strada Argine Agosta
SP80 Pego Ovest
SP 79 Mondonuovo (intero tratto)
Sp 71 Alberelli (intero tratto)
Sp 57 Portoverrara – San Carlo Trava
Sp 26 Ospital Monacale – Consandolo
Sp 3  Delleanime (dall’incrocio con l’abitato di Quartiere alla SP 68)
SP 37 San Niccolò – Masi torello (intero tratto)
Sp 56 Le Contane – Serravalle
SP 4 Copparo-Migliarino
SP60 Gran Linea
SP 16 Copparo-Codigoro
SP 68 di Codigoro (a tratti)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.10 – 04/04/2012

L’assessorato Regionale all’Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale hanon fatto un accordo in base al quale i giorni di chiusura per emergenza neve non incideranno sul calendario scolastico. Appena sarà informata di altre chiusure relative alle scuole della Provincia vi aggiornerò.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.00 – 04/04/2012

Dal Comune di Portomaggiore

COMUNICATO STAMPA – Comunicazione del Sindaco

Dopo l’allerta meteo confermata ieri dalla Protezione Civile e la decisione di Prefettura, Provincia ed enti locali -presa nel corso di un vertice svolto ieri in serata- di chiudere molte strade provinciali, dalla notte è spirata nel nostro territorio una bufera, che per violenza e difficoltà di controllo, ha superato le nostre aspettative.

Già da prima dell’alba –e l’ho potuto verificare di persona attraverso ripetuti sopralluoghi- era chiaro che molti tratti di strada, in particolare quelli più esposti al vento, erano impraticabili: abbiamo ripetuto molte volte, già dal pomeriggio di ieri, di evitare di mettersi alla guida se non per casi indispensabili ed improrogabili. Ciononostante nella notte e durante il giorno, molte autovetture circolavano, bloccandosi spesso in mezzo alle strade o fuoriuscendone e causando ulteriori difficoltà ai mezzi di pulizia e a quelli di soccorso.

Abbiamo messo a disposizione numeri di telefono (quello del mio ufficio 0532 323257, ed un cellulare 335 6676562) per segnalarci le emergenze che si verificano nel territorio. Dalle prime luci del mattino sapevamo che intere zone e frazioni erano completamente isolate e che non saremmo riusciti a creare varchi date le condizioni atmosferiche: le nostre priorità sono state l’assistenza a persone con difficoltà fisiche e sanitarie ed i casi di sospensione di elettricità, acqua e gas.

In mattinata abbiamo predisposto fino a lunedì 6 febbraio, la chiusura dei cimiteri di Portomaggiore  e frazioni e la sospensione delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale. Per diffondere il più capillarmente possibile la notizia abbiamo inviato sms ai rappresentanti dei genitori che ci avevano lasciato il loro numero, mettendosi a disposizione per contattare le altre famiglie.

Pur nella difficoltà, che è sotto gli occhi di tutti, abbiamo scelto alcune priorità verso cui indirizzare le operazioni di pulizia e sgombero. Il lavoro degli operatori, ai quali va il ringraziamento di questa Amministrazione, è indirizzato dapprima a cercare di mantenere possibile la viabilità nelle arterie principali e di raccordo tra le frazioni e il capoluogo. Successivamente l’impegno sarà rivolto alle strade secondarie. Anche lo spalamento manuale segue specifiche priorità, concentrandosi in primo luogo verso punti maggiormente sensibili e strategici. Certo è che il perseverare delle precipitazioni e del vento ci impediscono di garantire situazioni di ordine e pulizia.

La Protezione Civile, la Polizia Provinciale e quella Municipale, gli operatori ed i tecnici di Provincia e Comune, Ausl, i volontari del Radio Club sono al lavoro in condizioni davvero di emergenza. Ai cittadini chiediamo, di nuovo, di garantire la loro massima collaborazione occupandosi di anziani e persone in difficoltà, ed evitando di mettersi alla guida se non per ragioni che siano di effettiva necessità ed estrema urgenza (ed in tal caso seguendo ogni cautela come l’uso di catene o gomme termiche).

Il Sindaco
Nicola Minarelli

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Lo stesso Nicola Minarelli da Facebook
Dopo essere riusciti a riaprirla in mattinata e nel primo pomeriggio, siamo costretti a RICHIUDERE LA STRADA SANDOLO-GAMBULAGA nel tratto compreso tra Sandolo e Gambulaga.
I residenti a Sandolo possono raggiungere casa attraverso la SP68 da Maiero.
I residente di Gambulaga possono rincasare passando da Runco.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.10 – 04/04/2012

Jolanda, il Sindaco comunica che Via del Mare, Via Albersano, Via Po, Via Cavicchini, sono percorribili per ora.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 19.10 – 04/04/2012

Annunci relativi alle chiusure delle Scuole in Provincia (postati sulla mia pagina di Facebook ma disponibili come Comunicati ufficiali nei siti dei relativi Comuni)

Le Scuole Secondarie superiori di tutta la Provincia di Ferrara sono chiuse certamente fino a Lunedì, valuteremo la situazione nel prosieguo, Marcella.

>>>

Marco Roverati
Attività didattica sospesa LUNEDI nei comuni di Migliaro, Ostellato, Migliarino, Massa Fiscaglia, Codigoro, Mesola, Lagosanto e Goro.

>>>

Nicola Minarelli
Anche a Portomaggiore, lunedì 6 febbraio, sono sospese le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado.

>>>

Antonio Fiorentini
Le scuole del Comune di Argenta sono chiuse anche lunedi. Tutte le informazioni possibili riguardo il Comune sono nel sito e nella pagina facebook del Sindaco. Per emergenze chiamare la Polizia Municipale presente anche alla notte con diverse pattuglie (0532330301).

>>>

Ferrara: Il sindaco Tiziano Tagliani emette nuova ordinanza relativa alla sospensione delle attività delle scuole secondarie di secondo grado (superiori) del territorio comunale anche per la giornata di lunedì 6 febbraio 2012. Per le altre scuole (nidi, materne, primarie e secondarie di primo grado) la decisione è rinviata a domani (5feb12) in base all’evoluzione delle condizioni meteo e alla situazione della viabilità cittadina.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 20.35 – 04/04/2012

Il Presidente Errani dichiara lo stato di emergenza Regionale. L’esercito in Romagna e a Bologna per sgombrare le strade

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 22.00 – 04/04/2012

Per quanto riguarda l’Universita’ le strutture saranno aperte visto che non e’ periodo di lezioni, i singoli docenti sui loro esami faranno di tutto per posticipare gli appelli ad altra data.

Emergenza maltempo: disposizioni per attivita’ didattica

In considerazione della particolare situazione meteorologica in atto, si dispone quanto segue:

– le strutture centrali e periferiche restano aperte;

– l’inizio delle attività didattiche del secondo semestre è rinviato a partire dal 13 febbraio;

– per quanto riguarda gli esami, i docenti che hanno fissato appelli la settimana prossima sono invitati a concedere un appello anche nella settimana a partire dal 13 febbraio.

Ferrara, 4 febbraio 2012

Il Rettore Pasquale Nappi

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.00 – 05/02/2012

Marco Roverati (Sindaco di Migliaro)
Riprese stamattina presto le operazioni di pulizia strade nel territorio di Migliaro. Ricordo a tutti i cittadini che siamo ancora in EMERGENZA e le strade non sono tutte praticabili. Priorità dei mezzi spazzaneve e pale per liberare le famiglie ancora bloccate in casa.

>>>

Sandro Pelati (Assessore del Comune di Copparo)
AGGIORNAMENTO ORE 10.00 DI DOMENICA 5/02/12. DOPO LA NEVICATA DI IERI SERA I MEZZI SONO TUTTI FUORI CON SPAZZANEVE E SPARGISALE. L’OBBIETTIVO É PULIRE E SALARE TUTTE LE STRADE PRINCIPALI E SECONDARIE ENTRO OGGI PER PERMETTERE ALLE PERSONE DI SPOSTARSI MEGLIO DOMANI MATTINA. QUASI TUTTE LE STRADE PRINCIPALI SONO SENZA NEVE. SULLE SECONDARIE STANNO SPARGENDO IL SALE IN QUESTE ORE. In alcune strade di campagna abbiamo dovuto far intervenire degli escavatori per rimuovere i mucchi di neve alti oltre 1 metro accumulati sui bordi. LE STRADE SONO TUTTE PERCORRIBILI é ovvio che dove c’é ancora neve serve LA MASSIMA PRUDENZA! BUONA DOMENICA.

>>>

Elisa Trombin (Sindaco di Jolanda)
Alle sette ripresa la pulizia delle traverse di Colombana, inizio dalla quarta, poi fino alla otto pulizia e salatura.

>>>

Nicola Minarelli (Sindaco di Portomaggiore)
AVREMMO BISOGNO DI MEZZI AGRICOLI (O AFFINI) PROVVISTI DI PALE… CHIEDIAMO DAVVERO UNO SFORZO… IL NUMERO DA CONTATTARE E’ SEMPRE IL 0532-323257

>>>

Marcella (io)

Situazione tranquilla su tutte le strade provinciali. Si circola ovunque a 50km/h (ma andate a piedi lo stesso!), stiamo pulendo e salando tutte le Provincali di nuovo. Oggi sara’ la quiete prima della probabile tempesta di martedì 😦

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.00 – 05/02/2012

AGGIORNAMENTO STRADE PROVINCIALI DELLE 10.30 del 05/02/12.

TUTTE LE PROVICIALI ATTORNO A COPPARO SONO PERCORRIBILI. SONO FUORI TUTTI GLI SPAZZANEVE E SPARGISALE E NELLO SPECIFICO:

Provinciale Copparo Ferrara ok, spargisale in azione.

Provinciale Copparo Berra ok, la stanno spazzando e salando.

Provinciale Copparo Formignana problema nei pressi della Forplast dove sta intervenendo una pala a rimuovere i muri di neve sui bordi strada.

Provinciale Copparo Jolanda ha ancora alcuni tratti che stanno pulendo in queste ore nei pressi dell’ incrocio per Brazzolo fino alla CRISPA e verso Jolanda. Da Jolanda a Mezzogoro é ok.

Provinciale Copparo RO é percorribile ma fare attenzione nella curva dell’Abate Ghiotto perché la carreggiata si restringe per i muri di neve ai lati. Rimangono un pó di problemi verso Migliarino ma i mezzi sono tutti fuori per risolvere anche questa situazione.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 12.10 – 05/02/2012
Vi aggiorno sulle comunicazioni ricevute da alcuni Comuni per l’apertura/chiusura delle Scuole nella giornata di domani, per quelle che non trovate verificate sui siti istituzionali dei Comuni le decisioni prese da ogni Sindaco, grazie:

Il Sindaco di Poggiorenatico ha gia’ deciso la sospensione dell’attivita’ didattica per domani (lunedì).
>>>
Il Sindaco di Sant’agostino ha invece deciso di confermare attivita’ didattica per domani, ma postera’ lui direttamente un’info più precisa
>>>
Scuole di ogni ordine e grado aperte a Mirabello, Sant’Agostino, Bondeno, Cento, Vigarano….praticamente tutto l’Alto Ferrarese TRANNE Poggio Renatico
>>>
Il Sindaco di Ferrara per domani ha deciso la chiusura solo delle scuole secondarie, mentre in tutti gli altri ordini (nidi, materne, primaria, medie, ecc) l’attivita’ si svolgera’ regolarmente
>>>
Il Sindaco di Argenta e il Sindaco di Portomaggiore han deciso la sospensione delle attivita’ didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado per domani.
>>>
Tutte le scuole di ogni ordine e grado del comune di Bondeno saranno aperte regolarmente domani 6 febbraio 2012
>>>
Confermata la chiusura a Ro di tutte le scuole di ogni ordine e grado, lunedì e martedì.
>>>
Jolanda attivita’scolastica sospesa lunedi e martedi.
>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.30 – 05/02/2012

Aggiornamento allerta fino a mercoledì ore 6: da domani temperature fino a -8 -12 C e venti da NE con raffiche fino a 85km/h. Dalle prime ore di martedì nevicate (h<20cm) e rinforzo dei venti.

>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 18.25 – 05/02/2012

Riaperte tutte le strade provinciali tranne l’asse viario cispadano. Domani verso le 6 ricomincera’ l’allerta rifaremo il punto a quell’ora quindi ulteriori variazioni saranno su martedì

>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 20.30 – 05/02/2012

L’Universita’ di Ferrara ha rinviato al 13 febbraio l’inizio delle attivita’ didattiche del secondo semestre ed ha disposto che gli appelli d’esame fissati la settimana prossima siano concessi anche nella settimana a partire dal 13 febbraio. Le strutture centrali e periferiche resteranno comunque aperte.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.30 – 06/02/2012

Aggiornamento meteo: confermata la previsione postata ieri. Da stanotte nevicate, temperature bassissime e tra domani e merc gelate e raffiche di vento freddo che ripresenteranno il problema della neve da riporto. Le strade al momento son tutte pulite e percorribili e i mezzi spargisale di nuovo tutti fuori. Sulle scuole aggiornamenti nel tardo pome, ma per sicurezza verificate i siti dei Comuni http://www.provincia.fe.it/comuni

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.30 – 06/02/2012

Scuole: Comune di Ferrara domani tutte aperte, così come i comuni dell’alto ferrarese ma per sicurezza consultare i rispettivi siti.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PROVINCIA DI FERRARA
Settore Tecnico
Ufficio Sicurezza Stradale, Traffico e Segnaletica

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

VISTA le precedenti ordinanze in data 3/4/2012 Prot. n. 9009/12 ed in data 4/2/2012 Prot. n. 9010/12, con le quali a causa di condizioni meteorologiche avverse è stata disposta la temporanea sospensione della circolazione di tutte le categorie di veicoli su alcuni tratti di strade provinciali per motivi d’incolumità pubblica;

RILEVATO che dal costante monitoraggio effettuato dai tecnici provinciali in relazione all’evolversi del fenomeno, è emersa la necessità di prorogare la sospensione del traffico veicolare esclusivamente sulla SP 70 Cispadana dal km 0+000 al km 14+270, in quanto il perdurare di condizioni atmosferiche avverse e, in particolare, l’abbassamento delle temperature ha favorito il formarsi sulla sede stradale di lastre di ghiaccio particolarmente pericolose in rapporto alle caratteristiche della strada stessa;

CONSIDERATO CHE il presente provvedimento viene assunto per ragioni di sicurezza della circolazione ed allo scopo di ridurre eventuali situazioni di pericolo;

RICHIAMATI il D.Lgs. 285/1992 “Nuovo Codice della Strada”, come da ultimo modificato dalla L. n. 120 del 29/07/2010 ed, in particolare l’art. 5 comma 3 e l’art. 6, comma 4, lettera a);

ORDINA

1) La sospensione della circolazione di tutte le categorie di veicoli, sino alle ore 13 del giorno 07/02/2012, sull’intero tratto della SP 70 Cispadana dal km 0+000 al km 14+270, salvo rivalutazione sulla base di costante monitoraggio in relazione all’evolversi del fenomeno.

2) E’ comunque ammesso il transito dei mezzi di pronto soccorso e di pronto intervento.

La presente ordinanza entra in vigore ed è resa nota al pubblico con la esposizione degli appositi segnali e con le indicazioni eventualmente impartite in loco da personale autorizzato.
Viene altresì pubblicata all’Albo Provinciale per 15 giorni consecutivi e trasmessa ai principali organi di informazione del territorio.

Contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione,ricorso al T.A.R. dell’Emilia Romagna oppure, entro il termine di 120 giorni, ricorso straordinario al Capo dello Stato.

AVVERTE

Che l’inosservanza delle prescrizioni di cui alla presente ordinanza, è punita con le sanzioni previste dal vigente “Nuovo Codice della Strada” come da ultimo modificato dalla Legge n. 120 del 29/07/2010;

Ferrara, 6/2/2012

IL DIRIGENTE
DEL SETTORE
Ing. Mauro Monti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.00 – 07/02/2012

Marco Roverati via Facebook
Domani ripresa dell’attività didattica nei comuni di Migliaro, Migliarino, Massa Fiscaglia, Ostellato, Goro, Lagosanto, Codigoro e Mesola.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 18.00 – 09-02-2012 

Dati e operatività per i prossimi giorni. Occhi puntati alle previsioni meteo. Sabato attività didattica sospesa
>> SABATO 11 FEBBRAIO sospensione attività didattica scuole ogni ordine e grado – documentazione >>ordinanza_pg9818_sospensione_didattica_11feb12.pdf
>> 11 e 12 febbraio cimiteri comunali chiusi
>> 11 febbraio musei comunali e museo Cattedrale chiusi
Informazioni e segnalazioni:
Polizia Municipale – tel. 0532-418600 o 418601 [24 ore su 24]; Urp – Uff.Relaz. con il Pubblico – tel. 0532-419.759 o 755; e-mail: piano.neve@comune.fe.it
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
10 febbraio 2012 – ore 10.40

SITUAZIONE MALTEMPO

 

COMUNICATO STAMPA

Pronti ad entrare in azione i mezzi della Provincia. Fra sabato e domenica attese 24 ore di neve fitta e forte vento

Sia per l’Alto che per il Basso Ferrarese al momento la situazione delle strade provinciali è di generale percorribilità e tutte sono state salate durante i giorni scorsi per prevenire gelate.

Le previsioni meteo prevedono una leggera nevicata su tutto il territorio provinciale a partire dal tardo pomeriggio fino verso le 21, ma il peggio è atteso attorno le prime ore del mattino di sabato 11 febbraio con una nevicata più consistente e forti raffiche di vento.

Condizioni che, sempre stando ai bollettini, si protrarranno fino alle prime ore del mattino di domenica 12.

Si attendono perciò 24 ore di neve fitta accompagnata da vento forte e tutti i mezzi del piano neve dell’amministrazione del Castello Estense sono pertanto in stato di allerta, pronti ad entrare in azione all’effettivo verificarsi delle previsioni meteorologiche.

In particolare, usciranno prima gli spartineve per la pulizia delle carreggiate e successivamente gli spargisale per scongiurare il pericolo ghiaccio. Operazioni che si protrarranno nel corso della giornata di domenica fino a quando l’intera rete stradale provinciale sarà resa sgombra dalla neve.

Per l’Alto Ferrarese lame spartineve e spargisale sono già sulle strade dalle prime ore di oggi – venerdì 10 febbraio – a causa dei cumuli di neve trasportati dalle folate di vento.

In dettaglio i mezzi sono tuttora al lavoro sulla Sp 9 Bondeno-Casumaro in località Santa Bianca, sulla Sp 69 Virgiliana in località Burana, sulla Sp 35 San carlo-Poggio Renatico e sulla Sp 50 Vigarano-Poggio Renatico.

Ufficio Stampa – Provincia di Ferrara

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


Ore 13.00 – 10/02/2012

Il Sindaco Fabbri dispone nuovamente la chiusura delle scuole in funzione delle previsioni già emanate per sabato 11 febbraio.
In caso di ulteriori o diverse disposizioni in proposito, è prevista la pubblicazione di tutte le informazioni necessarie esclusivamente sul sito del Comune di Bondeno
Il Sindaco Fabbri dispone nuovamente la chiusura delle scuole in funzione delle previsioni già emanate per sabato 11 febbraio.

In caso di ulteriori o diverse disposizioni in proposito, è prevista la pubblicazione di tutte le informazioni necessarie esclusivamente sul sito del Comune di Bondeno

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.00 – 10/02/2012

Protezione civile, difesa civile e coordinamento del soccorso pubblico

PROT. 2842/V
RIF.PC.2012.0001613
DEL 09/02/2012

OGGETTO: Convocazione COV integrato.
Con riferimento alla circolare a margine indicata, relativa alla trasmissione del “Piano Operativo” in oggetto, conseguente alla dichiarazione di stato di crisi regionale , si comunica che, a far data da ieri 09/02/2012 e fino a cessate esigenze, è stato aperto il C.O.V. integrato con le componenti territoriali e con i costituendi C.O.C. per una costante attività di monitoraggio della situazione metereologica e traffico e per tutti gli interventi connessi.
AL RIGUARDO SI COMUNICANO DI SEGUITO I NUMERI ATTIVI NELLA SALA DI PROTEZIONE CIVILE:
Postazione N. Telefonico Abilitazioni
Dirigente 4730 inter e cell
FAX 4705 inter e cell
Tavolo 4731 inter e cell
Tavolo 4725 0532/0533
Tavolo 4727 0532/0533
Tavolo 4714 0532/0533
Polizia 4718 0532/0533
Carabinieri 4492 0532/0533
VV.F 4724 0532/0533
Provincia 4723 0532/0533
Comune 4722 0532/0533
A.R.I. 4726 0532/0533
C.R.I. 4455 0532/0533
118 4493 0532/0533

p.IL PREFETTO
IL DIRIGENTE AREA PROTEZIONE CIVILE
VICE CAPO DI GABINETTO
BOTTA

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 08.00 – 11/02/2012

Sandro Pelati da Facebook

Situazione Comune di Copparo ore 8.00 del 11/02/12.

Sta nevicando in modo importante dalle 2.00 di questa notte con forte vento. Le squadre sono fuori dalle 4.00 ovvero da quando la neve ha iniziato a depositarsi, in quanto le strade erano state abbondantemente salate e tuttora il sale sta lavorando bene evitando che si accumuli troppa neve. Rimane come al solito il problema del forte vento che crea l’odioso problema dei cumuli sulle strade. La situazione é pericolosa piú per questo fenomeno che per la nevicata in se. Le strade sono infatti percorribili, in diversi tratti non c’é neve in strada, ma all’improvviso ci si puó trovare davanti tratti con cumuli di neve anche molto alti. PRESTATE LA MASSIMA ATTENZIONE! Le strade extraurbane risentono maggiormente del problema al punto che in aperta campagna stiamo faticosamente lavorando per impedire che il vento ostruisca del tutto alcune strade. Sarà un altro week end molto impegnativo. Saggia la decisione del Sindaco di sospendere per oggi le lezioni nelle scuole COPPARESI.

>>>

Questo e l’allerta del Sindaco di Ostellato Andrea Marchi sempre da Facebook:
Attenzione, la superstrada ha tratti molto pericolosi a causa di cumuli che si creano; lo stesso vale per la provinciale SP 1 tratti Dogato-Ostellato-San Giovanni, continuano a crearsi cumuli molto estesi che invadono la sede stradale.

>>>

Elisa Trombin Sindaco di Jolanda rilancia lo stesso avviso del pericolo “cumuli di neve” e avverte di fare attenzione così come Sandro poco prima:
“Ma per chi fosse costretto..usare catene e gomme termiche e se possibile la viabilita’ principale..i mezzi sono gia’ fuori..”

>>>

Giancarlo Malacarne Sindaco di Massafiscaglia:
“Da Massa Fiscaglia possibili cumuli di neve verso Migliaro, Tresigallo, dove in alcuni punti si procede su una sola corsia, e Lagosanto, fate attenzione.”

>>>

Nicola Minarelli Sindaco di Portomaggiore:
Ci risiamo… ancora una nevicata e ancora il vento sta producendo il fenomeno dei cumuli sulle strade…
Per segnalazioni o problematiche particolari vi invito a contattare il numero 0532-323011 o in alternativa il numero 0532-323257
RINNOVIAMO L’APPELLO A NON METTERSI IN VIAGGIO SALVO CASI DI ESTREMA NECESSITA’ per salvaguardare la propria incolumintà e per facilitare le operazioni di pulizia strade.
Tra poco su questo profilo e sul sito del comune posteremo le situazioni più critiche.

>>>

Marco Roverati Sindaco di Migliaro
A Migliaro i sei mezzi spazzaneve sono fuori da stanotte. Il vento forte ha creato in campagna, come sabato scorso, diverse ostruzioni importanti. Le strade di paese e le principali vie di campagna comunque attualmente sono tutte libere. Evitate se possibile di muovervi in auto e se proprio dovete farlo fatelo con prudenza e attrezzati con pneumatici termici o catene da neve.

>>>

Marcella Zappaterra:

Situazione neve: si circola su tutte le strade provinciali ovviamente a velocita’ ridotta e con l’obbligo di catene a bordo o gomme termiche. Sulle scuole come vede i sindaci stanno postano le decisioni che potrete comunque verificare sui siti dei Comuni.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.30 – 11/02/2012

Laura Perelli da Facebook avverte che è stato già prevista per lunedì 13 Febbraio la sospensione delle lezioni nel Comune di Formignana.
Per gli aggiornamenti sulla situazione sulle scelte da parte dei Sindaci per affrontare questa situazione fate riferimento ai siti istituzionali dei Comuni della Provincia i cui indirizzi potte trovate raccolti qui http://www.provincia.fe.it/comuni (Marcella)
>>>
Giancarlo Malacarne Sindaco di Massafiscaglia:
La provinciale verso Lagosanto e valle oppio e’ percorribile, ma spira un vento molto forte, fate molta attenzione.
Sono rimaste ancora diverse utenze prive di energia elettrica, ma la squadra dell’enel sta ancora operando sulla cabina di via zocchi. Comunque ci dicono che il guasto non e’ grave.
Siamo in sopralluogo con l’assessore Trombelli, il comandante dei vigili Scrignoli ed il responsabile dell’ufficio tecnico geom Menini e la percorribilita’ e’ garantita su tutto il territorio comunale.
Sempre attenzione ai cumuli creati dal vento.
>>>
Sandro Pelati Assessore comune di Copparo
Situazione Comune di Copparo ore 11.30 del 11/02/12.
La nevicata si stà attenuando, le strade dei centri urbani sono buone. Anche fuori dai centri urbani non va male fatta eccezione per le solite vie di Ambrogio (Seminiato, Bruno Rossi, Vallazza) quelle di Brazzolo e alcune tra Tamara e Sabioncello come la via Valle che al momento é chiusa da piú di un metro di neve. Stiamo facendo la ricognizione di queste situazioni. Non abbiamo al momento segnalazioni di particolari situazioni di disagio sulle strade Provinciali del Copparese. Per quanto riguarda l’energia elettrica abbiamo registrato alcune segnalazioni dalle zone di Ambrogio (via Bruno Rossi) e Sabbioncello e l’Enel sta già intervenendo.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 13.00 – 11/02/2012 Provincia di Ferrara
SITUAZIONE MALTEMPO
In azione dalle quattro del mattino tutti gli spazzaneve della Provincia

Dalle quattro di questa mattina sono fuori tutti i mezzi – autocarri e trattori – dotati di lame spazzaneve in dotazione della Provincia: in tutto 27 automezzi.
Le operazioni di pulitura delle strade provinciali proseguiranno ininterrottamente fino al termine della nevicata che, secondo gli ultimi aggiornamenti meteo, dovrebbe esaurirsi entro la serata, per poi riprendere domenica pomeriggio fino alla mattinata di lunedì 13 febbraio.
Al momento tutte le strade provinciali sono percorribili,sia pure a velocità moderata, e finora non si ravvisano ragioni per ricorrere alla chiusura di nessuna di esse.
A causa del forte e persistente vento si sta ripetendo la formazione di cumuli di neve da riporto sulle carreggiate, che secondo gli esperti rappresenta un fenomeno inedito rispetto alle passate nevicate e rappresenta un ulteriore elemento di difficoltà per tenere sgombre le strade.

Sul lato Protezione civile si segnalano problemi di erogazione dell’energia elettrica in alcune zone del territorio: Comacchio (nelle zone di Portogaribaldi e Volania), Tresigallo, Ariano Ferrarese, Codigoro e Berra.
Il problema è dovuto all’infiltrazione della neve nelle prese d’aria delle cabine a media tensione, che provoca momentanei corto circuiti. Sono però al lavoro le squadre dei tecnici Enel per ripristinare al più presto il normale servizio ed è in corso una verifica che la Protezione civile della Provincia sta conducendo con i Comuni se esistono criticità per utenze sensibili: case di riposo e strutture sanitarie. Al momento non si segnalano situazioni di emergenza. E in ogni caso la Protezione civile è pronta ad intervenire con la fornitura di generatori elettrici per far fronte a situazioni di necessità.
Sono in servizio anche i volontari della Protezione civile a Ferrara e Poggio Renatico per aiutare  il servizio di guardia medica a recarsi nei luoghi di chiamata e sono in corso accertamenti per valutare il potenziamento dell’intervento anche in altre zone del territorio, in presenza di eventuali necessità e segnalazioni.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara

Ferrara, 11 febbraio 2012 – ore 12.45

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.00 – 11/02/2012

Viale K, appello per i senzatetto http://www.estense.com/?p=197109

Sito dell’associazione http://assvialek.altervista.org/
PS: Mi avvertono di una particolare urgenza di letti, coperte e cuscini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 23.00 – 11/02/2012

Aggiornamento previsioni meteo arpa: probabile nevicata debole stanotte e nella prima mattinata di domani. Più probabile nevicata nella sera/notte di domani. Il fenomeno dovrebbe esaurirsi nella tarda mattinata di lunedì. Vento quasi assente e temperatura di poco sotto lo zero.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.30 – 12/02/2012

Nicola Minarelli
Portomaggiore: Ennesima giornata di passione… I mezzi sono al lavoro, ma ancora non hanno terminato tutto il primo giro (l’aumento delle precipitazioni è cosa di stamattina). SEGNALIAMO LA CHIUSURA DEL SOTTOPASSO (comunicheremo la sua riapertura una volta terminata la pulizia). NON METTERSI IN VIAGGIO AUMENTA LA SICUREZZA DI TUTTI E LA POSSIBILITA’ PER I MEZZI DI UNA MIGLIORE PULIZIA!!! Segnalate eventuali situazioni particolarmente critiche sempre al numero 0532-323257
CHIUSURA SCUOLE
Domani, LUNEDI’ 13 FEBBRAIO, sarà sospesa l’attività didattica in tutte le scuole di ogni ordine e grado (pubbliche e paritarie).
La perturbazione di stamattina e quella prevista per la nottata ci consigliano di essere prudenti (pur capendo che tale decisione possa nel contempo creare qualche disagio collaterale).
CHIUSURA CIMITERI
Rimarranno chiusi nelle giornate di LUNEDI’ 13 FEBBRAIO e MARTEDI’ 14 FEBBRAIO i cimiteri, causa maltempo

>>>

Marco Roverati
Buongiorno. La neve continua con precipitazioni che sono prossime ai 5 cm e comunque tutte le provinciali sono attualmente transitabili. Il consiglio è quello di rimanere in casa o se proprio muoversi con catene o pneumatici termici.
Nel territorio di Migliaro i mezzi sono fuori da stanotte. In base alle ultime previsioni la neve dovrebbe cadere fin verso le ore 12.00 per poi riprendere questa se…ra verso le 21.00 e continuare fino a notte.
Sono in costante contatto con l’ENEL per ridurre al minimo i disagi dovuti all’assenza di corrente elettrica in alcuni punti del territorio comunale.
Per la questione sospensione delle lezioni per la giornata di domani ci stiamo coordinando con gli altri sindaci del delta e vi faremo sapere al più presto.
Comunico la sospensione dell’attività didattica nelle scuole di Migliaro, Migliarino, Massa Fiscaglia, Ostellato, Codigoro, Lagosanto, Goro, Mesola e Comacchio per domani.

>>>

Nicola Rossi
DOMANI ATTIVITA’ SCOLASTICA SOSPESA A COPPARO E FRAZIONI

>>>

Sandro Pelati
SITUAZIONE COMUNE DI COPPARO ORE 10.30 DI DOMENICA 12/02/12. DA QUESTA NOTTE SONO CADUTI MEDIAMENTE ALTRI 10 CM DI NEVE SU TUTTO IL TERRITORIO. Tutti i mezzi sono fuori dalle 5.00 di questa mattina con gli spazzaneve ma il persistere delle precipitazioni vanifica in parte i lavori fatti. Ovviamente stiamo dando la priorità alle strade di collegamento principale per poi passare alle secondarie, ai parcheggi e alle strade di quartiere. DOMANI TUTTE LE SCUOLE DI COPPARO E FRAZIONI SARANNO CHIUSE… DIFFONDETE LA NOTIZIA IL PIU’ POSSIBILE. Non abbiamo segnalazioni di strade chiuse o non percorribili. E’ evidente che le strade sono innevate ma comunque percorribili. CONSIDERANDO CHE E’ DOMENICA E CHE LE ATTIVITA’ SONO RIDOTTE, CONSIGLIAMO DI NON SPOSTARSI SE NON PER EMERGENZE.

>>>

Fabiola Farina
Voghiera lunedì 13 chiuse le scuole di ogni ordine e grado!

>>>

COMUNE DI FERRARA
Piano neve inverno 2011 / 2012
Aggiornamenti su ‘www.cronacacomune.it’
LUNEDI’ 13 FEBBRAIO sospesa attività didattica scuole ogni ordine e grado

<<<

Paolo Pavani
Poggio Renatico: domani lunedì 13 febbraio 2012, chiuse tute le scuole del territorio, come da suggerimento della Prefettura. Sono previste nuove nevicate nel pomeriggio e nella notte.

>>>

Francesca Aria Poltronieri
SCUOLE CHIUSE NEL COMUNE DI BONDENO DOMANI 13-02-2012. TRA POCO L’ORDINANZA SUL SITO
http://www.comune.bondeno.fe.it

>>>

Antonio Fiorentini
Domani LUNEDI 13 febbraio in tutte le scuole del Comune di ARGENTA sospensione delle lezioni.

>>>

Cento sospeso il trasporto pubblico scolastico per la giornata di lunedì 13 Febbraio 2012 ma Scuole aperte.

http://www.comune.cento.fe.it/primopiano/pagina981.html

>>>

Aggiornamento Universita‘: i prof Guerzoni e Alessandri han spostato gli appelli a martedì e il Prof Biagini ha sospeso l’attivita’ didattica. Il personale ata sara’ in servizio fino alle 14. Essendo la situazione in evoluzione consultate il sito dell’universita’ per gli aggiornamenti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.00 – 12/02/2012

Nicola Minarelli sindaco di Portomaggiore
SOPRALLUOGO VIARIO: – le strade principali sono in buone condizioni – le altre sono tutte percorribili, con ancora alcuni tratti più problematici – quelle più esterne di campagna sono un po’ più in difficoltà, anche perchè si sta riproponendo il fenomeno del vento che crea cumuli di neve sulle strade Il fenomeno dei cumuli è presente anche in arterie più importanti (provinciali o la SANDOLO-GAMBULAGA per esempio) per cui si richede la massima prudenza negli spostamenti.
Confermata CHIUSURA SCUOLE per domani 13/02/2012

>>>

Marcella

Allerta dalle 19 di oggi x 29 ore. Previste nevicate intermittenti da stanotte fino a domani pome di debole intensità (fino a 10 cm)

Read Full Post »

In relazione alle proprie esigenze personali, può accedere alla formazione qualunqueoccupato, disoccupato o inoccupato che sia in possesso di licenza media, qualifica professionale, diploma di scuola superiore o laurea.
I destinatari possono quindi essere:

 

 

  • giovani che hanno abbandonato la scuola;
  • persone per la prima volta in cerca di occupazione;
  • disoccupati;
  • persone svantaggiate per ragioni psicofisiche e/o sociali e altre condizioni di svantaggio;
  • lavoratori occupati (dipendenti e imprenditori) sia per sostenere la competitività delle imprese che al di fuori delle strategie aziendali.

L’obiettivo principale dei percorsi formativi è quello di far conseguire una qualifica professionale o, almeno, unità di competenze certificabili, che le persone possano far valere anche in futuro come crediti formativi.

Anche nelle attività di formazione più specializzate e tecniche ricorrono certi argomenti, fondamentali per la cultura di un cittadino consapevole dei suoi diritti e doveri: la centralità delle conoscenze informatiche, almeno di base; l’uguaglianza di opportunità da garantire a tutte le persone, senza discriminazioni, e la valorizzazione delle abilità di ciascuno; l’importanza di collegare le attività di istruzione e formazione alla realtà locale, senza trascurare l’obiettivo di formare “lavoratori in uno spazio europeo”.

Per consultare la banca dati dei corsi di formazione della Provincia di Ferrara, andare a questo indirizzo http://www.provincia.fe.it/corsi del sito della Provincia e selezionare la voce Corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo” presente nell’indice a sinistra in questa pagina. Attraverso una maschera di ricerca sarà possibile visualizzare i corsi attivi.

Read Full Post »

QN – Il Resto del Carlino  05/08/2011   ed. Ferrara  p. 8

Sicurezza strade: entro l’anno nuovi lavori per 350mila euro

La Provincia assegnerà interventi per svincoli ed incroci pericolosi
NUOVI lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale. L’intervento fa parte del secondo programma di attuazione del Piano nazionale per la sicurezza stradale, il cui finanziamento è suddiviso in tre parti fra Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune interessato direttamente dal cantiere. SI PARTE con l’affidamento dei lavori per la realizzazione di una rotatoria nell’intersezione tra le strade provinciali 68 (Codigoro) e 15 (via del Mare) nel comune di Massa Fiscaglia. Vincitrice della gara è risultata la Sogea costruzioni di Voghiera. Il costo dell’intervento è di 130mila euro, finanziato per 52mila dalla Regione, 39mila dalla Provincia e i restanti 39mila dal Comune di Massa Fiscaglia. Per altri due cantieri in attuazione dello stesso Piano nazionale la Provincia ha approvato i progetti esecutivi e quindi sono pronti per essere appaltati. Nel primo caso si tratta dei lavori di modifica dello svincolo tra la sp 68 e la via Imola nel centro abitato di Dogato. L’importo è di 100mila euro, di cui 40mila finanziati dalla Regione e i restanti 60mila suddivisi in parti uguali tra Provincia e Comune di Ostellato. L’APPROVAZIONE del secondo progetto esecutivo da parte dell’amministrazione del Castello Estense riguarda invece l’intervento di modifica dell’intersezione tra le strade provinciali 1 (Comacchio) e 23 (Final di Rero), nell’abitato di Rovereto in comune di Ostellato. Il costo sarà di 120mila euro, dei quali 48mila finanziati dalla Regione, 36mila a carico del bilancio della Provincia e la stessa cifra a carico di quello del Comune di Ostellato. «Questi ultimi lavori saranno affidati, salvo imprevisti, entro l’anno – dichiara l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Davide Nardini – e così proseguiamo l’attuazione del programma di messa in sicurezza di svincoli ed incroci pericolosi della rete viaria provinciale». Il progetto complessivo varato dalla Provincia è stato finanziato nel 2010, per un investimento complessivo di 4.920.000 euro. Image: 20110805/foto/3331.jpg

La Nuova Ferrara  05/08/2011   ed. Nazionale  p. 27

Soldi per strade più sicure Stanziati 350 mila euro

A DOGATO, ROVERETO E MASSA FISCAGLIA
OSTELLATO Nuovi lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale. L’intervento fa parte del secondo programma di attuazione del Piano nazionale per la sicurezza stradale, il cui finanziamento è suddiviso in tre parti fra Regione, Provincia e Comune interessato direttamente dal cantiere. Si parte con l’affidamento dei lavori per la realizzazione di una rotatoria nell’intersezione tra le strade provinciali 68 (Codigoro) e 15 (via del Mare) nel comune di Massa Fiscaglia. Vincitrice della gara è risultata la Sogea costruzioni di Voghiera. Il costo dell’intervento è di 130mila euro, finanziato per 52mila dalla Regione, 39mila dalla Provincia e i restanti 39mila dal Comune di Massa Fiscaglia. Per altri due cantieri in attuazione dello stesso Piano nazionale la Provincia ha approvato i progetti esecutivi e quindi sono pronti per essere appaltati. Nel primo caso si tratta dei lavori di modifica dello svincolo tra la sp 68 e la via Imola nel centro abitato di Dogato. L’importo è di 100mila euro, di cui 40mila finanziati dalla Regione e i restanti 60mila suddivisi in parti uguali tra Provincia e Comune di Ostellato. L’approvazione del secondo progetto esecutivo da parte dell’amministrazione riguarda invece l’intervento di modifica dell’intersezione tra le strade provinciali 1 (Comacchio) e 23 (Final di Rero), nell’abitato di Rovereto in comune di Ostellato. Il costo sarà di 120mila euro, dei quali 48mila finanziati dalla Regione, 36mila a carico del bilancio della Provincia e la stessa cifra a carico di quello del Comune di Ostellato. «Questi ultimi lavori saranno affidati, salvo imprevisti, entro l’anno – dichiara l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Davide Nardini – e così proseguiamo l’attuazione del programma di messa in sicurezza di svincoli ed incroci pericolosi della rete viaria provinciale». Il progetto varato dalla Provincia è stato finanziato nel 2010, per un investimento di 4.920.000 euro.

La Nuova Ferrara  05/08/2011   ed. Nazionale  p. 1

Nuovi lavori per 350mila euro stanno…

Nuovi lavori per 350mila euro stanno per essere iniziati dalla Provincia con lo scopo di mettere in sicurezza alcuni tratti della viabilità provinciale nel comune di Ostellato e più precisamente a Dogato, a Rovereto e nel comune di Massa Fiscaglia. L’intervento fa parte del programma del Piano nazionale per la sicurezza.

Read Full Post »

Parco fotovoltaico da quasi 15 megawatt sorgerà in località Aranova
Era il novembre 2010 quando Provincia, Comune di Ferrara e Terna, proprietaria della rete di trasmissione nazionale di energia elettrica con oltre 63mila chilometri di linee in alta tensione su tutto il territorio nazionale, siglavano un accordo di programma che prevedeva opere di eliminazione di tratti di linea aerea e di interramento di cavi dell’alta tensione, per un totale di 23,8 chilometri nelle vicinanze di alcuni centri abitati e con un investimento della società titolare della concessione per la rete elettrica per oltre 80 milioni di euro.
Ora la Provincia ha rilasciato lo scorso 29 luglio l’autorizzazione unica per la realizzazione di un impianto fotovoltaico su un’area di circa 24 ettari in località Aranova, nel comune di Ferrara, capace di produrre 14,78 megawatt di energia elettrica.
Il nuovo parco solare sarà realizzato da Nuova Rete Solare, società costituita nel marzo di quest’anno che opera nel settore energie rinnovabili e controllata da Terna.
L’impianto fotovoltaico sorgerà su un’area nel frattempo acquisita dalla stessa Terna spa, venduta dal Comune di Ferrara.
L’operazione è stata possibile a seguito da un secondo accordo di programma tra Provincia, Comune di Ferrara, Nuova Rete Solare e Terna, che l’amministrazione di piazza Castello ha approvato recentemente in Giunta  e denominato: “Riassetto rete di Ferrara”. Un titolo che significa interventi per nuovi collegamenti, interramenti, potenziamenti e miglioramenti di efficienza e affidabilità sulla rete elettrica ferrarese, oltre alla realizzazione del parco fotovoltaico di Aranova.
Per mitigare l’impatto ambientale del campo fotovoltaico sarà compito della società controllata da Terna procedere alla schermatura dell’area con la piantumazione di alberi e piante, ma soprattutto l’accordo prevede opere di compensazione per un totale di 1,5 milioni di euro.
Fra queste, il rifacimento di un tratto della pista ciclabile Destra Po compreso tra il ponte stradale e quello ferroviario di Pontelagoscuro in località Ponte Vecchio.
Soddisfatta la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, per il risultato raggiunto. “Con questa operazione – afferma – ci avviamo a potenziare la rete elettrica territoriale con un apporto sempre maggiore di energie rinnovabili e pulite, in linea  con il piano energetico nazionale, con le linee del protocollo di Kyoto e con le stesse indicazioni del piano energetico regionale”. “Ulteriore motivo di soddisfazione – continua la presidente – è dato dal fatto che questo è un importante risultato conseguito in un’ottica di collaborazione tra Pubblico e Privato”.
Il nuovo impianto fotovoltaico di Aranova, come da programma dei lavori, dovrebbe essere terminato entro l’estate 2011.

Read Full Post »

Listino prezzi in edilizia la base per capitolati di gare di appalto
Un accordo unico in Italia quello che hanno stipulato Camera di Commercio e Provincia di Ferrara al fine di salvaguardare la qualità e la professionalità delle imprese appaltatrici in tutti i lavori pubblici e contemporaneamente tutelare gli utenti ed i consumatori sull’impiego delle risorse pubbliche.
L’innovativa convenzione fra i due enti prevede l’applicazione del  “Listino dei prezzi e dei materiali delle opere edili” della Camera di Commercio di Ferrara, quale base di riferimento per l’elaborazione dei capitolati, la definizione degli importi a base di appalto, nonché per le valutazioni in ordine alla congruità del prezzo delle offerte ed i prezzi pubblicati verranno ritenuti valori medi validi su tutto il territorio provinciale.
“ La Camera di Commercio di Ferrara promuove la rilevazione annuale dei prezzi dei materiali delle opere edili in Ferrara, praticati nella provincia, e li diffonde attraverso un Prezziario che nel tempo è cresciuto per affidabilità ed utilizzo, caratterizzandosi in tal modo come un prezioso strumento di riferimento, al servizio dell’economia del territorio – sottolinea il Presidente della Camera di Commercio di Ferrara Carlo Alberto Roncarati – Le imprese del settore edile locale richiedono alle Istituzioni un impegno sempre crescente sia per l’adozione di processi di semplificazione burocratica, che per l’espletamento di una attenta vigilanza della regolarità del mercato, conseguentemente – conclude Roncarati –  l’utilizzo di un riferimento ufficiale come un prezziario, in occasione di gare di appalto, contribuisce ad aumentare il livello di trasparenza, indispensabile per assicurarne la regolarità”.

I prezzi attualmente pubblicati sul Listino sono raccolti attraverso un coinvolgimento sempre più stretto del sistema locale delle Associazioni di categoria, degli Ordini Professionali, degli Enti, tra i quali la stessa Provincia con propri rappresentanti, nonché del sistema produttivo, con la partecipazione di esperti dei vari settori che permettono di rilevare il reale andamento del mercato (in tutto circa una sessantina di professionisti che dedicano un po’ del loro tempo alla revisione della pubblicazione ed alla raccolta dei prezzi).
“ Provincia e Camera di Commercio di Ferrara condividendo, nell’ambito della cura degli interessi e della promozione dello sviluppo della comunità, la tutela delle imprese, ma anche l’obiettivo di una maggiore sicurezza dei cittadini e dei lavoratori, hanno intrapreso un percorso al fine di giungere ad un protocollo d’intesa che contribuisca a garantire queste esigenze – sottolinea Marcella Zappaterra Presidente della Provincia di Ferrara – il Prezziario sarà d’ora in poi lo strumento di riferimento per l’elaborazione dei capitolati e per la definizione degli importi a base di appalto, nonché per le valutazioni in ordine alla eventuale anomalia delle offerte”.

“Con questo innovativo accordo i prezzi pubblicati sul listino sono ritenuti valori medi validi su tutto il territorio provinciale, tali da tenere conto delle particolari caratteristiche dei lavori o dei servizi, nonché della loro entità ed ubicazione – precisa Paolo Govoni Presidente della Commissione provinciale  per la rilevazione dei prezzi dei materiale e delle opere edili della Camera di Commercio di Ferrara e Consigliere della stessa – qualora la stazione appaltante si discosti in misura rilevante da tali valori medi, anche per la salvaguardia di apposite misure di protezione sociale previste da specifiche normative settoriali, sarà tenuta a fornirne motivazione;
 La convenzione verrà sottoposta nei prossimi mesi anche a tutti i Comuni della Provincia di Ferrara al fine di uniformare le procedure di aggiudicazione delle gare di appalto in tutto il territorio ferrarese.

Read Full Post »

La Nuova Ferrara  07/07/2011   ed. Nazionale  p. 10
Una sola azienda locale per gestire l’acqua pubblica
I NODI DA SCIOGLIERE
Il Comitato Acqua Pubblica è rimasto soddisfatto a metà del recente incontro avuto con la presidente della Provincia Marcella Zappaterra, l’assessore all’ambiente Giorgio Bellini, i segretari di partito e i consiglieri provinciali della maggioranza (Pd, Idv, Prc) e il direttore di Ato6 Ivano Graldi. .
«Abbiamo convocato questo tavolo mezzo istituzionale e mezzo politico per confrontarci e prendere decisioni sul dopo referendum in materia di acqua» ha detto la Zappaterra . Il Comitato Acqua Pubblica si augura appunto che le decisioni possano davvero essere prese insieme e che siano in linea con quanto è scaturito dai referendum.
Uno dei nodi più intricati da sciogliere è l’eliminazione dalla tariffa idrica della remunerazione del capitale investito: agire sul passato è complicato se non impossbile.
E’ stata invece condiviso, praticamente all’unanimità, quanto il Comitato sostiene da tempo: vi è la necessità di avere un unico gestore idrico provinciale. «Ciò – dice il Comitato – significa pensare alla unificazione del servizio nel basso ferrarese – attualmente gestito da Cadf – con il resto della provincia, previo scorporo del ramo idrico da Hera». Altro punto difficile da realizzare – secondo i rappresentanti istituzionali – sul quale si attendono indicazioni a livello nazionale.
Che il percorso non sia semplice è stato riconosciuto anche dal Comitato, che però insiste sul rispetto della volontà popolare., di cui il Comitato Acqua Pubblica si sente garante.
«Nella trattativa con Hera, che è il punto nodale della questione – sottolinea Marzia Marchi del Comitato – oggi le forze politiche hanno dalla loro l’esito del referendum che tutte hanno sostenuto. Ancora, si può attingere dalla volontà popolare per dare forza ad un’azione di rimodulazione delle tariffe e scorporo del ramo idrico, considerando che dal 2006 gli investimenti di Hera diminuiscono costantemente, anche nel settore idrico, mentre i profitti segnano un trend in decisa crescita. E’ una questione di scelte gestionali quelle di ricorrere al prestito bancario, invece di reinvestire i propri capitali in azienda, quindi non assoggettiamoci al ricatto tariffario o sugli investimenti programmati, almeno su Hera».
L’incontro – informa una nota del Comiato – si è chiuso con l’impegno della presidente e dell’assessore Bellini a una consultazione tempestiva dei sindaci, in vista della prossima convocazione dell’assemblea Ato, e con l’impegno a disegnare il futuro percorso in collaborazione insieme al Comitato acqua pubblica.

Read Full Post »

Il federalismo fiscale sta iniziando a delinearsi e le novità negative che, come Legautonomie avevamo prospettato, non si stanno certo facendo attendere.
Tra le prime a far capolino e a coinvolgere i cittadini c’e’ l’aumento molto probabile delle assicurazioni RC Auto. Un aumento che andrà a sommarsi ai continui rincari di un settore tra i più invisi ai consumatori, proprio per l’elevata incidenza di spesa che ha sul budget familiare.
Le nuove regole in materia di federalismo fiscale regionale e provinciale attribuiscono specifiche competenze  alle Province che hanno tempo fino al 30 giugno per aumentare fino al 3,5 %  l’aliquota base ( oggi fissa al 12,5 %) dell’ imposta sulle assicurazioni RCA.  Anche per diverse province della nostra regione, questo aumento sarà inevitabile  a causa  dello stato di salute delle  province italiane a seguito delle manovre governative.
Quasi certamente,  quindi quello che accadrà entro la fine del mese di giugno sarà un inevitabile aumento generalizzato di tale tassa: dunque, un peso ulteriore che graverà sulle tasche dei già vessati automobilisti italiani.
La fotografia della finanza provinciale raffigura un sistema finanziario in estremo affanno, colpito da una serie di provvedimenti normativi per la contrazione delle spese che hanno seriamente danneggiato la capacità di spesa di tutte le Province italiane, piccole e grandi
Le Province italiane nel 2011  dovranno far fronte ad un taglio del 23% dei trasferimenti erariali, percentuale che salirà a regime dal 2012 al 38%. Giova aggiungere altri numeri a questo scenario: per l’anno 2009 le Province non solo hanno centrato il miglioramento del proprio saldo finanziario di 310 milioni, ma lo hanno sopravanzato di oltre 290. Per il 2010 l’obiettivo è stato maggiore per oltre 100 milioni rispetto a quanto invece dovuto”.
Se poi teniamo conto della riduzione complessiva delle entrate che nel quinquennio 2005-2009 è stata del 15%  emerge che il contesto su cui si è inserito l’avvio del federalismo fiscale disegna un’economia in affanno e la impossibilità per le Province di far fronte alle spese di investimenti, nonostante impegni assunti e stati di avanzamento lavori già realizzati.
Quanti, a Roma come in Emilia Romagna,  nei mesi scorsi hanno sparso troppe illusioni sul federalismo fiscale e municipale e dispensato propaganda a piene mani debbono ora  riconoscere le reali conseguenze delle scelte governative.
Con i tagli ai trasferimenti di Regioni, Province e Comuni e la paralisi degli investimenti degli Enti locali non c’è alcuna prospettiva di ripresa. Non è questo il modo per assicurare lo sviluppo del Paese.

Bologna,  24 giugno 2011

Read Full Post »

Dopo aver letto in questi giorni le domande e le critiche al provvedimento di aumento dell’RC Auto http://www.provincia.fe.it/?nav=92&news=AD9BACEC18EAF0B5C12578B7004A598D sugli organi di stampa “tradizionali” ma ancor di più in Rete – “mezzo” che rispetto ed uso da anni con enorme soddisfazione e che diventa, per fortuna, ogni giorno più importante non solo come mezzo di informazione ma anche di libertà, consentendo ad ognuno di noi di far conoscere legittimamente e liberamente la propria opinione su qualsiasi argomento (un grazie nello specifico in particolare ad http://www.estense.com che permette agli utenti di commentare tutte le notizie pubblicate) – ho deciso di raccogliere l’invito a dare il maggior numero di risposte e con la maggior chiarezza possibile a tutti coloro che hanno davvero voglia di capire (e non ho detto necessariamente condividere) il perchè di scelte che, come Provincia, abbiamo voluto (per nostra scelta) e dovuto prendere (obbligati, come conseguenza di scelte altrui);

nell’elenco che segue troverete un “sunto” delle domande/critiche (D) e di seguito le mie risposte (R):

D) Invece di aumentare l’RC Auto riducete i costi della Politica Provinciale e quelli per gli immigrati

– R) La Provincia di Ferrara risulta una della più virtuose in Emilia Romagna per quanto riguarda il costo della politica, superata solo da Ravenna, come hanno evidenziato i dati pubblicati su di un recente articolo del Resto del Carlino (per chi lo avesse perso l’ho pubblicato tra le note del mio profilo di Facebook http://www.facebook.com/note.php?note_id=10150219477024550 per chi non ha Facebook lo trova in copia in fondo a questo post); per quanto riguarda il costo degli extracomunitari i soldi arrivano dal ministero dell’Interno e nemmeno un euro del bilancio provinciale viene toccato.

——————–

– D) E’ stata ipotizzata una parziale realizzazione del Polo di Lagosanto in periferia con annullamento della delibera da parte del comune, forse perchè i costi per una nuova edificazione sono superiori a quelli per il recupero e adeguamento delle strutture esistenti?

– R) Relativamente alla delibera del polo di Lagosanto bisogna chiedere informazioni al Sindaco perche’ appunto ha deliberato la Giunta del Comune non quella della Provincia.

——————–

– D) La scuola Pietro Lana in zona via Barlam è rimasta in stato di abbandono con all’interno banchi e tutto l’occorrente scolastico abbandonato e vandalizzato.

– R) La scuola Pietro Lana non e’ una scuola secondaria superiore quindi non e’ proprietà della Provincia, la competenza e’ quindi del Comune di Ferrara

——————–

– D) Presidente paghi di tasca sua la propria RC Auto (magari è un benefit che le viene riconosciuto) e non con i soldi nostri, riduca le consulenze e gli assessori, è facile aumentare le tasse e poi dare la colpa agli altri!

– R) Confermo che l’RC per la mia auto la pago io, le consulenze in Provincia non esistono più (fanno parte di quelle leggende metropolitane che tanto piacciono a chi finge di fare “politica”) e se “gli altri” nella fattispecie il Governo, azzerano i fondi per l’edilizia scolastica non posso che “dare la colpa agli altri” e cercare di supplire facendo scelte sicuramente onerose e impopolari ma obbligate (se si sono come in questo caso delle priorità legate a sicurezze e istruzione)

——————–

– D) Però i 32 milioni buttati nell’idrovia li avevate.

– R) Si, i soldi per l’Idrovia sono arrivati, ma possono essere usati solo per le sponde e la sicurezza idraulica o non “arrivano” più, non possono comunque essere spesi per le scuole.

——————–

– D) Giornalisti e organi di informazione dovrebbero fare giornalismo d’inchiesta all’anglosassone e documentare gli sprechi della provincia

– R) Sono disponibile a far venire il Gabibbo e/o la Gabanelli ad indagare sui nostri sprechi (vedi “classifica” delle Province meno costose nella prima Risposta).

——————–

– D) La politica a Ferrara e provincia costa alla fiscalità 8 milioni di euro la seconda in Regione E.R

– R) Se l’errore di leggere Ferrara (comune) e “confonderlo” con Ferrara (provincia) è fatto in buona fede vi chiedo di leggere con attenzione i dati, potrete verificare che Ferrara (provincia) è penultima in regione per le spese della Politica, meglio di noi ha fatto solo Ravenna; se l’errore è fatto in malafede per attaccare il mio operato e quello della Provincia invito questi signori/e a trovare mezzi e argomenti migliori, in Rete i dati possono essere verificati da tutti e le bugie sono molto controproducenti perchè rimangono scolpite per molto tempo, non solo nella cache di google;

——————–

– D) Se si devono pagare maggiori tasse per sistemare le scuole lo si faccia ma almeno che vengano davvero sistemate tutte, dal centro cittadino fino ai paesi più piccoli.

– R) Per quanto sia “noioso” ripeterlo è la verità, non è possibile per la Provincia operare su tutte le scuole ma solo su quelle di proprietà della Provincia.

——————–

– D) Non si usino queste somme per creare nuovi poli scolastici ma sistemate quelli che già ci sono che non devono essere alienati per fare cassa.

– R) Riconfermo che non alieniamo nessuna scuola, sistemiamo degnamente quelle che ci sono.

——————–

– D) Però i soldi per via Bologna li hanno trovati; per fare il sottopasso in via Ravenna invece di proseguire con la circonvallazione li hanno trovati; per fare la “stanza urbana” li hanno trovati; per fare l’idrovia li trovano; per pagare stipendi a “collaboratori esterni” ex assessori li trovano; per gli ex assessori i posti di lavoro come dirigenti o capi ufficio del nul nulla in qualche struttura paracomunale o provinciale, ci sono sempre.

– R) I lavori in via Bologna, il sottopasso di via Ravenna, la “stanza urbana”, sono scelte e competenza del Comune, la Provincia non vi ha nulla a che fare; come ripeto i soldi per l’Idrovia vanno alla sistemazione degli argini e alla sicurezza idraulica (evitare allagamenti); la Provincia ha solo personale dipendente e non da’ consulenze ad ex assessori o politici, oltre a non dare posti pubblici ad ex assessori (tutto ciò è ampiamente dimostrabile, per chi fosse veramente interessato);

——————–

– D) Invece di alzare le tasse alla povera gente che lavora, cominci a lavorare dagli aspetti più immediati: gli stipendi, i privilegi, lo sperpero di danaro pubblico in opere inutili…;

– R) Aspetto con impazienza l’elenco delle opere inutili fatte dalla Provincia, l’elenco degli sprechi e ancor più curiosa quello dei privilegi, disponibile a rispondere on-line ed “off-line” con dati alla mano;

——————–

– D) Non credo che, ammesso e non concesso che facciate i lavori sulle scuole, una volta terminati i lavori l’aliquota tornerà al 12%;

– R) In Delibera http://www.provincia.fe.it/download/Feder%20fisc%20delibera%20aumento%20rcauto%20-%2020%20giu%202011.doc?server=sd2.provincia.fe.it&db=/intranet/internet.nsf&uid=E7DEBD0AC6BDBAB2C12578B50044475A è scritto nero su bianco che l’aumento e’ solo per 3 anni (dopo se non c’è rinnovo diventa inapplicabile) e tutti quelli che ne avranno voglia potranno verificare che finiti gli interventi l’aliquota tornerà al livello attuale (per maggiore trasparenza l’elenco delle opere e’ stato allegato alla delibera http://www.provincia.fe.it/download/Feder%20fisc%20scheda%20edil%20scolastica%20-%2020%20giu%202011.doc?server=sd2.provincia.fe.it&db=/intranet/internet.nsf&uid=E7DEBD0AC6BDBAB2C12578B50044475A , quindi queste somme non andranno nel “calderone” del bilancio, ma potranno essere spese solo ed esclusivamente per quel fine e per quelle scuole; capisco che scalfire pregiudizi e convinzioni radicate e’ sempre difficile, la politica e’ sempre stata molto lontana dai cittadini e poco trasparente, ma su questi impegni io sono disponibile a raccogliere la sfida di chiunque a dimostrare che si sono fatte cose diverse rispetto agli impegni presi;

——————–

– D) Che questa fantastica idea sia stata partorita dalla geniale mente di un pool di consulenti pagati una camionata di quattrini?

– R) Vi assicuro che se avessimo dei quattrini per i consulenti avremmo aggiustato le scuole in questi 2 anni;

——————–

– D) IO: operaio a 1200 euro/mese, una Fiat Punto del 1995, RCA 680 euro/anno.

TU: Presidente della provincia a 6000 e rotti euro/mese, ammettiamo a nche tu una Fiat Punto del 1995 (?), RCA 680 euro/anno. Me lo spieghi il perchè con la nostra differenza di reddito dobbiamo contribuire in ugual modo al risanamento dell’edilizia scolastica?

——————–

– R) Io Presidente della Provincia ho una Fiat 500 e guadagno 3700 euro al mese (i 6000 e rotti sono lordi) che sono comunque certamente tanti rapportati con quelli di chi fa l’operaio, ma la decisione di far pagare a tutti un importo aggiuntivo sull’RC Auto, che penalizza certamente più te che me, non è stata presa potendo scegliere tra diversi “modi” per raggiungere quell’obbiettivo, ma con l’unico mezzo che è rimasto a disposizione della Provincia per mettere una pezza dopo l’azzeramento delle risorse per l’edilizia scolastica (legge voluta da Tremonti per la cronaca);

——————–

– D) Questo è solo l’inizio, ci sarà a breve l’aumento della tassa Provinciale di trascrizione anche del 400% grazie sempre al federalismo fiscale, tassa ancora non in vigore ma le Province sono li che premono;

– R) Di sicuro la Provincia di Ferrara non preme, l’aliquota RC Auto della Provincia in 10 anni non e’ mai stata ritoccata cosi’ come abbiamo sempre tenuto ferme anche le altre entrate; questo rialzo sarà l’unico anche per i prossimi dieci anni, potete non crederci, ma ve lo dimostrerò con i fatti (e lo scrivo qui a mo’ di “promemoria”, perchè come ripeto la Rete non dimentica). Il federalismo cosi’ concepito però, concordo che e’ una fregatura;

——————–

– D) Pensate al milione di euro che spendono Regione Emilia Romagna, Provincia di Ferrara e Comune di Copparo per fare quell’utilissimo sottopassaggio a Tamara!

– R) In quell’incrocio di Tamara ci son stati quasi più morti che sulla Romea, il velox fisso aveva risolto il problema, ma siccome e’ sempre stato vissuto come uno strumento per far cassa dopo una sollevazione di popolo si e’ deciso di risolvere il problema della sicurezza con il sottopasso. Se non va bene credo che il Comune sarebbe contentissimo di tornare al velox, ma dovreste mettervi d’accordo con tutti quelli che ne han chiesto la rimozione.

——————–

PS: probabilmente non ho dato tutte le risposte richieste, così come sono sicura che molte cose che ho detto non piaceranno ad alcuni (e di meno ad altri), ma ci tengo molto allo scambio e alla condivisione di opinioni e informazioni con i cittadini, sto usando intensamente la Rete da quasi 3 anni anche e soprattutto per questo (dal sito istituzionale della Provincia, al blog, a twitter e a facebook) e spero di poter continuare a farlo nonostante l’impegno personale aggiuntivo che questo mi comporta.

PPS: Non riuscirò con rapidità a leggere, approvare e rispondere a vostri eventuali commenti in “tempo reale” in questi giorni, vi chiedo quindi di avere un pò di pazienza, grazie 🙂

Marcella.

Articolo de Il Resto del Carlino, Ferrara 17/6/2011 Ferrara: Il Comune cicala e la Provincia Formica

Read Full Post »

Una collaborazione tra Comune Provincia e Regione Emilia-Romagna
 Da sinistra: la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, il vicesindaco di Ferrara, Massimo Maisto, Antonino Libro della Soprintendenza Emilia Romagna

Da sinistra: la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, il vicesindaco di Ferrara, Massimo Maisto, Antonino Libro della Soprintendenza Emilia Romagna
“Quello che presentiamo è il risultato di un lungo lavoro di analisi e di elaborazione che ha portato alla realizzazione del  sistema integrato degli accessi e delle prenotazioni ai musei ferraresi, per la miglior fruizione e valorizzazione dei musei e del loro contesto territoriale”. Con queste parole la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, ha presentato la nuova modalità di accesso ai musei di Ferrara.
Un’iniziativa, come ha detto il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Massimo Maisto, “che ci permette finalmente di parlare di un vero e proprio sistema museale ferrarese, compiendo insieme un notevole salto di qualità perché si guarda ora al turista e non al gestore”.
Un’iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Ferrara, la Provincia e la Regione Emilia Romagna. In questa prima fase aderiscono al sistema  il Castello Estense  e i Musei Civici di Ferrara (Schifanoia e Lapidario civico, del Risorgimento e della Resistenza, della Cattedrale, il padiglione d’arte contemporanea e i musei De Pisis, Boldini e dell’Ottocento). In un secondo tempo potrà essere la volta di quelli statali: dalla Pinacoteca a Pomposa, al Museo archeologico a casa Romei.
Il motivo dell’assenza dello Stato per ora lo ha spiegato Antonino Libro, della Soprintendenza dell’Emilia-Romagna. Una normativa restrittiva sulla rendicontazione dei biglietti ne impedisce l’emissione per conto di altri. Un limite che entro la fine dell’anno sarà oltrepassato perché i musei ministeriali ferraresi appalteranno a privati il servizio, i quali non sono soggetti a questa normativa.
Nel frattempo, come segno di condivisione e apprezzamento, dall’entrata in vigore del sistema saranno gratuiti gli ingressi ai musei statati: basta mostrare all’ingresso il cosiddetto bigliettone integrato.
Il nuovo titolo d’ingresso cumulativo, ha spiegato la dirigente del settore Cultura della Provincia Nadia Benasciutti, può essere staccato solo per età comprese fra i 18 e i 65 anni, per non meno di tre musei ed ha una validità di 15 giorni. E in questi casi il bigliettone non sarà solo possibile ma anche conveniente, perché darà diritto a sconti sul prezzo pieno degli ingressi.
Il sistema è già praticamente in funzione e rappresenta, come è stato sottolineato, una vera e propria infrastruttura culturale in grado di mettere in rete più istituzioni, con lo scopo di promuovere e valorizzare un flusso di turisti di almeno 300 mila unità all’anno. Una cifra che con la nuova collaborazione si ha l’intenzione di incrementare ulteriormente, perché l’effetto traino di alcuni (Castello e Schifanoia) può tradursi in nuove opportunità di fruizione del più ampio patrimonio culturale ferrarese, con nuove e maggiori opportunità di permanenza del pubblico turistico.
Fin d’ora è possibile  richiedere in qualunque punto del sistema un biglietto per qualunque altro museo e, con il cumulo di almeno tre musei, ottenere un prezzo scontato sul costo totale. Ancora, è possibile prenotare le visite a tutti i musei della rete attraverso il Call Center Ferrara Mostre e Musei. La funzionalità del Sistema è garantita dall’interrelazione di due distinti software: “Winticket” e “PrEvent Light”.
Il primo, di proprietà della Provincia,  è stato ideato per la gestione integrata delle biglietterie elettroniche, il secondo,  di proprietà del Comune, per la gestione del call center. Entrambi i software sono messi gratuitamente a disposizione dagli enti proprietari agli utenti del sistema.

(In allegato scheda di approfondimento e alcuni esempi pratici)

Read Full Post »

Lunedì 9 maggio, durante il convegno inaugurale di ForumPA, a Roma, è avvenuta la premiazione concorso nazionale “Premio Qualità PP.AA”, giunto alla terza edizione.
La presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, ha ritirato il premio assegnato alla Provincia di Ferrara, classificatasi prima assoluta nella categoria Regioni, Province e Città Metropolitane, e che le è stato consegnato dal ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione, Renato Brunetta.
Il premio viene assegnato alle pubbliche amministrazioni distintesi per aver innovato la propria organizzazione seguendo i principi della Qualità Totale ed ispirandosi a modelli di eccellenza internazionalmente riconosciuti e specificatamente promossi a livello europeo.
”E’ un grande risultato di squadra – è stato il commento della presidente della Provincia – che premia una precisa scelta compiuta dall’amministrazione nel corso di questo mandato e la professionalità dei dirigenti e del personale dell’ente”.

Ferrara si è distinta a livello nazionale anche per la categoria riservata alle Università, con la conquista del gradino più alto del podio da parte dell’Ateneo estense.

Ufficio Stampa

Provincia di Ferrara

Ferrara, 10 maggio 2011

Read Full Post »

Come tanti, anch’io dopo aver appreso la  notizia secondo la quale l’organizzatore del Carnevale di Cento avrebbe inserito Ruby tra i testimonial della manifestazione mi sono non solo preoccupata, ma anche un po’ irritata.
Il Carnevale di Cento è una manifestazione importante, che riceve anche finanziamenti pubblici in virtù del fatto che rappresenta un’ottima vetrina per il nostro territorio. E’, infatti, il suo valore come strumento di promozione del territorio e di  coinvolgimento di tante persone e di tante famiglie la ragione per la quale l’Amministrazione Provinciale sostiene questo evento con risorse dirette e indirette, non certo perché diventi occasione per dannose provocazioni.
La presenza di Ruby, che è al centro di vicende che stanno dividendo il Paese e determinando uno scontro istituzionale senza precedenti, rappresenterebbe proprio questo: una provocazione. Il rischio che si corre è quello di trasformare una Festa in un’occasione di scontro politico, con reazioni e contraccolpi che non siamo in grado di prevedere.
Sarebbe quindi il caso che gli organizzatori ci ripensassero, per consentire a tutti di godersi lo spettacolo senza doversi chiedere se sia  o meno opportuno assistervi (l’ultima apparizione di Ruby in una discoteca ha scatenato pesanti reazioni da parte del pubblico in sala) e senza che le pubbliche amministrazioni si trovino costrette a valutare se sia o meno il caso  di continuare a finanziare il Carnevale.

Inevitabilmente, certe scelte costringerebbero a serie riflessioni da parte di chi come me deve rendere conto ai cittadini dell’utilizzo delle ormai scarse risorse.
Marcella Zappaterra
Presidente della Provincia di Ferrara.

Read Full Post »

I luoghi delle Muse e la qualità

a cura di Laura Carlini e Giulia Pretto

Il processo di riconoscimento dei musei regionali in base agli standard e agli obiettivi di qualità, avviato  dall’IBC  nel  2009 e proseguito nel corso del 2010 per stimolare le istituzioni museali a perseguire criteri di buona gestione e di efficacia operativa e orientarne le finalità verso la qualità dei servizi al pubblico, continua a raccogliere adesioni. 

Ad oggi sono 130 i musei che hanno acquisito lo status di “museo riconosciuto”, valido per il triennio 2010-2012, e che si sono mostrati in possesso di un articolato insieme di requisiti.
Si va dalla presenza di personale tecnico e scientifico all’applicazione di corrette metodologie di  gestione e cura del patrimonio, da una chiara visione delle proprie vocazioni ad un adeguato assetto finanziario, passando per  una serie di strumenti, dotazioni, servizi in grado di dare risposte di alto profilo qualitativo alle sollecitazioni e alle aspettative del pubblico.

Ai 109 musei riconosciuti nella prima fase della selezione si aggiungono ora 21 nuove realtà museali:
la Rocca Sforzesca di Imola; il Museo del Cielo e della Terra di San Giovanni in Persiceto; i Musei Civici di Arte Antica – Palazzina di Marfisa di Ferrara; i Musei Civici di Arte Antica – Palazzo Bonacossi di Ferrara; i Musei Civici di Arte Antica – Palazzo Schifanoia di Ferrara; la Casa Museo Marino Moretti di Cesenatico; il Museo della Marineria e dell’Alto e Medio Adriatico di Cesenatico; il Museo della Ceramica di Fiorano Modenese; il Museo della Figurina di Modena; il Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto; il Museo del Pomodoro di Collecchio; il Museo del Salame di Felino;il Museo del Prosciutto e dei salumi di Parma di Langhirano; il Museo del Parmigiano Reggiano di Soragna; il Museo Luigi Illica di Castell’Arquato; il Museo di Ornitologia Amatoriale di Piacenza; il Museo Civico Archeologico di Travo; il Piccolo Museo di Bambole e altri Balocchi di Ravenna; il Museo Cervi di Gattatico; il Museo della Linea dei Goti di Montegridolfo; il Museo Mulino Sapignoli di Poggio Berni.

Un marchio….una garanzia

Bologna, Museo della MusicaPer contraddistinguere i musei di qualità l’IBC ha ideato un marchio che, con il relativo sistema d’identità visiva,  rappresenta il principale strumento attraverso cui  consolidare l’immagine dei musei di eccellenza in Emilia-Romagna e assicurarne la massima visibilità. 

L’iter per il riconoscimento rimane aperto. Tutti i musei della regione che lo desiderano potranno proporre la propria candidatura ed entrare così a far parte di quella “comunità virtuosa ”  per  la quale – come ricorda Ezio  Raimondi, Presidente dell’IBC –  “…la qualità si traduce….nella capacità di adeguarsi con sensibilità alle esigenze dei fruitori e di viversi come istituzione aperta, dialogante e in continua evoluzione.”

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: