Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Educazione’

M’illumino di Meno, la celebre campagna radiofonica sul Risparmio Energetico, lanciata da Caterpillar, Radio2, dopo aver spento simbolicamente mezza Europa e acceso tricolori puliti in tutta Italia, è giunta alla sua ottava edizione e quest’anno raddoppia: il racconto delle buone pratiche di consumo sostenibile potrà infatti contare, oltre alla tradizionale fascia tra le 18 e le 19.30, anche sul nuovo spazio alle 6 del mattino, presidiato da CaterpillarAM.

Il risparmio energetico dalla mattina alla sera. Protagonisti più che mai di quest’edizione saranno i racconti della vita quotidiana di ciascuno: Caterpillar e CaterpillarAM invitano tutti a concentrare in un’intera giornata tutte le azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi, sperimentando in prima persona le buone pratiche di:

– riduzione degli sprechi;
– produzione di energia pulita;
– mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi)
– riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo).

Testimonial speciali di questa giornata all’insegna del risparmio energetico saranno i sindaci di tutta Italia, che sperimenteranno sulla propria pelle che cosa significa fare “economia sostenibile” mettendo in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi. A questo scopo, gli ascoltatori sono invitati a diventare “ambasciatori del risparmio energetico” presso i propri amministratori, mettendosi per un giorno alle loro calcagna, documentando i loro sforzi con foto e video, in veste di “badanti dell’impatto ambientale”.

Ulteriore novità di quest’anno è il grande successo del contest M’Illum-Inno, alla ricerca dell’inno ufficiale 2012: sono pervenuti in poche settimane da tutto il Paese oltre 100 componimenti originali di ogni genere musicale e ispirati al decalogo energetico. Hanno partecipato sia professionisti che musicisti amatoriali: band, cori scolastici e performer improvvisati con un entusiasmo sorprendente. Il vincitore è risultato quello della cantautrice Naif. Tutti gli inni restano ascoltabili sul sito di Caterpillar e alcuni di questi saranno eseguiti dal vivo nel corso della grande festa del risparmio energetico il 17 febbraio.

Per l’adesione 2.0 all’iniziativa si può postare su FB la propria modalità di partecipazione e personalizzare l’immagine del proprio profilo con l’apposito logo di M’illumino di meno, o scrivere a milluminodimeno@rai.it

IL DECALOGO DI M’ILLUMINO DI MENO
Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!)

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Read Full Post »

09/12/2010

Una campagna dell’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale della Regione e del Centro Antartide

Fare dell’andare a piedi uno stile di vita. Sin da quando si è piccoli, dal percorso casa-scuola. E’ l’invito di “Siamo nati per camminare”, lettera aperta dei bambini e delle bambine rivolta ai genitori, sotto forma di una cartolina colorata che viene distribuita nelle scuole.

“Camminare fa bene alla salute, ma anche all’ambiente, allo spirito e perfino all’umore” si legge nella lettera, che è accompagnata anche da un manifesto da affiggere e da tanti post-it da attaccare come promemoria a scuola, a casa e nelle auto dei genitori.

La lettera rientra in una campagna promossa dall’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna insieme al Centro Antartide, a cui partecipano anche Camina e i Comuni di Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini.

“Siamo nati per camminare” fa parte di un più ampio progetto sui percorsi sicuri casa-scuola promosso dalla Regione, dai Comuni, delle scuole e delle associazioni per proporre alternative sicure per andare a scuola senz’auto. Progetto che prevede anche la realizzazione di interventi infrastrutturali nei pressi delle scuole per aumentare la sicurezza di pedoni e ciclisti.

Read Full Post »

Premiazioni il 1° Dicembre 2010 con la proiezione di “+ o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era dell’aids”. Patrocinio RAI Segretariato Sociale

“+ o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids “ * è il film documentario di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli (www.piuomeno.eu) , che, parlando di storie legate alla pandemia più spaventosa del nostro tempo, l’aids, di racconti esistenziali che s’intrecciano con la storia di un’epoca e della confusione che ha generato sulla sessualità, accompagnerà, la mattina del 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara, il momento clou della seconda edizione del premio WRITE AIDS  promosso dalla Commissione Interaziendale AIDS di AUSL e Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ferrara.

PERCHE’ WRITE AIDS? Da alcuni anni si ha la sensazione che sia calato il silenzio sul problema forse perché non riguarda più cittadini considerati di “serie b” -come i tossicodipendenti- ma cittadini che s’infettano con rapporti sessuali. Questo, nonostante il virus dell’Hiv sia in crescita, soprattutto in Asia centrale e nell’Europa orientale con una situazione preoccupante in Russia e Ucraina dove l’epidemia si diffonde con particolare gravità.

Nel mondo sono 33,4 milioni le persone affette da Hiv con una quota del 67% contagiata nell’Africa sub sahariana e 2,1 milioni di bambini che vivono con l’hiv (2008). In Italia sono stimati 170-180mila sieropositivi, 22 mila malati di AIDS, con un 25% di sieropositivi che non sanno di essere infetti. Fonte: Aids Epidemic aggiornamento 2009, UnAids-OMS; Centro op. AIDS-ISS Istituto Superiore Sanità).

L’attenzione dei media e della società è, quindi, bassa: siamo di fronte ad un fenomeno per cui i più giovani non sanno di cosa si stia parlando e gli altri pensano che il virus dell’Hiv sia scomparso o guaribile, dimenticando che non esiste ancora un vaccino. La realtà, infatti, è molto diversa perché non esiste ancora un vaccino sicuro contro l’AIDS, nonostante la ricerca proceda con intense sperimentazioni e le terapie prolunghino la vita dei soggetti sieropositivi che, in ogni caso, non guariscono e sta di fatto che il potenziale di diffusione aumenta per questo immotivato “cessato allarme”.

Il PREMIO «WRITE-AIDS», patrocinato dal Segretariato Sociale RAI, è articolato in 3 SEZIONI: GIORNALISMO;  VIDEO – SPOT AUDIOVISIVI – AUDIO PRODUZIONI;   ARTE GRAFICA e FOTOGRAFIA.

WRITE AIDS si rivolge alle persone di qualsiasi età. Chiunque, manifestando la sua sensibilità, può partecipare scrivendo un articolo, realizzando un’inchiesta, un racconto, una testimonianza; può produrre disegni, fumetti, foto o altre forme artistiche a propria discrezione (canzoni, poesie, opere d’arte, ecc…) filmati con qualsiasi strumento digitale dalla telecamera al telefonino.

Gli interventi di GIORNALISMO dovranno avere testi con una lunghezza massima di 9.000 battute spazi compresi. Gli AUDIOVISIVI- VIDEOSPOT- AUDIO documentazioni, invece, avranno una durata massima 10 minuti. Gli Audio e/o Spot video-tv al massimo 1 minuto ;  le Produzioni musicali la durata massima di 3 minuti. Infine, per la sezione ARTE – GRAFICA – FOTOGRAFIA, si può presentare una sola opera.

IL TEMA dell’Edizione 2010 è  “L’HIV-AIDS nella relazione tra le persone”.

Lo svolgimento è libero: riflessioni e commenti sulla prevenzione; la storia della diffusione dell’Hiv; luoghi comuni, pregiudizi, -vissuti o immaginati-; iniziative di sostegno, assistenza e cura; idee per campagne di sensibilizzazione.

Potrà avere forma d’intervista, testimonianza di vite vissute, approfondimenti sui cambiamenti che l’infezione ha determinato nei comportamenti sociali e personali.

Il concorso è rivolto a tutti, la partecipazione è gratuita. Ogni concorrente potrà partecipare con una sola opera. Si richiede materiale inedito in lingua italiana, mai premiato né presentato ad altri concorsi o già pubblicato.

La scadenza per la presentazione dei lavori è fissata alle ore 12.00 del Martedì 23 Novembre 2010. Il materiale può pervenire a mezzo raccomandata a: Azienda USL Ferrara – Direzione Ser.T. Via Francesco del Cossa, 18 – 44121 Ferrara (0532 233711 – 0532 233713 Fax 0532 200092, oppure a mano, all’indirizzo indicato, dal Lunedì al Venerdì dalle 10 alle 12. E’ possibile la consegna via posta elettronica: sert.direzione@ausl.fe.it

LA GIURIA

Il premio sarà assegnato da una giuria composta di giornalisti di quotidiani, periodici, delle televisioni, radio, agenzie di stampa, new media, uffici stampa e da un rappresentante del comitato scientifico della Commissione Interaziendale AIDS.

I PREMI

Una sola opera per ogni sezione risulterà vincitrice e sarà premiata con cinquecento euro. Tra i vincitori delle 3 sezioni sarà scelto il primo classificato assoluto con un ulteriore premio sempre di cinquecento euro.

FILM E PREMIAZIONE IL 1° DICEMBRE 2010 Giornata Mondiale contro l’Aids

Premiazioni il 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara con autorità locali, insegnati e studenti delle scuole medie superiori della provincia di Ferrara durante una conferenza aperta al pubblico , con stampa locale e nazionale, giuria del Premio e autori del film + o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids *, per riflettere e scambiare informazioni con persone a vario titolo coinvolte sul tema HIV/AIDS, presentando dati, novità in campo medico e scientifico, fare il punto sulla ricerca, le terapie ed i comportamenti corretti.

Al termine, la giuria del premio presenterà le sue riflessioni ed i premiati del concorso.

Regione Emilia Romagna, Università degli Studi, Comune e Provincia di Ferrara, hanno assicurato patrocinio e collaborazione, mentre aderiscono al progetto CSV-Centro Servizio Volontariato , AVIS e Promeco.

* Premio internazionale Emilio Lopez sezione “Panorama italiano” al 4° Festival del documentario d’Abruzzo  Pescara, 21-25 giugno 2010. Assegnato dalla giuria popolare che ha assistito ai film in sala.  Dal commento di uno spettatore in una scheda per la votazione: “sorprendenti le vite degli altri, la capacità di reagire con forza alle condizioni di vita che cambiano e la difficoltà di comunicazione”.

*  Premio miglior documentario al  24° Festival Mix Milano, 22-29 giugno 2010. Votato dalla giuria composta da Gaspare Baglio – speaker  radiofonico e redattore, Mauro Sala – Camera Distribuzioni Internazionali, Alessandro Valenti, architetto, Anita Sonego , Presidente Libera Università delle Donne, “per la forza delle testimonianze e la lucidità dello sguardo” .

Fonte: http://www.ausl.fe.it/home-page/in-evidenza/torna-il-premio-giornalistico-abwrite-aidsbb-2010

Read Full Post »

Il Difensore civico regionale e il Corecom dell’Emilia-Romagna hanno avviato un’indagine sull’uso dei new media nelle scuole delle province di Bologna, Ferrara, Piacenza e Rimini. A Bologna, il progetto è proseguito con la realizzazione di incontri pubblici, un vademecum rivolto ai genitori e due volumi su altrettanti aspetti del cyberbullismo

la copertina del vademecum realizzato nell'ambito di un progetto promosso dal Corecom e del Difensore civico dell'Emilia-Romagna sul cyberbullismoNell’indagine promossa dal Difensore civico regionale e dal Corecom dell’Emilia-Romagna sono stati finora coinvolti circa 2.000 ragazze e ragazzi, per una media di 500 per provincia. Lo studio è il primo passo del più ampio progetto “La rete siamo noi”, finalizzato alla realizzazione di linee guida rivolte ai più giovani per un utilizzo consapevole e corretto dei new media.

Nel bolognese, il progetto coinvolge anche la Provincia e l’Istituzione “Gian Franco Minguzzi” e ha portato anche all’organizzazione di due incontri pubblici, alla realizzazione e pubblicazione on line di un vademecum per i genitori sull’uso e sui rischi delle nuove tecnologie per i minori, e alla prossima presentazione di due volumi sui temi del bullismo elettronico e del bullismo omofonico, in presentazione l’11 e il 24 novembre presso la biblioteca del centro “Minguzzi” (Via Sant’Isaia 90).

Dall’indagine realizzata in sei scuole superiori di Bologna (poco più di 500 le ragazze e i ragazzi tra i 14 e i 18 anni coinvolti), emerge che in media si entra in possesso del primo cellulare intorno agli 11 anni, al termine degli studi elementari. Lo strumento viene usato molto per scambiare sms (84%), fare foto (64,2%) e telefonare (63,6%). Circa un quarto degli interpellati se ne serve anche per navigare (23,5%), e in generale la spesa pro capite mensile per l’uso del cellulare si aggira sui 20 euro.

L’accesso a Internet è a sua volta un’abitudine condivisa dalla totalità dei ragazzi: il 99% naviga in rete, il 94% lo fa in totale autonomia, e il 47% direttamente dalla propria stanza.

Per quanto riguarda i fenomeni di bullismo e violenza on line, il 24% degli interpellati ha ammesso di esserne stato vittima. A essere colpiti sono in particolar modo le ragazze, spesso prese di mira dai loro ex, e i ragazzi considerati come più deboli nelle classi. In rete, non mancano le richieste di numeri di telefono, foto o incontri, e nel 38% dei casi vengono accettate.

Colpisce infine la constatazione del fatto che pur avendo effettuato minacce via web o cellulare, o avendo compiuto altri fenomeni di bullismo, come l’invio di foto osé, il 36% dei ragazzi non descriva questi comportamenti come negativi o comunque pericolosi.

Altri link

Read Full Post »

19 novembre, 9 dicembre 2010, 20 gennaio 2011
Auditorium Biblioteca Bassani, Via Grosoli 42 – Ferrara (Google Maps)


Tre seminari formativi organizzati dal Comune di Ferrrara e rivolti in particolare a operatori, educatori e insegnanti.

Venerdì 19 novembre 2010 – ore 9.30-13.30 – Auditorium Biblioteca Bassani, Via Grosoli 42, Ferrara
Seconde generazioni o generazioni alla seconda? Identità anonime, identità plurali tra violenze istituzionali e familiari

Simona Taliani, antropologa e psicologa, Università di Torino e Centro Frantz Fanon di Torino
Introduce: Maria Giovanna Cuccuru, Presidente Istituzione Servizi Educativi Scolastici e per le famiglie
Coordina l´incontro: Laura Lepore – UOI Area Stranieri del Comune di Ferrara

Giovedì 9 dicembre 2010 – ore 15.00-18.30 – Auditorium Istituto V.Monti, Via Azzo Novello 4, Ferrara
Corpi in gioco. Giovani migranti ed esperienza sportiva come pratica di cittadinanza?
Davide Zoletto, pedagogista, Università di Udine
Giuseppe Scandurra, antropologo, Università di Ferrara
Introduce: Luciano Masieri, Assessore Sport e Decentramento
Coordina l´incontro: Laura Lepore – UOI Area Stranieri del Comune di Ferrara

Giovedì 20 gennaio 2011 ore 15.00-18.30 – Auditorium Biblioteca Bassani, Via Grosoli 42, Ferrara
Gang e culture giovanili nella migrazione
Luca Queirolo Palmas, antropologo, Università di Genova
Introduce: Massimo Maisto, Assessore Cultura, Turismo e Giovani
Coordina l´incontro: Laura Lepore – UOI Area Stranieri del Comune di Ferrara

Per gli insegnanti sono previsti gli attestati con autorizzazione USP n. 9819

Per maggiori informazioni e iscrizioni contattare la segreteria organizzativa:
Sabina Tassinari – Osservatorio Adolescenti – Tel. 0532 744657
osservatorio.giovani@comune.fe.it

Documenti da scaricare:

Read Full Post »

Il  concorso sul tema della donazione di sangue, promosso da Regione, Avis, Fidas e Ufficio scolastico dell’Emilia-Romagna, è rivolto a studenti  di IV e V delle scuole secondarie superiori, invitati a realizzare un video o un audioclip. In premio, 18 borse di studio da 500 euro per i vincitori provinciali e 2 da 1000 euro per i vincitori assoluti. Testimonial, l’attore Neri Marcorè.

Bologna, 26 ottobre 2010 – Terza edizione per il concorso “Red Submarine. Il talento ce l’hai nel sangue. Fallo emergere!” che invita ragazze e ragazzi delle classi IV e V delle scuole secondarie superiori a realizzare un video o un audio originali sul tema della donazione di sangue.
Il concorso, promosso dalla Regione (Assessorato politiche per la salute e Assessorato scuola), dalle associazioni Avis e Fidas, dall’Ufficio scolastico dell’Emilia-Romagna, mostra un crescente apprezzamento tra gli studenti (64 gli istituti che hanno partecipato lo scorso anno, 28 nella prima edizione) e si inserisce tra le attività che associazioni e Aziende sanitarie svolgono nel corso dell’anno per trasmettere ai più giovani l’importanza della donazione di sangue.
Due sono le sezioni: una dedicata alle idee video e una alle idee audio. Ragazze e ragazzi sono invitati a realizzare un videoclip (durata da 30 secondi a 1 minuto) o un audioclip ( durata da 30 a 45 secondi) originali che contenga un messaggio di solidarietà sul tema della donazione di sangue. E’ possibile realizzare ciascun lavoro da soli o in gruppo ed è possibile presentare più di un lavoro.
“Red Submarine” si propone dunque di stimolare ragazze e ragazzi a sviluppare la loro creatività e  a metterla in gioco, attraverso gli strumenti e i linguaggi a loro più congeniali.
Una giuria di esperti selezionerà i nove lavori video e i nove lavori audio migliori (uno per provincia) e, fra questi, sceglierà il migliore in assoluto di entrambe le sezioni.

Quest’anno vengono messe in palio 18 borse di studio da 500 euro per i vincitori provinciali e 2 da 1000 euro per i vincitori assoluti. Le borse di studio sono destinate alle scuole di appartenenza dei ragazzi: un premio che potrà essere impiegato a sostegno delle attività didattiche programmate, in particolare le iniziative formative e di sensibilizzazione dedicate ai temi sociali, come ad esempio la donazione di sangue.
Il popolare attore e conduttore televisivo Neri Marcorè (“Per un pugno di libri”, Rai 3), promuove fin dalla prima edizione il concorso “Red Submarine”, prestando il proprio volto di donatore di sangue per invitare i giovani a diventare loro stessi donatori.

I lavori devono essere spediti entro e non oltre il 20 marzo 2011:
– via email a info@concorsoredsubmarine.it
– per posta presso Nouvelle, via Roma 41 – 40061 Minerbio (Bologna)

Informazioni nel sito web della Rete regionale sangue dell’Emilia-Romagna: www.saluter.it/donaresangue.
I riferimenti per la segreteria organizzativa sono: telefono 333 735.1050 (Silvia Carloncini), email info@concorsoredsubmarine.it.

Nel sito web, è possibile consultare i materiali relativi al concorso: il video di presentazione con l’intervento di Neri Marcorè, un depliant e una locandina con tutte le istruzioni per partecipare.
Sarà possibile vedere e ascoltare i lavori presentati sul canale youtube del concorso, all’indirizzo www.youtube.com/user/redsubmarine2010.

Il concorso Red Submarine” si inserisce nel più ampio programma di attività che Regione, Avis e Fidas promuovono da oltre dieci anni con la campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini e che ha per messaggio “Un piccolo gesto può fare grande la vita: donare sangue, semplicemente importante”.
Alla scorsa edizione del concorso sono stati 105 i progetti presentati, con il coinvolgimento di 807 studenti. L’istituto “Keynes” di Castel Maggiore (Bologna) è risultato il primo classificato assoluto nella sezione video con “Presi!”, il miglior audio è stato realizzato dal liceo “Corso” di Correggio (Reggio Emilia) che ha presentato il lavoro “Dai!”. Menzione speciale al “Crescenzi – Pacinotti” di Bologna, per il videoclip Un piccolo prezzo per un grande gesto.

Fonte: http://www.saluter.it/wcm/saluter/news/il_fatto/2010settembre_dicembre/14_redsubmarine.htm

Read Full Post »

Fonte: http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/acquarisparmio/index.htm

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: