Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Varie’ Category

Read Full Post »

Riporto, con soddisfazione,  la dichiarazione dell’assesore Gazzolo che ringrazio per l’impegno preso, impegno che si concretizzerà già con una riunione programmata per il 29 in Castello alla presenza di tutti gli enti che oltre alla Provincia sono stati interessati dai danni per stabilire le priorità sulle quali intervenire a seguito del sostegno regionale.

logo-regione-emilia-romagna

Giunta Regionale – Agenzia di Informazione e Comunicazione
Prot. N. 549/2014 – Data 19/08/2014

Ferrara, come Ravenna, non sarà lasciata sola. La Regione, come ha sempre fatto, è disponibile ad approfondire le singole situazioni con le istituzioni e a concorrere, con risorse proprie, per sanare le emergenze“. E’ quanto dichiara l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile Paola Gazzolo.

Come Regione – spiega l’assessore – abbiamo raccolto tutte le segnalazioni provenienti dai territori dell’Emilia-Romagna in seguito ai danni causati dal maltempo e dalle piene dei corsi d’acqua da dicembre 2013 a marzo 2014, e chiesto al governo il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale. Quindi per tutte e nove le province, incluse Ferrara e Ravenna“. Il Dipartimento nazionale, che ha svolto l’istruttoria ed effettuato con i tecnici verifiche e sopralluoghi, ha accolto la richiesta per sette province, escludendo Ferrara e Ravenna. “Voglio però assicurare – conclude l’assessore – che la nostra volontà come Regione è continuare, come è sempre avvenuto in situazioni analoghe, a intervenire finanziariamente per dare risposte tempestive laddove sia necessario e l’emergenza lo richieda“.

 

 

 

Read Full Post »

Rigettiamo le accuse della Corte e siamo assolutamente convinti di non aver causato alcun danno erariale  alla Provincia.

Le obiezioni che ci vengono rivolte sono sostanzialmente due:

la prima riguarda la mancanza da parte di Manuela Paltrinieri di un titolo di laurea, e quindi la relativa impossibilità a svolgere un ruolo da dirigente, e la seconda riguarda il compenso corrisposto.

 

La prima non trova alcun conforto nella disciplina legislativa e regolamentare di riferimento che non impone che la scelta del Capo di Gabinetto debba riguardare un soggetto in possesso di un titolo di laurea, essendo occorrente sicura capacità ed esperienza professionale consona alla natura e alla peculiarità dell’incarico. E la Paltrinieri queste caratteristiche le aveva.

Inoltre l’incarico dato non prevedeva che tra le competenze dell’incaricata ci fossero quelle proprie delle figure dirigenziali. Era chiaro il ruolo ausiliario di supporto della collaboratrice rispetto ad una figura di vertice dell’Ente, secondo quanto prescritto dalla vigente disciplina.

Infatti, nell’incarico dato si recita di sovrintendere, assistere, agevolare, svolgere attività di supporto ecc., e mai si fa riferimento a ruoli di gestione o direzione. Il fatto che non avesse alcun potere di firma ne è la dimostrazione lampante.

 

Circa la seconda obiezione, la normativa prevede deroghe a quella legislazione contrattuale di riferimento e la ratio di tale deroga è proprio riconducibile alla aticipicità e peculiarità della figura in questione, quale soggetto organicamente non inquadrato  ed a cui sono conferite mansioni che per la loro peculiarità richiedono una flessibilità e disponibilità anche in termini di impegno orario non riconducibile all’ordinario ed ad un compenso economico coerente.

 

Va detto chiaramente che queste figure di supporto agli organi di direzione politica, sono contemplate dall’ordinamento degli Enti Locali, il quale ordinamento ha previsto dei rapporti di lavoro costruiti su base fiduciaria che la Magistratura in più occasioni ha ritenuto assolutamente legittimi.

 

Infine ci preme segnalare che ogni atto assunto dalla sottoscritta e dalla Giunta è sempre stato supportato da pareri positivi sulla legittimità e le regolarità  espressi dai tecnici tenuti a renderli. Anche loro peraltro sono chiamati in causa, ma sono certa che sapranno far valere le loro ragioni.

 

Marcella Zappaterra

Caterina Ferri

Davide Bellotti

Giorgio Bellini

Davide Nardini

Ferrara, 28 gennaio 2014

Read Full Post »

Con questo post cerco di fornire alcune brevi precisazioni per fugare i “dubbi” sollevati da un articolo di estense.com sulla Factory nella ex-caserma dei vigili del fuoco e cercherò di rispondere man mano alle ulteriori domande che vorrete farmi nei commenti di questa nota:

1) l’immobile è di proprietà della Provincia, ma in gestione all’associazione Grisù che seleziona le aziende e tiene con loro i contatti.

2) si sono però già tenute frequenti riunioni con tutti gli interessanti nelle quali è stato esplicitato che non solo la Provincia non intende più vendere e quindi toglierà l’immobile dal piano delle alienazioni, ma che è in fase di studio uno strumento giuridico che consenta di vincolare l’immobile a quella finalità a prescindere dalle persone (un altro presidente potrebbe rivedere la scelta) e dall’abolizione o meno dell’ente (se il comune entrasse in possesso dell’immobile in sostituzione della Provincia potrebbe disporne diversamente). In sostanza “blinderemo” l’immobile perché nessuno possa venderlo in futuro predisponendo ovviamente i necessari strumenti per il controllo sulla gestione dello stesso. Il dibattito che qui si sta svolgendo è ormai da tempo superato e quindi poco costruttivo, il contratto di comodato d’uso precario era lo strumento che consentiva di partire in fretta (senza aspettare i tempi burocratici di altri istituti) e di gestire la provvisorietà della fase di avvio.

3) come ente proprietario controlliamo però che tutti operino nel rispetto delle norme e delle procedure, dentro Grisù non c’è il Far West.

4) dai sopralluoghi effettuati fino ad ora non risulta che si siano effettuati lavori veri e propri con aumento di volumi, ma solo interventi che in gergo tecnico vengono definiti ad “edilizia libera” e pertanto non necessitano di Dia, Scia, permessi di agibilità e per i lavori che dovranno essere fatti prossimamente le aziende stesse certamente si attiveranno per fare le necessarie richieste nel rispetto delle normative come fanno tutte le aziende che operano fuori da quel contesto che non rappresenta affatto una zona franca rispetto alle leggi vigenti. Poi ricordo che tutti i giornalisti hanno il mio numero di cell e così come mi contattano per altre informazioni possono farlo anche per Grisù .

5) aggiungo poi per pura informazione che la ex-caserma dei Vigili del Fuoco è stata inserita nel programma speciale d’area del centro storico di Ferrara e la variante che ne è seguita ha tolto il vincolo di struttura annonaria, in sostanza sono consentiti molteplici usi che non siano solo servizi pubblici al punto che l’attuale uso sarebbe assolutamente compatibile con lo strumento urbanistico comunale vigente. Lo dico semplicemente perché ad un approccio superficiale è facile che venga il dubbio che in una ex caserma si possano svolgere quelle attività, ma è bene che tutti sappiano che sono attività perfettamente coerenti e compatibili con gli strumenti urbanistici comunali.

Marcella Zappaterra

Aggiornamento del 12 Agosto:

Edito questa nota per integrarvi le ulteriori risposte alla richieste di chiarimenti che mi sono pervenute dalla giornata di venerdì ad oggi:

6) La DIA per i lavori negli spazi comuni verrà richiesta dall’associazione Grisù in accordo con le aziende interessate, quando saranno in grado di partire con i lavori;

7) Per i lavori ad “edilizia libera” i cartelli di “lavori in corso” o similari non sono necessari e non essendo area per servizi pubblici entrare all’interno dello stabile è come entrare a casa da un privato, ogni atto o fatto conseguente all’accesso costituisce responsabilità personale (ribadisco che lo spazio Grisù è uno spazio PRIVATO non pubblico, NON si può entrare senza permesso così come in qualunque casa privata);

8) Relativamente all’inaugurazione e altre presentazioni se non c’è “pubblico spettacolo o intrattenimento” non servono permessi (il testo unico per il pubblico spettacolo RD 773/1931 Art. 68-69 differenzia chiaramente le due tipologie e nel caso specifico non si rende necessaria alcuna richiesta di licenza);

9) Per i concerti tutti i permessi sono stati richiesti e concessi regolarmente con la supervisione della commissione di vigilanza, così come le verifiche dei livelli di rumore, se sono stati sforati i decibel massimi consentiti l’organizzazione degli stessi deve essere sanzionata, ma non c’entra né l’organizzazione Grisù ne’ la Provincia;

10) L’associazione Grisù ha il compito e l’onere di vigilare e controllare, è sempre l’associazione che si occupa delle selezione delle Aziende;

11) Le aziende versano una quota all’associazione perche’ li sostenga nei percorsi che li porteranno all’insediamento, alcune di loro sono anche nel consiglio direttivo dell’associazione stessa, hanno quindi pieno potere a far in modo che l’associazione stessa faccia al meglio i loro interessi: L’associazione non è controparte delle aziende, ma le rappresenta, credo quindi che le aziende abbiano tutto l’interesse a lavorare con l’associazione giornalmente e verificare che tutto proceda nei tempi più adatti alle loro esigenze;

12) Relativamente all’ennesima “affermazione” sulla possibile vendita dello stabile, confermo come ho già detto all’inaugurazione di Grisù, ai media e più volte nei social network oltre che poco sopra che lo “la Provincia non intende più vendere e quindi toglierà l’immobile dal piano delle alienazioni, ma che è in fase di studio uno strumento giuridico che consenta di vincolare l’immobile a quella finalità a prescindere dalle persone (un altro presidente potrebbe rivedere la scelta) e dall’abolizione o meno dell’ente (se il comune entrasse in possesso dell’immobile in sostituzione della Provincia potrebbe disporne diversamente). In sostanza “blinderemo” l’immobile perché nessuno possa venderlo in futuro predisponendo ovviamente i necessari strumenti per il controllo sulla gestione dello stesso”

13) Relativamente al fatto di aver usato quel tipo di contratto come ho già precisato in precedenza senza quel tipo di contratto “provvisorio” i tempi amministrativi e burocratici di altri istituti sarebbero stati lunghissimi e probabilmente oggi non saremmo nemmeno partiti

14) L’immobile non è soggetto a vincoli del M.ro dei Beni Culturali se non per la pate esterna (che quindi rimarrà inalterata): chi pensa che dovrebbe/potrebbe esserlo può rivolgersi alla Soprintendenza chiedendo le motivazioni in base alle quali non è stato ritenuto tale.

15) Relativamente al vincolo di struttura annonaria si è fatto notare come il testo della delibera poneva a capo dell’associazione “l’eventuale cambio di destinazione urbanistica (art. 3)” il termine “eventuale” significa che l’associazione interviene direttamente in caso di necessità, necessità che proprio la variante del comune fa si che non ci sia;

16) L’immobile non è frazionato e non è richiesto nessun CPI essendo al di sotto dei 500 mq di terziario, al di sotto del numero di 300 addetti e con attività che a mio parere non rientrano nell “Elenco di Attività Soggette ai Controlli di Prevenzione Incendi” http://www.vigilfuoco.it/aspx/page.aspx?IdPage=5574 (sono comunque chiarimenti da richiedere direttamente all’associazione Grisu);

17) Rispetto ai tempi per la partenza dei primi uffici/aziende le scadenze e le tempistiche sono concordate tra le aziende e l’associazione, come Provincia non abbiamo alcuna voce in capitolo e non c’è alcun obbligo di comunicarcele.

Marcella Zappaterra

Read Full Post »

ESTENSE.COM
Migliaro, Migliarino e Massa verso la fusione
Un referendum consuntivo per gli abitanti. Al nuovo ente incentivi regionali e sospensione del patto di stabilità

Un Comune unico entro la fine dell’anno
La Nuova Ferrara del 26/03/2013  ed. Nazionale  p. 21
I sindaci di Massa Fiscaglia, Migliaro e Migliarino: in ottobre il referendum con cui scegliere anche il nuovo nome

Addio campanile, dalla fusione la nuova identità
QN – Il Resto del Carlino del 26/03/2013  ed. Ferrara  p. 14
I sindaci di Migliaro, Migliarino e Massa, la Provincia e la Regione spiegano il progetto

Comuni: perché fondersi?
Telestense del 26/03/2013

Tre comuni verso la fusione
Telestense del 26/03/2013

Continua su http://www.provincia.fe.it/?nav=92&news=5DB302763F9E07E5C1257B3A00354AF4

Read Full Post »

La Provincia di Ferrara in questi ultimi 3 anni ha ridotto la spesa di personale di 2 milioni di euro, i dipendenti di 30 unità ed i dirigenti di 5 unità snellendo la struttura organizzativa senza perderci in qualità professionali perché  le scelte  non sono state dettate dalla politica o fatte per pagare  debiti elettorali.

La spending review noi l’abbiamo praticata davvero e non perché costretti  da finanziarie feroci nei confronti delle Province, che pur ci sono state, ma perché convinti che l’efficienza consente di liberare risorse che possono essere destinate, come noi abbiamo fatto, a politiche di sviluppo del territorio.

Dispiace rilevare che la sig.ra Barbati dell’IDV non si sia accorta di questo lavoro e apra una polemica su un concorso che è già stato sospeso e non certo per il suo comunicato stampa  ma perché  siamo soliti rispettare le disposizioni normative.

Vorrei chiarire però alcuni  aspetti che potrebbero risultare interessanti a chi vuol guardare alla vicenda andando appena oltre il  populismo  col quale di questi tempi è facile raccogliere consensi.

Intanto vorrei segnalare  che il concorso per il caposettore dell’ufficio tecnico era inserito nella delibera di programmazione del personale  condivisa  anche dall’allora assessore dell’Idv.

Il Concorso, inoltre, non prevedeva l’assunzione di un dirigente in più,  ma la copertura di un posto a tempo indeterminato oggi coperto da un contratto a tempo determinato più oneroso.  Il livello di retribuzione previsto sarebbe comunque stato  di molto inferiore a quello dei dirigenti della Regione  che la sig.ra Barbati non contesta per il semplice motivo che in Regione l’IDV è parte della maggioranza mentre in Provincia a Ferrara è all’opposizione anche se così finisce per non essere molto credibile.

Il  settore lavori pubblici è probabilmente il  più importante della Provincia,  deve gestire 900 Km viabilità, un patrimonio immobiliare rilevante ed opere pubbliche in via di realizzazione per oltre 200 mln di € (vedi idrovia) che rappresentano l’unica speranza di sviluppo del territorio. La sig.ra Barbati si preoccupa del concorso mentre, se volesse fare seriamente gli interessi dei cittadini ferraresi (ma del resto lei non è ferrarese), si preoccuperebbe  di come  far andare avanti i lavori senza rischiare di perdere importanti finanziamenti.  Il lavoro di un ingegnere capo non può essere fatto da un geometra pur bravo, si rischia di perdere decine di milioni di euro per risparmiarne 90 mila. Ma la signora Barbati  sembra  interessata più a conquistarsi visibilità mediatica che ad affrontare  il tema dello sviluppo del territorio ferrarese.

Circa l’opportunità di assumere un dirigente mentre si discute l’abolizione delle Province, vorrei sottolineare che da tempo è noto che l’abolizione delle province è incostituzionale e quindi  non potrà essere attuata. Lo sa l’IDV (Di Pietro da magistrato avrà dato una letta veloce alla Costituzione) e lo sa il governo che non parla più di abolizione e soppressione, ma di accorpamenti  collegati alla definizione più precisa e puntuale dei compiti e delle funzioni.  Ciò che è altrettanto chiaro è che una delle funzioni principali che rimarranno in capo alle province “accorpate” sarà la viabilità e proprio per questo il territorio ferrarese avrebbe avuto tutto l’ interesse ad avere rappresentanti di grande capacità e professionalità nella gestione e direzione di questo settore anche nel futuro assetto dell’Ente.

Quello che non accetto è l’accostamento di questa vicenda a quelle di una casta che fa di tutto per garantirsi privilegi fino alla fine. In questo caso non si sarebbe fatto l’interesse di politici, correnti o lobby di qualche genere,  ma semplicemente quello del territorio.

Invito la Barbati, prima di fare critiche dettate solamente dal  rancore dovuto alla rottura dell’alleanza con l’Idv a Ferrara, a guardare in casa propria e a preoccuparsi di giustificare la sua sostanziosa indennità e i suoi privilegi di Consigliere Regionale, assolutamente sproporzionati rispetto alle responsabilità che ha, praticamente inesistenti rispetto a quelle di un ingegnere capo o di un qualunque sindaco.

Spero che Il Fatto Quotidiano, diversamente dal passato stavolta mi offra la possibilità di replicare. In ogni caso per fortuna i canali della rete sono molti e chi vorrà capire potrà comunque trovare queste informazioni anche su altri siti.

Marcella Zappaterra

Read Full Post »

La campagna #salvaiciclisti continua, ed ha fatto grandi passi avanti.


Dal blog di amico in viaggio:

Si terrà oggi pomeriggio l’incontro tra una delegazione dei blogger che hanno dato il via alla campagna #salvaiciclisti ed il senatore Ferrante (PD), che giorni fa ha garantito di aver già stilato una prima bozza del disegno di legge da presentare la prossima settimana.

Così come è stata ottenuta l’attenzione dei media per dare risalto ad una “piaga” sociale che causa quasi un morto al giorno in Italia, la stessa attenzione sarà chiesta alla politica.

Vi invito a seguire gli aggiornamenti della vicenda sulla pagina ed il gruppo Facebook, quest’ultimo che ha superato ormai le 4 mila adesioni, e sul blogPiciclisti.

Di seguito un primo documento con data di oggi redatto dopo il pre-incontro di ieri dalla neo-coordinatrice romana Giselle Martino.

Read Full Post »

M’illumino di Meno, la celebre campagna radiofonica sul Risparmio Energetico, lanciata da Caterpillar, Radio2, dopo aver spento simbolicamente mezza Europa e acceso tricolori puliti in tutta Italia, è giunta alla sua ottava edizione e quest’anno raddoppia: il racconto delle buone pratiche di consumo sostenibile potrà infatti contare, oltre alla tradizionale fascia tra le 18 e le 19.30, anche sul nuovo spazio alle 6 del mattino, presidiato da CaterpillarAM.

Il risparmio energetico dalla mattina alla sera. Protagonisti più che mai di quest’edizione saranno i racconti della vita quotidiana di ciascuno: Caterpillar e CaterpillarAM invitano tutti a concentrare in un’intera giornata tutte le azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi, sperimentando in prima persona le buone pratiche di:

– riduzione degli sprechi;
– produzione di energia pulita;
– mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi)
– riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo).

Testimonial speciali di questa giornata all’insegna del risparmio energetico saranno i sindaci di tutta Italia, che sperimenteranno sulla propria pelle che cosa significa fare “economia sostenibile” mettendo in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi. A questo scopo, gli ascoltatori sono invitati a diventare “ambasciatori del risparmio energetico” presso i propri amministratori, mettendosi per un giorno alle loro calcagna, documentando i loro sforzi con foto e video, in veste di “badanti dell’impatto ambientale”.

Ulteriore novità di quest’anno è il grande successo del contest M’Illum-Inno, alla ricerca dell’inno ufficiale 2012: sono pervenuti in poche settimane da tutto il Paese oltre 100 componimenti originali di ogni genere musicale e ispirati al decalogo energetico. Hanno partecipato sia professionisti che musicisti amatoriali: band, cori scolastici e performer improvvisati con un entusiasmo sorprendente. Il vincitore è risultato quello della cantautrice Naif. Tutti gli inni restano ascoltabili sul sito di Caterpillar e alcuni di questi saranno eseguiti dal vivo nel corso della grande festa del risparmio energetico il 17 febbraio.

Per l’adesione 2.0 all’iniziativa si può postare su FB la propria modalità di partecipazione e personalizzare l’immagine del proprio profilo con l’apposito logo di M’illumino di meno, o scrivere a milluminodimeno@rai.it

IL DECALOGO DI M’ILLUMINO DI MENO
Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!)

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Read Full Post »

In questo post (in continuo aggiornamento, dall’alto verso il basso) riunirò tutti i Comunicati e le informazioni che riguardano la situazione e le attività svolte per affrontare la nevicata che sta colpendo la nostra Provincia.

PS: Nonostante l’aggiornamento che farò in questo post con tutte le informazioni che ricevo fate comunque riferimento ai siti istituzionali dei Comuni della Provincia i cui indirizzi trovate qui http://www.provincia.fe.it/comuni e al Sito della Prefettura http://www.prefettura.it/ferrara/multidip/index.htm e della Provincia http://www.provincia.fe.it/ per tutti i comunicati ufficiali.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Fuori dalla mezzanotte i mezzi della Provincia per liberare le strade dalla neve.
Un aggiornamento sulla situazione scuole

Sono fuori dalla mezzanotte i mezzi della Provincia per garantire le migliori condizioni di sicurezza sui quasi 900 chilometri di reticolo stradale di competenza.
In particolare, nella zona dell’Alto Ferrarese alle 24 sono scattati gli otto spargisale e i 12 automezzi muniti di lame. La salatura è stata eseguita su tutto l’Alto Ferrarese e gli spartineve sono stati attivi soprattutto nelle zone nelle quali le precipitazioni nevose sono state più consistenti: nell’Argentano, nel Centese e da questa mattina anche nel territorio di Bondeno, dove la neve sta cadendo in modo più intenso.
Gli spartineve sono tuttora in azione e per ora non è previsto alcun termine delle operazioni, che proseguiranno per tutto l’arco della giornata a seconda delle necessità che si presenteranno.
Anche nel quadrante del Basso Ferrarese gli automezzi in dotazione del Castello Estense sono entrati in azione dalla mezzanotte. In questo caso c’è stato finora bisogno esclusivamente dell’intervento degli spargisale, otto in tutto, in quanto il sottile strato di neve caduto durante le ore notturne e le prime ore del mattino non ha richiesto l’impiego delle lame, che possono agire con efficacia solo se lo strato sulle carreggiate raggiunge uno spessore minimo di alcuni centimetri.
A salatura terminata su tutte le strade della zona, attorno alle sette del mattino, si sta ora provvedendo ad un secondo intervento, specie laddove la nevicata si sta facendo più consistente: sulla Sp 68 Portomaggiore Consandolo e sulla Massa Fiscaglia-Tresigallo, dove non è esclusa l’entrata in azione degli spartineve.
Le previsioni per la giornata di oggi dicono che la nevicata si protrarrà in modo fine ma persistente fino al tardo pomeriggio, per cui i nuclei tecnici della Provincia che coordinano le operazioni nelle due zone del territorio valuteranno nelle prossime ore se e quali ulteriori provvedimenti adottare.
Sempre stando ai bollettini del tempo, più difficile diventerà invece la situazione fra venerdì e domenica prossimi, con nevicate più intense e, soprattutto, con un deciso abbassamento delle temperature ben sotto lo zero.
Questo potrebbe complicare le cose – dice l’assessore alla Sicurezza stradale Davide Nardini – perché il sale lavora fino alla temperatura di meno 5 sotto zero. Perciò– è l’invito di Nardini – mentre facciamo tutto il possibile per garantire le migliori condizioni di sicurezza, raccomandiamo ugualmente a chi si mette alla guida di farlo con la massima prudenza, sempre, e di farlo solo se strettamente necessario specialmente da venerdì a domenica per il pericolo gelate sulle strade”.
Se sul lato sicurezza stradale la Provincia è a pieno regime, su quello della Protezione civile al momento non si segnalano particolari situazioni di disagio o difficoltà da parte della popolazione, anche se il servizio è già in fase che tecnicamente si definisce di “Attenzione” e  in costante raccordo con Prefettura, Forze dell’ordine e Polizie municipali per essere pronti ad ogni evenienza.
Nel frattempo la Prefettura di Ferrara ha diramato un decreto il quale dispone dalle due del primo febbraio “fino a cessate esigenze – recita il provvedimento – il divieto di circolazione su tutto il sistema viario della provincia di Ferrara (autostrade, strade statali e provinciali) dei veicoli commerciali di portata superiore alle 7,5 tonnellate”.

Sul versante delle scuole, infine, si ha finora notizia di ordinanze di sospensione delle lezioni, fino a revoca del provvedimento e per le scuole di ogni ordine e grado, emesse dai sindaci dei Comuni di Codigoro (dove c’è l’istituto secondario superiore Guido Monaco da Pomposa) e Comacchio (sul cui territorio si trova l’istituto superiore Remo Brindisi). Sono in fase di adozione analoghi provvedimenti, a valere dunque per domani, nei Comuni di Argenta (dove si trova l’istituto superiore di Argenta-Portomaggiore), Ostellato (istituto Navarra) e Bondeno (dove si trova la succursale del Carducci).

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 11.30

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 2
Nuove ordinanze dei Comuni di Portomaggiore e Ferrara sulle scuole a causa della situazione neve

Anche il Primo cittadino di Portomaggiore, Nicola Minarelli, sta adottando un’ordinanza per la sospensione delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado sul suo territorio, a causa del peggioramento delle condizioni del tempo.
Un provvedimento che entrerà in vigore giovedì 2 fino a domenica 5 febbraio e che interessa anche l’istituto superiore di Argenta Portomaggiore.
Analoga decisione di sospensione delle attività scolastiche sta prendendo il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, con un provvedimento che avrà validità da giovedì 2 fino a venerdì 3 febbraio, scuole secondarie superiori comprese.

In allegato le ordinanze dei sindaci

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 12.30

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 3
Problemi di energia elettrica per 1.500 utenze. Ancora in azione sulle strade tutti i mezzi della Provincia. Castello Estense chiuso al pubblico giovedì e venerdì.

Sono sulle strade tutti i mezzi spartineve della Provincia: 11 per il Basso Ferrarese e 16 per la zona dell’Alto Ferrarese. Un’azione resasi necessaria per l’aumento e la persistenza delle precipitazioni che rendono difficile mantenere le strade sgombre dalla neve.
In ogni caso i responsabili delle operazioni per ciascuna zona del territorio assicurano che i mezzi continueranno il proprio intervento di pulizia delle carreggiate fino a quanto cesserà la nevicata.
Appena le condizioni lo consentiranno è al vaglio poi una nuova operazione di salatura completa della rete viaria provinciale.
Nel frattempo giunge la notizia che 1.500 utenze risultano scollegate dalla rete elettrica nelle zone di Ostellato, Portomaggiore, Mesola, Codigoro e Ferrara.
Il problema sarebbe dovuto al fatto, così spiegano i tecnici Enel già al lavoro,  che la neve sottile e fitta con la spinta del vento si insinua nelle prese d’aria delle cabine elettriche provocando interruzioni temporanee all’erogazione di energia. Niente a che vedere, dunque, con la gravità dei danni provocati dalle nevicate del 2010 col problema del congelamento dei manicotti e il collasso dei tralicci. Questa volta, assicurano i tecnici, i problemi si dovrebbero risolvere più brevemente perché il problema non è di natura strutturale, anche se al momento nessuno si sbilancia sui tempi necessari per un ritorno alla completa normalità.
Un’ulteriore decisione riguarda poi il Castello Estense, il cui percorso di visita, causa maltempo, rimarrà chiuso al pubblico giovedì 2 e venerdì 3 febbraio, mentre nel pomeriggio di oggi non sarà possibile salire sulla torre dei Leoni per motivi di sicurezza.
“Si tratta di una situazione preoccupante e che nel frattempo ha assunto dimensioni regionali, con la chiusura di strade come l’autostrada e la Romea – dichiara la presidente della Provincia Marcella Zappaterra – e se Anas e Autostrade assumono decisioni di questa rilevanza vuol dire che il quadro non è gestibile con strumenti ordinari.  Per quanto riguarda il nostro contesto, poi, con neve e vento forte tuttora in corso è oggettivamente difficile tenere pulite le strade, nonostante stiamo facendo ogni sforzo possibile e il piano antineve sia partito già da ieri notte. In ogni caso invito tutti ad usare la massima prudenza e a mettersi alla guida solo se strettamente necessario. Seguiamo inoltre con attenzione anche la situazione relativa ai problemi di erogazione dell’elettricità e per questo è attivo il nostro servizio di Protezione civile in stretto contatto con Prefettura, sindaci e vertici Enel”.
Gli stessi volontari della Protezione civile, sono al momento al lavoro per dare assistenza ai mezzi pesanti commerciali usciti dall’autostrada che non possono transitare sulle strade locali e provinciali, a seguito del divieto di circolazione emesso in mattinata dalla Prefettura di Ferrara.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
Ferrara, 1 febbraio 2012 – 14.40

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA N. 4
Giovedì 2 e venerdì 3 febbraio chiusi anche i Centri per l’impiego

A causa del maltempo, i Centri per l’impiego di Cento e Codigoro e il punto operativo di Porto Garibaldi rimarranno chiusi nelle giornate di giovedì 2 e venerdì 3 febbraio.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ferrara, 1 febbraio 2012 – ore 15.30

Prefettura  –  Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara1 febbraio 2012
Comunicato stampa “emergenza neve”

Da stanotte è sospesa la circolazione dei veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali sull’intero sistema viario della provincia di Ferrara (autostrade, strade statali e provinciali). Sará comunque garantito il transito dei mezzi adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti di emergenza, di sicurezza,  protezione civile a garanzia della manutenzione stradale e delle condizioni di viabilità.
Agli automobilisti, nella giornata odierna, anche a seguito delle intense nevicate si consiglia ove non indispensabile di rimanere a casa. Nel caso ci si debba mettere a bordo di veicoli, per assoluta necessita è importante essere dotati di catene o pneumatici termici. E’ assolutamente sconsigliato, o in base ad alcune ordinanze sindacali vietato, utilizzare le biciclette ed altri veicoli a due ruote.
Domani e venerdì è stata disposta dai Sindaci, a Ferrara ed in gran parte delle scuole della provincia, la sospensione dell’attività didattica.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Aggiornamenti orari

Ore 17.00 – 01/02/2012

Possibile chiusura dell’Autostrada e della Romea, è previsto un summit alle 18 con Prefettura e Anas per decidere se chiuderle o meno.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 18.15 – 01/02/2012

L’autostrada Bologna-Padova è stata già chiusa in direzione Bologna > Padova

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 19.30 – 01/02/2012

– Oltre all’autostrada anche la Romea è stata chiusa al traffico, ma per il momento dei soli mezzi pesanti che sono stati dirottati in aree di parcheggio dove la Provincia e la Protezione Civile stanno portando  viveri e coperte per gli autisti che dovranno affrontare la notte. Per il momento il traffico delle auto non è stato interdetto per evitare che le auto si riversino nella arterie Provinciali e Comunali.

– I mezzi spargisale e spartineve, che hanno iniziato a girare dalla serata di ieri, hanno effettuato oggi 3 giri completi delle strade Provinciali, il problema è che la neve continua a cadere senza sosta e la velocità dei mezzi è molto ridotta. Se la temperatura si abbasserà ancora c’è il rischio che la temperatura del manto stradale si abbassi sotto i -5 gradi rendendo inutile lo spargimento di sale.

– Tutti i Musei e le scuole della Provincia rimarranno chiusi fino a Venerdì (alcuni Comuni fino a Sabato), si valuteranno ulteriori chiusure a quella data.

– Le problematiche delle zone senza elettricità dovrebbero essere risolte quanto prima da quello che i tecnici dell’Enel ci hanno comunicato.

– Provinca e Protezione Civile stanno fornendo mezzi alla Guardia medica e viveri a chi ne ha fatto richiesta come la Casa Protetta.

La raccomandazione, inutle ma obbligatoria, è di evitare di usare la macchina o per chi ne ha assoluta necessita di essere dotati di catene o pneumatici termici.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 06.00 – 02/02/2012

– Per le strade dell’alto Ferrarese si è proceduto ad oltranza con tutti i mezzi a disposizione,  per il basso Ferrarese ci si è fermati alle nove per riprendere stamane alle sei;

– I 900 chilometri di strade Provinciali sono state tutte salate;

– E’ stato portato il generatore d’emergenza della Protezione Civile alla casa protetta di Migliaro e sempre i mezzi Protezione Civile con gomme chiodate sono stati messi a disposizione di Guardia Medica e altri mezzi di Soccorso;

– I mezzi pesanti fatti uscire dalla Romea e dall’Autostrada sono stati indirizzati verso i punti di sosta predisposti, dove staranno fermi fino ad oggi e la Protezione Civile continua a portar loro cibo ed acqua. I punti di sosta in Ferrara sono presso Salvi, via Caselli, Piccola media Industria, Via Veneziani, mentre in Provincia sono in San Giuseppe, Zona Artigianale, piazzale Topkapi e area industriale Sipro lungo la super Ferrara-Mare oltre che in alcuni punti lungo i lati delle strade.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 07.40 – 02/02/2012

Provinciale Bloccata direzione Ro

Sandro Pelati via Facebook mi avverte che la Strada Provinciale per Ro dalla Quercia (Via Po a Copparo) fino a quasi a RO (sicuramente fino a Dazio di Guarda – Idrovoro) è al momento bloccata. Il mezzo che doveva curare il comparto ha avuto un guasto e ne sta intervenendo un’altro, nel frattempo si è formata una lunga coda e sul posto ci sono Carabinieri e Vigli del Fuoco, sono consigliati percorsi alternativi.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 8.35 – 02/02/2012
Strada Provinciale per Ro Riaperta: sono intervenuti mezzi spazzaneve della Provincia e i VV.FF Volontari di Copparo (un grazie al Comandante Zanella e a tutti i ragazzi). Ora permane una segnalazione sul tratto che dalla provinciale Copparo Ferrara va verso Zocca e Ruina. A Copparo al momento non abbiamo segnalazioni di situazioni critiche.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
ore 10.40 – 02/02/2012
La situazione delle strade provinciali
Per tenere sgombri dalla neve i quasi 900 chilometri del reticolo stradale provinciale, hanno praticamente lavorato tutta la notte i mezzi della Provincia di Ferrara e tuttora stanno continuando un intervento che durerà per tutta la giornata di oggi.
In particolare, nella zona del Basso Ferrarese i 12 spartineve hanno lavorato fino a tarda sera di ieri – 1 febbraio – e hanno ripreso dalle 5 di questa mattina.
La situazione – dicono i responsabili tecnici della viabilità di questo settore viario –  è al momento di una generale percorribilità, anche se in alcune zone persiste il problema di un forte vento che trasporta sulle carreggiate cumuli di neve. Fenomeno che si sta presentando con particolare intensità nelle zone di Copparo, Ro e Berra.
La situazione di una nevicata più consistente nell’Alto Ferrarese ha richiesto invece un’azione costante durante tutta la notte dei dodici mezzi dotati di lame in dotazione all’amministrazione del Castello Estense. Azione che sta tuttora proseguendo e anche in questo caso il quadro è di una generale percorribilità delle strade.
Le criticità maggiori al momento si registrano nelle zone di Vigarano, Bondeno, e Cento, dove sta ancora nevicando e questo rende problematico il compito di tenere pulite le carreggiate.
Anche qui si lamenta l’azione del vento, specie sulla Sp 19 (Bondeno – Ferrara) e la Sp 35 (San Carlo – Poggio Renatico), che provoca cumuli di neve sulla strade rallentando il lavoro di pulizia.
Su tutta la rete viaria, comunque, la strategia è comune: usare la giornata di oggi, considerata di tregua sotto l’aspetto delle condizioni meteo, per tenere più libere possibile, e quindi più sicure, le strade anche con una nuova salatura completa, prima del nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche.
Peggioramento che è atteso già dalle ore serali di oggi con temperature in discesa, forse anche al di sotto dei meno 5 gradi. Condizione che, se si verificasse, vanificherebbe l’azione del sale e quindi il pericolo gelate si farebbe più serio; pericolo che si sta cercando di contenere al minimo mantenendo le carreggiate il più possibile pulite.
I bollettini meteo volgono poi al brutto per il fine settimana con una nuova ondata di maltempo e temperature ben al disotto dello zero su tutto il Ferrarese.
La Protezione civile in azione
Si è attivata anche la Protezione civile della Provincia per alleviare le conseguenze provocate dall’ondata di maltempo che ha colpito il territorio ferrarese.
Un intervento di assistenza con pasti caldi che i volontari della Protezione civile hanno assicurato agli oltre 300 camionisti  fermi per tutta la giornata di ieri nelle zone Metro, dietro la Fiera, via Caselli e via Bologna nel quadrante Sud di Ferrara.
Una situazione creatasi a seguito della chiusura dell’autostrada e del divieto di transito sulla viabilità locale e provinciale emesso dalla Prefettura, nei confronti dei mezzi commerciali  oltre le 7,5 tonnellate di portata.
Alla volta di ieri sera si contavano fino a circa 600 autotreni fermi in territorio ferrarese. Situazione che sta rientrando lentamente alla normalità con la riapertura dell’autostrada che lambisce la città estense dalle 7.30 di questa mattina.
Parole di ringraziamento vengono a questo proposito dall’assessore provinciale alla Protezione civile, Stefano Calderoni, che sono indirizzate ai volontari di Protezione civile e della Croce rossa italiana, nonché ai loro colleghi di Comacchio, per avere prestato assistenza e conforto ai tanti camionisti fermi a causa della chiusura anche della Romea, a seguito di analoga decisione di Anas.
Un grazie Calderoni esprime anche alla Metro per avere messo a disposizione il piazzale antistante per la sosta forzata degli autotreni.
L’azione della Protezione civile si è poi parallelamente spostata su Migliaro, dove alla casa di riposo è stato portato un generatore elettrico per ovviare ai problemi di erogazione di energia elettrica che ieri hanno interessato l’intera zona. Attrezzatura che è tuttora sul posto, pronta ad essere utilizzata se altre difficoltà dovessero ripresentarsi, anche se già dalla serata di ieri la situazione è ritornata alla sostanziale normalità per le oltre 1.500 utenze rimaste senza luce per un problema accusato dalle cabile elettriche in alcune zone di Ostellato, Portomaggiore, Mesola, Codigoro e Ferrara.
Un paio di volontari hanno affiancato anche l’attività delle guardie mediche, per facilitare i loro spostamenti e consentire loro di giungere il più rapidamente possibile sui luoghi di chiamata.
Infine l’assessore Calderoni esprime un grazie anche ai tanti agricoltori che nel corso della giornata di ieri, e con l’impiego di mezzi propri, hanno sgomberato dalla neve numerose strade, dando così un aiuto concreto alla soluzione del problema di rendere meno pericolosa la circolazione veicolare.
Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 18.00 – 02/02/2012
Situazione neve strade provinciali: la via Rangona a Portomagiore viene ri-pulita in queste ore mentre Via Anime e la Provinciale Runco-Portomaggiore saranno ri-salate nelle prossime 4 ore. Nell’alto Ferrarese e’ nevicato fino a mezzogiorno e il ghiaccio non si e sciolto quindi andranno avanti ad oltranza fino a mezzanotte .
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 12.30 – o3/02/2012
Sandro Pelati da Facebook mi manda questo update sulla situazione di Copparo:
L’emergenza neve non é finita. Anche oggi il vento sta complicando le cose sulle strade in aperta campagna. Abbiamo strade con grossi cumuli di neve che nel giro di poco tempo si riformano e rendono impercorribili alcune strade. Stiamo intervenendo in via Brunorossi, via Piumana, via Vallazza, via Mazzocca, via Ruffetta, via Cinti, via Lanternazza, via Ghiraldi, via Zaffo, via Brodolini, via Baricorda, via S.Carlo, via Seminiato e altre. STIAMO PASSANDO OVUNQUE PERÓ IL VENTO FORTISSIMO RICREA I CUMULI IN MEZZO ALLA STRADA RAPIDAMENTE. CI SONO PUNTI CON PIÚ DI UN METRO DI NEVE IN STRADA. STATE ATTENTI A NON RIMANERE INCASTRATI. LIMITATE AL MINIMO GLI SPOSTAMENTI. ANCHE LE PROVINCIALI HANNO LO STESSO PROBLEMA. CALMA E ATTENZIONE. L’ufficio di emergenza neve é ancora attivo e le segnalazioni possono essere fatte telefonicamente ai numeri:
POLIZIA MUNICIPALE:0532/864655
AREA TECNICA: ANNA 0532/864645 TERESA 0532/864625
CENTRALINO CON SEGRETERIA TELEFONICA:0532/864511
VIGILI DEL FUOCO: 115 Se non risponde nessuno la mia mail é: assessore.pelati@comune.copparo.fe.it
Lasciate nominativo e indirizzo preciso della segnalazione, mi raccomando!
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 14.30 – 03/02/2012
Allerta di Protezione Civile n° 008/2012
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 19.45- 03/02/2012
Ricevo comunicazione che viene confermata la chiusura della Superstrada Ferrara-Mare da Cona fino ai lidi. Inoltre pubblico il comunicato relativo alla chiusura di alcune strade Provinciali.
Prefettura  –  Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara
COMUNICATO STAMPA – 3 FEBBRAIO 2012
Come è noto anche questa Provincia è interessata da una forte perturbazione atmosferica che ha determinato consistenti precipitazioni nevose.
La Regione Emilia Romagna ha diramato, in data 2/02/2012,  un’allerta di protezione civile concernente una possibile intensificazione delle nevicate con diminuzione delle temperature e conseguenti gelate notturne e mattutine, dalla giornata di domani 4 febbraio fino alla domenica successiva 5 febbraio 2012.
Al riguardo si consiglia, ove non indispensabile, di evitare di utilizzare l’automobile. Nel caso ci si debba mettere a bordo di veicoli, per assoluta necessità, è assolutamente necessario dotare il mezzo di catene o di pneumatici da neve.
Si consiglia, inoltre, di prestare attenzione ai suggerimenti forniti dalle Polizie Municipali sui tratti delle strade meno percorribili e sugli itinerari che verranno accreditati quali più transitabili.

SONO STATE CHIUSE AL TRAFFICO LE SEGUENTI STRADE PROVINCIALI

SP70 Cispadana    intero asse viario
SP 5 Dazio di Guarda
Sp11 Ariano Mesola ( da Ariano fino all’intersezione SP 62 (località Monticelli)
SP74 – SP 76 (Girarda) dalla SS309 Romea alla SP 54 direzione Volano
SP 55 Lagosanto-Rotta Zambusi (da abitato Lagosanto a SS 309 Romea)
SP 58 Bocchetto Marenghino (da SP15 via del Mare fino a SS 309 Romea)
SP 75 Canale Pega (intero tratto)
SP78 Istria Fiume (intero tratto)
SP73 Arsapega (intero tratto)
SP72 Strada Argine Agosta
SP80 Pego Ovest
SP 79 Mondonuovo (intero tratto)
Sp 71 Alberelli (intero tratto)
Sp 57 Portoverrara – San Carlo Trava
Sp 26 Ospital Monacale – Consandolo
Sp 3  Delleanime (dall’incrocio con l’abitato di Quartiere alla SP 68)
SP 37 San Niccolò – Masi torello (intero tratto)
Sp 56 Le Contane – Serravalle

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 03.00 – 04/02/2012

Segnalati incidenti e/o fuoriuscite di automezzi su diverse strade (le ultime tra Torbiera e Codigoro, tra Consandolo e Ospital Monacale, nel Copparese,), al momento non sembra con gravi conseguenze, purtroppo molte auto girava senza gomme termiche e diverse sono di ragazzi che NON andavano lavorare 😦 . Tutto ciò rende ancor più difficoltoso il lavoro dei mezzi che passando per pulire, dei VV.FF., della Protezione Civile e della Croce Rossa.

Da Facebook mi segnalano difficoltà grosse sulla strada Reale che da Jolanda porta a Codigoro e molta neve trasportata sulla strada da Berra a Copparo (alto rischio di formazione di lastre di ghiaccio), ed anche la Provinciale tra Ostellato e Migliarino è colpita da vento intensissimo ed anche qui la strade si sta coprendo di neve da riporto (qui il servizio dei mezzi antineve riprende intorno alle 5.30/6.00 ri-iniziando dalle strade non urbane).

Situazione difficilissima nel Portuense, interi tratti di strada sono impercorribili: la bretella nel tratto tra l’imbocco per Maiero e la rotonda dell’EuroSpin, la Sandolo-Gambulaga 😦 e la Portomaggiore-Runco, moltissime strade secondarie sono completamente impraticabili.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 09.00 – 04/04/2012

Il SINDACO del Comune di Ostelato

AVVISO ALLA CITTADINANZA
Si rende noto che il territorio sarà interessato da precipitazioni nevose e temperature molto basse.
Le nevicate saranno seguite da diffuse gelate notturne e nelle prime ore del mattino.
Si consiglia ai cittadini, nelle prossime ore, di uscire di casa e/o utilizzare i mezzi di trasporto solo in caso di urgente necessità, limitando al minimo gli spostamenti nel fine settimana.
Il Comune di Ostellato e la Provincia di Ferrara stanno lavorando per la pulizia delle strade comunali e provinciali sull’intero territorio comunale, con mezzi spazzaneve e spargisale.
Si raccomanda ai cittadini la massima attenzione e collaborazione per evitare disagi e pericoli.
In particolare si chiede di aiutare o segnalare la presenza di anziani soli in difficoltà.
Le persone anziane, le persone disabili e le persone che dovessero trovarsi in forte difficoltà e che necessitino di reperire farmaci o generi di prima necessità, possono contattare i seguenti numeri:
– Centralino del Comune: 0533/683911
– Cellulare del Comune reperibile 24 ore su 24: 340/8676572

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.15 – 04/04/2012

Situazione strade stabile e dignitosa nell’Alto Ferrarese ed in citta’, drammatica invece nel Copparese, Argentano-Portuense e Delta

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.20 – 04/04/2012

Nicola Minarelli (sindaco di Portomaggiore) da Facebook:
Attraverso il coordinamento della provincia e della protezione civile si stanno coordinando interventi per la chiusura delle arterie provinciali (e anche minori per quanto possibile) per evitare che circolino auto private e quindi si interdica il lavoro di pulizia dei mezzi provinciali.
Siamo a questa soluzione, vi lascio immaginare la gravità della situazione.
Lo ripeto alla noia: NON CIRCOLATE!!!
Per le emergenze (il fatto di essere bloccati in casa e non riuscire ad uscire NON lo è perchè questa è la situazione di gran parte dei cittadini) come per esempio mancanza di luce, gas, cibo o problemi di salute si prega di contattare il numero 0532-323257 (rispondo io) oppure il 3356676562.
Chiediamo la massima collaborazione a partire dalla disponibilità a fare mente locale e pensare a vicini di casa anziani e potenzialmente in difficoltà da andare a trovare.
GRAZIE

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.35 – 04/04/2012

Ulteriore aggiornamento da Nicola Minarelli da Facebook
Appena concluso vertice in Prefettura.
Si è deciso di procedere alla CHIUSURA DELLA STRADA PROVINCIALE DELLE ANIME DALLA FRAZIONE DI QUARTIERE IN DIREZIONE PORTO (rimane percorribile il tratto da Quartiere alla strada statale 16) e alla CHIUSURA DELLA STRADA PROVINCIALE S.CARLO TRAVA DA PORTOVERRARA AL MEZZANO. Resta al momento aperta alla viabilità la Rangona, ma entro qualche ora potrebbe rendersi necessaria una sua eventuale chiusura.
E’ confermata l’ALLERTA METEO PER SABATO E DOMENICA. Non mettetevi in viaggio se non per ragioni di estrema urgenza e necessità.
Per favore, condividete! Grazie!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.55 – 04/04/2012

Sandro Pelati sempre da Facebook riporta un aggiornemento dal Comune di Copparo:
É IN CORSO INCONTRO NELL’UFFICIO DEL SINDACO.
DECISO SOSPENSIONE LEZIONI SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO NEL COMUNE DI COPPARO SIA LUNEDÍ 6 CHE MARTEDÍ 7.
CHIUSA LA PROVINCIALE PER FORMIGNANA ALL’ALTEZZA DELL’INCROCIO PER SABBIONCELLO.
A TRA POCO.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.00 – 04/04/2012

Nicola Minarelli da Facebook
Si comunica che rimane in vigore anche per lunedì 06/02/2012 l’ordinanza di sospensione delle lezioni delle scuole di ogni ordine e grado di Portomaggiore (pubbliche e paritarie). Stiamo provvedendo a comunicare la notizia tramite sms ai rappresentanti di classe che gentilmente hanno dato la loro disponibilità ad essere punto di riferimento per altri genitori.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.10 – 04/04/2012

Anche Lorenzo Marchesini sindaco di Mesola avverte che è sospesa l’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado e asilo nido anche per la giornata di Lunedì 6

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11,20 – 04/02/2012

Sandro Pelati sempre da Facebook riporta un nuovo aggiornemento dalla zona di Copparo:
Sospensione lezioni nidi, materne, elementari e medie sia lunedí 6 e martedí 7. strada provinciale per ro e per formignana chiuse. tutti i mezzi stanno lavorando per riaprire le strade comunali con i cumuli. zone di amborgio, s.apollinare, brazzolo, sabbioncello, tamara, saletta con strade comunali rurali che stiamo faticosamente tentando di tenere percorribili. é ripreso a nevicare e questo implica che se persiste si ritornerà al piano neve normale con le macchine su tutte le zone del comune e non piú concentrate nelle zone rurali. questo implica che potrebbero verificarsi delle interruzioni di strade con isolamento di famiglie nelle zone rurali. per questo é già stata attivata la protezione civile. non spostatevi se non per emergenze vere!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.50 – 04/04/2012

“Alcuni” incidenti e fuoriuscite, sulla strada da Masi Torello ad Ostellato, hanno creato una coda di automezzi che ora non possono ne proseguire (finchè i mezzi di soccorso non avranno spostato le auto sulla strada) ne tornare indietro, la Protezione Civile e la Croce Rossa stanno portando ora viveri e coperte.

Ore 12.50 – 04/04/2012

Sulla Superstrada tra Rovereto e Migliarino ci sono diversi automobilisti bloccati da cumuli di neve, i mezzi di soccorso stanno arrivando molto lentamente dato che non c’è corsia di emergenza su cui transitare.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.10 – 04/04/2012

Emergenza neve: Ordinanza di chiusura delle Strade Provinciali
I comunicati diffusi dalla Prefettura di Ferrara
Pubblichiamo in allegato i testi dell’Ordinanza della Provincia di chiusura al traffico di alcune Strade Provinciali e i comunicati diffusi dalla Prefettura di Ferrara il 3 e il 4 febbraio, a causa dell’emergenza neve.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.30 – 04/04/2012

Avviso fenomeni intensi – Servizio Metereologico Aereonautca Militare  http://www.meteoam.it/
Avviso emesso alle ore 12.00/utc del 04/02/2012
Fenomeni intensi entro le prossime 12/18 ore:
persistono frequenti nevicate fino in pianura sull’ emilia-romagna, marche, umbria, toscana, abruzzo e sardegna centro settentrionale. – nevicate a quote superiori ai 400-500 mt sulla calabria; – venti forti da nordest sulla liguria, toscana, coste del veneto, friuli venezia-giulia e dell’emilia romagna, marche e sardegna con mareggiate lungo le coste esposte al vento; – mare molto agitato il mar ligure, mare di sardegna e adriatico settentrionale. – temperature inferiori agli 0°c sia nei valori minimi che in quelli massimi con giornate di gelo su tutte le regioni settentrionali, toscana, umbria, marche ed abruzzo. C.n.m.c.a.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 13.30 – 04/04/2012

Elenco aggiornato delle strade Provinciali chiuse al traffico e relativa ordinanza della Prefettura:

Come preannunciato dall’allerta meteo diffusa ieri dalla Regione Emilia Romagna, anche in questa provincia le precipitazioni nevose saranno possibili fino alla giornata di domani, domenica 5 febbraio, associandosi  ad una brusca diminuzione delle temperature con conseguenti gelate notturne e mattutine.
Poiché le nevicate previste andranno ad aggravare situazioni di criticità già evidenziate  in molte aree del territorio provinciale, si rinnova l’invito a non utilizzare l’automobile  negli spostamenti in questo fine settimana, se non in casi di assoluta necessità; in ogni caso, il transito sulle strade statali e provinciali è consentito esclusivamente ai mezzi provvisti di pneumatici invernali o catene a bordo.
Per ogni informazione sulla percorribilità delle strade dovrà essere prestare la massima attenzione ai  suggerimenti forniti dalle Polizie Municipali.
Al momento si ricorda che permane la chiusura al traffico dei seguenti tratti stradali:
SP70 Cispadana    intero asse viario
SP 5 Dazio di Guarda
Sp11 Ariano Mesola ( da Ariano fino all’intersezione SP 62 (località Monticelli)
SP74 – SP 76 (Girarda) dalla SS309 Romea alla SP 54 direzione Volano
SP 55 Lagosanto-Rotta Zambusi (da abitato Lagosanto a SS 309 Romea)
SP 58 Bocchetto Marenghino (da SP15 via del Mare fino a SS 309 Romea)
SP 75 Canale Pega (intero tratto)
SP78 Istria Fiume (intero tratto)
SP73 Arsapega (intero tratto)
SP72 Strada Argine Agosta
SP80 Pego Ovest
SP 79 Mondonuovo (intero tratto)
Sp 71 Alberelli (intero tratto)
Sp 57 Portoverrara – San Carlo Trava
Sp 26 Ospital Monacale – Consandolo
Sp 3  Delleanime (dall’incrocio con l’abitato di Quartiere alla SP 68)
SP 37 San Niccolò – Masi torello (intero tratto)
Sp 56 Le Contane – Serravalle
SP 4 Copparo-Migliarino
SP60 Gran Linea
SP 16 Copparo-Codigoro
SP 68 di Codigoro (a tratti)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.10 – 04/04/2012

L’assessorato Regionale all’Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale hanon fatto un accordo in base al quale i giorni di chiusura per emergenza neve non incideranno sul calendario scolastico. Appena sarà informata di altre chiusure relative alle scuole della Provincia vi aggiornerò.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.00 – 04/04/2012

Dal Comune di Portomaggiore

COMUNICATO STAMPA – Comunicazione del Sindaco

Dopo l’allerta meteo confermata ieri dalla Protezione Civile e la decisione di Prefettura, Provincia ed enti locali -presa nel corso di un vertice svolto ieri in serata- di chiudere molte strade provinciali, dalla notte è spirata nel nostro territorio una bufera, che per violenza e difficoltà di controllo, ha superato le nostre aspettative.

Già da prima dell’alba –e l’ho potuto verificare di persona attraverso ripetuti sopralluoghi- era chiaro che molti tratti di strada, in particolare quelli più esposti al vento, erano impraticabili: abbiamo ripetuto molte volte, già dal pomeriggio di ieri, di evitare di mettersi alla guida se non per casi indispensabili ed improrogabili. Ciononostante nella notte e durante il giorno, molte autovetture circolavano, bloccandosi spesso in mezzo alle strade o fuoriuscendone e causando ulteriori difficoltà ai mezzi di pulizia e a quelli di soccorso.

Abbiamo messo a disposizione numeri di telefono (quello del mio ufficio 0532 323257, ed un cellulare 335 6676562) per segnalarci le emergenze che si verificano nel territorio. Dalle prime luci del mattino sapevamo che intere zone e frazioni erano completamente isolate e che non saremmo riusciti a creare varchi date le condizioni atmosferiche: le nostre priorità sono state l’assistenza a persone con difficoltà fisiche e sanitarie ed i casi di sospensione di elettricità, acqua e gas.

In mattinata abbiamo predisposto fino a lunedì 6 febbraio, la chiusura dei cimiteri di Portomaggiore  e frazioni e la sospensione delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale. Per diffondere il più capillarmente possibile la notizia abbiamo inviato sms ai rappresentanti dei genitori che ci avevano lasciato il loro numero, mettendosi a disposizione per contattare le altre famiglie.

Pur nella difficoltà, che è sotto gli occhi di tutti, abbiamo scelto alcune priorità verso cui indirizzare le operazioni di pulizia e sgombero. Il lavoro degli operatori, ai quali va il ringraziamento di questa Amministrazione, è indirizzato dapprima a cercare di mantenere possibile la viabilità nelle arterie principali e di raccordo tra le frazioni e il capoluogo. Successivamente l’impegno sarà rivolto alle strade secondarie. Anche lo spalamento manuale segue specifiche priorità, concentrandosi in primo luogo verso punti maggiormente sensibili e strategici. Certo è che il perseverare delle precipitazioni e del vento ci impediscono di garantire situazioni di ordine e pulizia.

La Protezione Civile, la Polizia Provinciale e quella Municipale, gli operatori ed i tecnici di Provincia e Comune, Ausl, i volontari del Radio Club sono al lavoro in condizioni davvero di emergenza. Ai cittadini chiediamo, di nuovo, di garantire la loro massima collaborazione occupandosi di anziani e persone in difficoltà, ed evitando di mettersi alla guida se non per ragioni che siano di effettiva necessità ed estrema urgenza (ed in tal caso seguendo ogni cautela come l’uso di catene o gomme termiche).

Il Sindaco
Nicola Minarelli

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Lo stesso Nicola Minarelli da Facebook
Dopo essere riusciti a riaprirla in mattinata e nel primo pomeriggio, siamo costretti a RICHIUDERE LA STRADA SANDOLO-GAMBULAGA nel tratto compreso tra Sandolo e Gambulaga.
I residenti a Sandolo possono raggiungere casa attraverso la SP68 da Maiero.
I residente di Gambulaga possono rincasare passando da Runco.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.10 – 04/04/2012

Jolanda, il Sindaco comunica che Via del Mare, Via Albersano, Via Po, Via Cavicchini, sono percorribili per ora.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 19.10 – 04/04/2012

Annunci relativi alle chiusure delle Scuole in Provincia (postati sulla mia pagina di Facebook ma disponibili come Comunicati ufficiali nei siti dei relativi Comuni)

Le Scuole Secondarie superiori di tutta la Provincia di Ferrara sono chiuse certamente fino a Lunedì, valuteremo la situazione nel prosieguo, Marcella.

>>>

Marco Roverati
Attività didattica sospesa LUNEDI nei comuni di Migliaro, Ostellato, Migliarino, Massa Fiscaglia, Codigoro, Mesola, Lagosanto e Goro.

>>>

Nicola Minarelli
Anche a Portomaggiore, lunedì 6 febbraio, sono sospese le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado.

>>>

Antonio Fiorentini
Le scuole del Comune di Argenta sono chiuse anche lunedi. Tutte le informazioni possibili riguardo il Comune sono nel sito e nella pagina facebook del Sindaco. Per emergenze chiamare la Polizia Municipale presente anche alla notte con diverse pattuglie (0532330301).

>>>

Ferrara: Il sindaco Tiziano Tagliani emette nuova ordinanza relativa alla sospensione delle attività delle scuole secondarie di secondo grado (superiori) del territorio comunale anche per la giornata di lunedì 6 febbraio 2012. Per le altre scuole (nidi, materne, primarie e secondarie di primo grado) la decisione è rinviata a domani (5feb12) in base all’evoluzione delle condizioni meteo e alla situazione della viabilità cittadina.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 20.35 – 04/04/2012

Il Presidente Errani dichiara lo stato di emergenza Regionale. L’esercito in Romagna e a Bologna per sgombrare le strade

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 22.00 – 04/04/2012

Per quanto riguarda l’Universita’ le strutture saranno aperte visto che non e’ periodo di lezioni, i singoli docenti sui loro esami faranno di tutto per posticipare gli appelli ad altra data.

Emergenza maltempo: disposizioni per attivita’ didattica

In considerazione della particolare situazione meteorologica in atto, si dispone quanto segue:

– le strutture centrali e periferiche restano aperte;

– l’inizio delle attività didattiche del secondo semestre è rinviato a partire dal 13 febbraio;

– per quanto riguarda gli esami, i docenti che hanno fissato appelli la settimana prossima sono invitati a concedere un appello anche nella settimana a partire dal 13 febbraio.

Ferrara, 4 febbraio 2012

Il Rettore Pasquale Nappi

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 10.00 – 05/02/2012

Marco Roverati (Sindaco di Migliaro)
Riprese stamattina presto le operazioni di pulizia strade nel territorio di Migliaro. Ricordo a tutti i cittadini che siamo ancora in EMERGENZA e le strade non sono tutte praticabili. Priorità dei mezzi spazzaneve e pale per liberare le famiglie ancora bloccate in casa.

>>>

Sandro Pelati (Assessore del Comune di Copparo)
AGGIORNAMENTO ORE 10.00 DI DOMENICA 5/02/12. DOPO LA NEVICATA DI IERI SERA I MEZZI SONO TUTTI FUORI CON SPAZZANEVE E SPARGISALE. L’OBBIETTIVO É PULIRE E SALARE TUTTE LE STRADE PRINCIPALI E SECONDARIE ENTRO OGGI PER PERMETTERE ALLE PERSONE DI SPOSTARSI MEGLIO DOMANI MATTINA. QUASI TUTTE LE STRADE PRINCIPALI SONO SENZA NEVE. SULLE SECONDARIE STANNO SPARGENDO IL SALE IN QUESTE ORE. In alcune strade di campagna abbiamo dovuto far intervenire degli escavatori per rimuovere i mucchi di neve alti oltre 1 metro accumulati sui bordi. LE STRADE SONO TUTTE PERCORRIBILI é ovvio che dove c’é ancora neve serve LA MASSIMA PRUDENZA! BUONA DOMENICA.

>>>

Elisa Trombin (Sindaco di Jolanda)
Alle sette ripresa la pulizia delle traverse di Colombana, inizio dalla quarta, poi fino alla otto pulizia e salatura.

>>>

Nicola Minarelli (Sindaco di Portomaggiore)
AVREMMO BISOGNO DI MEZZI AGRICOLI (O AFFINI) PROVVISTI DI PALE… CHIEDIAMO DAVVERO UNO SFORZO… IL NUMERO DA CONTATTARE E’ SEMPRE IL 0532-323257

>>>

Marcella (io)

Situazione tranquilla su tutte le strade provinciali. Si circola ovunque a 50km/h (ma andate a piedi lo stesso!), stiamo pulendo e salando tutte le Provincali di nuovo. Oggi sara’ la quiete prima della probabile tempesta di martedì 😦

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.00 – 05/02/2012

AGGIORNAMENTO STRADE PROVINCIALI DELLE 10.30 del 05/02/12.

TUTTE LE PROVICIALI ATTORNO A COPPARO SONO PERCORRIBILI. SONO FUORI TUTTI GLI SPAZZANEVE E SPARGISALE E NELLO SPECIFICO:

Provinciale Copparo Ferrara ok, spargisale in azione.

Provinciale Copparo Berra ok, la stanno spazzando e salando.

Provinciale Copparo Formignana problema nei pressi della Forplast dove sta intervenendo una pala a rimuovere i muri di neve sui bordi strada.

Provinciale Copparo Jolanda ha ancora alcuni tratti che stanno pulendo in queste ore nei pressi dell’ incrocio per Brazzolo fino alla CRISPA e verso Jolanda. Da Jolanda a Mezzogoro é ok.

Provinciale Copparo RO é percorribile ma fare attenzione nella curva dell’Abate Ghiotto perché la carreggiata si restringe per i muri di neve ai lati. Rimangono un pó di problemi verso Migliarino ma i mezzi sono tutti fuori per risolvere anche questa situazione.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 12.10 – 05/02/2012
Vi aggiorno sulle comunicazioni ricevute da alcuni Comuni per l’apertura/chiusura delle Scuole nella giornata di domani, per quelle che non trovate verificate sui siti istituzionali dei Comuni le decisioni prese da ogni Sindaco, grazie:

Il Sindaco di Poggiorenatico ha gia’ deciso la sospensione dell’attivita’ didattica per domani (lunedì).
>>>
Il Sindaco di Sant’agostino ha invece deciso di confermare attivita’ didattica per domani, ma postera’ lui direttamente un’info più precisa
>>>
Scuole di ogni ordine e grado aperte a Mirabello, Sant’Agostino, Bondeno, Cento, Vigarano….praticamente tutto l’Alto Ferrarese TRANNE Poggio Renatico
>>>
Il Sindaco di Ferrara per domani ha deciso la chiusura solo delle scuole secondarie, mentre in tutti gli altri ordini (nidi, materne, primaria, medie, ecc) l’attivita’ si svolgera’ regolarmente
>>>
Il Sindaco di Argenta e il Sindaco di Portomaggiore han deciso la sospensione delle attivita’ didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado per domani.
>>>
Tutte le scuole di ogni ordine e grado del comune di Bondeno saranno aperte regolarmente domani 6 febbraio 2012
>>>
Confermata la chiusura a Ro di tutte le scuole di ogni ordine e grado, lunedì e martedì.
>>>
Jolanda attivita’scolastica sospesa lunedi e martedi.
>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.30 – 05/02/2012

Aggiornamento allerta fino a mercoledì ore 6: da domani temperature fino a -8 -12 C e venti da NE con raffiche fino a 85km/h. Dalle prime ore di martedì nevicate (h<20cm) e rinforzo dei venti.

>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 18.25 – 05/02/2012

Riaperte tutte le strade provinciali tranne l’asse viario cispadano. Domani verso le 6 ricomincera’ l’allerta rifaremo il punto a quell’ora quindi ulteriori variazioni saranno su martedì

>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 20.30 – 05/02/2012

L’Universita’ di Ferrara ha rinviato al 13 febbraio l’inizio delle attivita’ didattiche del secondo semestre ed ha disposto che gli appelli d’esame fissati la settimana prossima siano concessi anche nella settimana a partire dal 13 febbraio. Le strutture centrali e periferiche resteranno comunque aperte.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.30 – 06/02/2012

Aggiornamento meteo: confermata la previsione postata ieri. Da stanotte nevicate, temperature bassissime e tra domani e merc gelate e raffiche di vento freddo che ripresenteranno il problema della neve da riporto. Le strade al momento son tutte pulite e percorribili e i mezzi spargisale di nuovo tutti fuori. Sulle scuole aggiornamenti nel tardo pome, ma per sicurezza verificate i siti dei Comuni http://www.provincia.fe.it/comuni

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.30 – 06/02/2012

Scuole: Comune di Ferrara domani tutte aperte, così come i comuni dell’alto ferrarese ma per sicurezza consultare i rispettivi siti.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PROVINCIA DI FERRARA
Settore Tecnico
Ufficio Sicurezza Stradale, Traffico e Segnaletica

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

VISTA le precedenti ordinanze in data 3/4/2012 Prot. n. 9009/12 ed in data 4/2/2012 Prot. n. 9010/12, con le quali a causa di condizioni meteorologiche avverse è stata disposta la temporanea sospensione della circolazione di tutte le categorie di veicoli su alcuni tratti di strade provinciali per motivi d’incolumità pubblica;

RILEVATO che dal costante monitoraggio effettuato dai tecnici provinciali in relazione all’evolversi del fenomeno, è emersa la necessità di prorogare la sospensione del traffico veicolare esclusivamente sulla SP 70 Cispadana dal km 0+000 al km 14+270, in quanto il perdurare di condizioni atmosferiche avverse e, in particolare, l’abbassamento delle temperature ha favorito il formarsi sulla sede stradale di lastre di ghiaccio particolarmente pericolose in rapporto alle caratteristiche della strada stessa;

CONSIDERATO CHE il presente provvedimento viene assunto per ragioni di sicurezza della circolazione ed allo scopo di ridurre eventuali situazioni di pericolo;

RICHIAMATI il D.Lgs. 285/1992 “Nuovo Codice della Strada”, come da ultimo modificato dalla L. n. 120 del 29/07/2010 ed, in particolare l’art. 5 comma 3 e l’art. 6, comma 4, lettera a);

ORDINA

1) La sospensione della circolazione di tutte le categorie di veicoli, sino alle ore 13 del giorno 07/02/2012, sull’intero tratto della SP 70 Cispadana dal km 0+000 al km 14+270, salvo rivalutazione sulla base di costante monitoraggio in relazione all’evolversi del fenomeno.

2) E’ comunque ammesso il transito dei mezzi di pronto soccorso e di pronto intervento.

La presente ordinanza entra in vigore ed è resa nota al pubblico con la esposizione degli appositi segnali e con le indicazioni eventualmente impartite in loco da personale autorizzato.
Viene altresì pubblicata all’Albo Provinciale per 15 giorni consecutivi e trasmessa ai principali organi di informazione del territorio.

Contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione,ricorso al T.A.R. dell’Emilia Romagna oppure, entro il termine di 120 giorni, ricorso straordinario al Capo dello Stato.

AVVERTE

Che l’inosservanza delle prescrizioni di cui alla presente ordinanza, è punita con le sanzioni previste dal vigente “Nuovo Codice della Strada” come da ultimo modificato dalla Legge n. 120 del 29/07/2010;

Ferrara, 6/2/2012

IL DIRIGENTE
DEL SETTORE
Ing. Mauro Monti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.00 – 07/02/2012

Marco Roverati via Facebook
Domani ripresa dell’attività didattica nei comuni di Migliaro, Migliarino, Massa Fiscaglia, Ostellato, Goro, Lagosanto, Codigoro e Mesola.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 18.00 – 09-02-2012 

Dati e operatività per i prossimi giorni. Occhi puntati alle previsioni meteo. Sabato attività didattica sospesa
>> SABATO 11 FEBBRAIO sospensione attività didattica scuole ogni ordine e grado – documentazione >>ordinanza_pg9818_sospensione_didattica_11feb12.pdf
>> 11 e 12 febbraio cimiteri comunali chiusi
>> 11 febbraio musei comunali e museo Cattedrale chiusi
Informazioni e segnalazioni:
Polizia Municipale – tel. 0532-418600 o 418601 [24 ore su 24]; Urp – Uff.Relaz. con il Pubblico – tel. 0532-419.759 o 755; e-mail: piano.neve@comune.fe.it
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
10 febbraio 2012 – ore 10.40

SITUAZIONE MALTEMPO

 

COMUNICATO STAMPA

Pronti ad entrare in azione i mezzi della Provincia. Fra sabato e domenica attese 24 ore di neve fitta e forte vento

Sia per l’Alto che per il Basso Ferrarese al momento la situazione delle strade provinciali è di generale percorribilità e tutte sono state salate durante i giorni scorsi per prevenire gelate.

Le previsioni meteo prevedono una leggera nevicata su tutto il territorio provinciale a partire dal tardo pomeriggio fino verso le 21, ma il peggio è atteso attorno le prime ore del mattino di sabato 11 febbraio con una nevicata più consistente e forti raffiche di vento.

Condizioni che, sempre stando ai bollettini, si protrarranno fino alle prime ore del mattino di domenica 12.

Si attendono perciò 24 ore di neve fitta accompagnata da vento forte e tutti i mezzi del piano neve dell’amministrazione del Castello Estense sono pertanto in stato di allerta, pronti ad entrare in azione all’effettivo verificarsi delle previsioni meteorologiche.

In particolare, usciranno prima gli spartineve per la pulizia delle carreggiate e successivamente gli spargisale per scongiurare il pericolo ghiaccio. Operazioni che si protrarranno nel corso della giornata di domenica fino a quando l’intera rete stradale provinciale sarà resa sgombra dalla neve.

Per l’Alto Ferrarese lame spartineve e spargisale sono già sulle strade dalle prime ore di oggi – venerdì 10 febbraio – a causa dei cumuli di neve trasportati dalle folate di vento.

In dettaglio i mezzi sono tuttora al lavoro sulla Sp 9 Bondeno-Casumaro in località Santa Bianca, sulla Sp 69 Virgiliana in località Burana, sulla Sp 35 San carlo-Poggio Renatico e sulla Sp 50 Vigarano-Poggio Renatico.

Ufficio Stampa – Provincia di Ferrara

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


Ore 13.00 – 10/02/2012

Il Sindaco Fabbri dispone nuovamente la chiusura delle scuole in funzione delle previsioni già emanate per sabato 11 febbraio.
In caso di ulteriori o diverse disposizioni in proposito, è prevista la pubblicazione di tutte le informazioni necessarie esclusivamente sul sito del Comune di Bondeno
Il Sindaco Fabbri dispone nuovamente la chiusura delle scuole in funzione delle previsioni già emanate per sabato 11 febbraio.

In caso di ulteriori o diverse disposizioni in proposito, è prevista la pubblicazione di tutte le informazioni necessarie esclusivamente sul sito del Comune di Bondeno

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 15.00 – 10/02/2012

Protezione civile, difesa civile e coordinamento del soccorso pubblico

PROT. 2842/V
RIF.PC.2012.0001613
DEL 09/02/2012

OGGETTO: Convocazione COV integrato.
Con riferimento alla circolare a margine indicata, relativa alla trasmissione del “Piano Operativo” in oggetto, conseguente alla dichiarazione di stato di crisi regionale , si comunica che, a far data da ieri 09/02/2012 e fino a cessate esigenze, è stato aperto il C.O.V. integrato con le componenti territoriali e con i costituendi C.O.C. per una costante attività di monitoraggio della situazione metereologica e traffico e per tutti gli interventi connessi.
AL RIGUARDO SI COMUNICANO DI SEGUITO I NUMERI ATTIVI NELLA SALA DI PROTEZIONE CIVILE:
Postazione N. Telefonico Abilitazioni
Dirigente 4730 inter e cell
FAX 4705 inter e cell
Tavolo 4731 inter e cell
Tavolo 4725 0532/0533
Tavolo 4727 0532/0533
Tavolo 4714 0532/0533
Polizia 4718 0532/0533
Carabinieri 4492 0532/0533
VV.F 4724 0532/0533
Provincia 4723 0532/0533
Comune 4722 0532/0533
A.R.I. 4726 0532/0533
C.R.I. 4455 0532/0533
118 4493 0532/0533

p.IL PREFETTO
IL DIRIGENTE AREA PROTEZIONE CIVILE
VICE CAPO DI GABINETTO
BOTTA

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 08.00 – 11/02/2012

Sandro Pelati da Facebook

Situazione Comune di Copparo ore 8.00 del 11/02/12.

Sta nevicando in modo importante dalle 2.00 di questa notte con forte vento. Le squadre sono fuori dalle 4.00 ovvero da quando la neve ha iniziato a depositarsi, in quanto le strade erano state abbondantemente salate e tuttora il sale sta lavorando bene evitando che si accumuli troppa neve. Rimane come al solito il problema del forte vento che crea l’odioso problema dei cumuli sulle strade. La situazione é pericolosa piú per questo fenomeno che per la nevicata in se. Le strade sono infatti percorribili, in diversi tratti non c’é neve in strada, ma all’improvviso ci si puó trovare davanti tratti con cumuli di neve anche molto alti. PRESTATE LA MASSIMA ATTENZIONE! Le strade extraurbane risentono maggiormente del problema al punto che in aperta campagna stiamo faticosamente lavorando per impedire che il vento ostruisca del tutto alcune strade. Sarà un altro week end molto impegnativo. Saggia la decisione del Sindaco di sospendere per oggi le lezioni nelle scuole COPPARESI.

>>>

Questo e l’allerta del Sindaco di Ostellato Andrea Marchi sempre da Facebook:
Attenzione, la superstrada ha tratti molto pericolosi a causa di cumuli che si creano; lo stesso vale per la provinciale SP 1 tratti Dogato-Ostellato-San Giovanni, continuano a crearsi cumuli molto estesi che invadono la sede stradale.

>>>

Elisa Trombin Sindaco di Jolanda rilancia lo stesso avviso del pericolo “cumuli di neve” e avverte di fare attenzione così come Sandro poco prima:
“Ma per chi fosse costretto..usare catene e gomme termiche e se possibile la viabilita’ principale..i mezzi sono gia’ fuori..”

>>>

Giancarlo Malacarne Sindaco di Massafiscaglia:
“Da Massa Fiscaglia possibili cumuli di neve verso Migliaro, Tresigallo, dove in alcuni punti si procede su una sola corsia, e Lagosanto, fate attenzione.”

>>>

Nicola Minarelli Sindaco di Portomaggiore:
Ci risiamo… ancora una nevicata e ancora il vento sta producendo il fenomeno dei cumuli sulle strade…
Per segnalazioni o problematiche particolari vi invito a contattare il numero 0532-323011 o in alternativa il numero 0532-323257
RINNOVIAMO L’APPELLO A NON METTERSI IN VIAGGIO SALVO CASI DI ESTREMA NECESSITA’ per salvaguardare la propria incolumintà e per facilitare le operazioni di pulizia strade.
Tra poco su questo profilo e sul sito del comune posteremo le situazioni più critiche.

>>>

Marco Roverati Sindaco di Migliaro
A Migliaro i sei mezzi spazzaneve sono fuori da stanotte. Il vento forte ha creato in campagna, come sabato scorso, diverse ostruzioni importanti. Le strade di paese e le principali vie di campagna comunque attualmente sono tutte libere. Evitate se possibile di muovervi in auto e se proprio dovete farlo fatelo con prudenza e attrezzati con pneumatici termici o catene da neve.

>>>

Marcella Zappaterra:

Situazione neve: si circola su tutte le strade provinciali ovviamente a velocita’ ridotta e con l’obbligo di catene a bordo o gomme termiche. Sulle scuole come vede i sindaci stanno postano le decisioni che potrete comunque verificare sui siti dei Comuni.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.30 – 11/02/2012

Laura Perelli da Facebook avverte che è stato già prevista per lunedì 13 Febbraio la sospensione delle lezioni nel Comune di Formignana.
Per gli aggiornamenti sulla situazione sulle scelte da parte dei Sindaci per affrontare questa situazione fate riferimento ai siti istituzionali dei Comuni della Provincia i cui indirizzi potte trovate raccolti qui http://www.provincia.fe.it/comuni (Marcella)
>>>
Giancarlo Malacarne Sindaco di Massafiscaglia:
La provinciale verso Lagosanto e valle oppio e’ percorribile, ma spira un vento molto forte, fate molta attenzione.
Sono rimaste ancora diverse utenze prive di energia elettrica, ma la squadra dell’enel sta ancora operando sulla cabina di via zocchi. Comunque ci dicono che il guasto non e’ grave.
Siamo in sopralluogo con l’assessore Trombelli, il comandante dei vigili Scrignoli ed il responsabile dell’ufficio tecnico geom Menini e la percorribilita’ e’ garantita su tutto il territorio comunale.
Sempre attenzione ai cumuli creati dal vento.
>>>
Sandro Pelati Assessore comune di Copparo
Situazione Comune di Copparo ore 11.30 del 11/02/12.
La nevicata si stà attenuando, le strade dei centri urbani sono buone. Anche fuori dai centri urbani non va male fatta eccezione per le solite vie di Ambrogio (Seminiato, Bruno Rossi, Vallazza) quelle di Brazzolo e alcune tra Tamara e Sabioncello come la via Valle che al momento é chiusa da piú di un metro di neve. Stiamo facendo la ricognizione di queste situazioni. Non abbiamo al momento segnalazioni di particolari situazioni di disagio sulle strade Provinciali del Copparese. Per quanto riguarda l’energia elettrica abbiamo registrato alcune segnalazioni dalle zone di Ambrogio (via Bruno Rossi) e Sabbioncello e l’Enel sta già intervenendo.
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Ore 13.00 – 11/02/2012 Provincia di Ferrara
SITUAZIONE MALTEMPO
In azione dalle quattro del mattino tutti gli spazzaneve della Provincia

Dalle quattro di questa mattina sono fuori tutti i mezzi – autocarri e trattori – dotati di lame spazzaneve in dotazione della Provincia: in tutto 27 automezzi.
Le operazioni di pulitura delle strade provinciali proseguiranno ininterrottamente fino al termine della nevicata che, secondo gli ultimi aggiornamenti meteo, dovrebbe esaurirsi entro la serata, per poi riprendere domenica pomeriggio fino alla mattinata di lunedì 13 febbraio.
Al momento tutte le strade provinciali sono percorribili,sia pure a velocità moderata, e finora non si ravvisano ragioni per ricorrere alla chiusura di nessuna di esse.
A causa del forte e persistente vento si sta ripetendo la formazione di cumuli di neve da riporto sulle carreggiate, che secondo gli esperti rappresenta un fenomeno inedito rispetto alle passate nevicate e rappresenta un ulteriore elemento di difficoltà per tenere sgombre le strade.

Sul lato Protezione civile si segnalano problemi di erogazione dell’energia elettrica in alcune zone del territorio: Comacchio (nelle zone di Portogaribaldi e Volania), Tresigallo, Ariano Ferrarese, Codigoro e Berra.
Il problema è dovuto all’infiltrazione della neve nelle prese d’aria delle cabine a media tensione, che provoca momentanei corto circuiti. Sono però al lavoro le squadre dei tecnici Enel per ripristinare al più presto il normale servizio ed è in corso una verifica che la Protezione civile della Provincia sta conducendo con i Comuni se esistono criticità per utenze sensibili: case di riposo e strutture sanitarie. Al momento non si segnalano situazioni di emergenza. E in ogni caso la Protezione civile è pronta ad intervenire con la fornitura di generatori elettrici per far fronte a situazioni di necessità.
Sono in servizio anche i volontari della Protezione civile a Ferrara e Poggio Renatico per aiutare  il servizio di guardia medica a recarsi nei luoghi di chiamata e sono in corso accertamenti per valutare il potenziamento dell’intervento anche in altre zone del territorio, in presenza di eventuali necessità e segnalazioni.

Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara

Ferrara, 11 febbraio 2012 – ore 12.45

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 14.00 – 11/02/2012

Viale K, appello per i senzatetto http://www.estense.com/?p=197109

Sito dell’associazione http://assvialek.altervista.org/
PS: Mi avvertono di una particolare urgenza di letti, coperte e cuscini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 23.00 – 11/02/2012

Aggiornamento previsioni meteo arpa: probabile nevicata debole stanotte e nella prima mattinata di domani. Più probabile nevicata nella sera/notte di domani. Il fenomeno dovrebbe esaurirsi nella tarda mattinata di lunedì. Vento quasi assente e temperatura di poco sotto lo zero.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 11.30 – 12/02/2012

Nicola Minarelli
Portomaggiore: Ennesima giornata di passione… I mezzi sono al lavoro, ma ancora non hanno terminato tutto il primo giro (l’aumento delle precipitazioni è cosa di stamattina). SEGNALIAMO LA CHIUSURA DEL SOTTOPASSO (comunicheremo la sua riapertura una volta terminata la pulizia). NON METTERSI IN VIAGGIO AUMENTA LA SICUREZZA DI TUTTI E LA POSSIBILITA’ PER I MEZZI DI UNA MIGLIORE PULIZIA!!! Segnalate eventuali situazioni particolarmente critiche sempre al numero 0532-323257
CHIUSURA SCUOLE
Domani, LUNEDI’ 13 FEBBRAIO, sarà sospesa l’attività didattica in tutte le scuole di ogni ordine e grado (pubbliche e paritarie).
La perturbazione di stamattina e quella prevista per la nottata ci consigliano di essere prudenti (pur capendo che tale decisione possa nel contempo creare qualche disagio collaterale).
CHIUSURA CIMITERI
Rimarranno chiusi nelle giornate di LUNEDI’ 13 FEBBRAIO e MARTEDI’ 14 FEBBRAIO i cimiteri, causa maltempo

>>>

Marco Roverati
Buongiorno. La neve continua con precipitazioni che sono prossime ai 5 cm e comunque tutte le provinciali sono attualmente transitabili. Il consiglio è quello di rimanere in casa o se proprio muoversi con catene o pneumatici termici.
Nel territorio di Migliaro i mezzi sono fuori da stanotte. In base alle ultime previsioni la neve dovrebbe cadere fin verso le ore 12.00 per poi riprendere questa se…ra verso le 21.00 e continuare fino a notte.
Sono in costante contatto con l’ENEL per ridurre al minimo i disagi dovuti all’assenza di corrente elettrica in alcuni punti del territorio comunale.
Per la questione sospensione delle lezioni per la giornata di domani ci stiamo coordinando con gli altri sindaci del delta e vi faremo sapere al più presto.
Comunico la sospensione dell’attività didattica nelle scuole di Migliaro, Migliarino, Massa Fiscaglia, Ostellato, Codigoro, Lagosanto, Goro, Mesola e Comacchio per domani.

>>>

Nicola Rossi
DOMANI ATTIVITA’ SCOLASTICA SOSPESA A COPPARO E FRAZIONI

>>>

Sandro Pelati
SITUAZIONE COMUNE DI COPPARO ORE 10.30 DI DOMENICA 12/02/12. DA QUESTA NOTTE SONO CADUTI MEDIAMENTE ALTRI 10 CM DI NEVE SU TUTTO IL TERRITORIO. Tutti i mezzi sono fuori dalle 5.00 di questa mattina con gli spazzaneve ma il persistere delle precipitazioni vanifica in parte i lavori fatti. Ovviamente stiamo dando la priorità alle strade di collegamento principale per poi passare alle secondarie, ai parcheggi e alle strade di quartiere. DOMANI TUTTE LE SCUOLE DI COPPARO E FRAZIONI SARANNO CHIUSE… DIFFONDETE LA NOTIZIA IL PIU’ POSSIBILE. Non abbiamo segnalazioni di strade chiuse o non percorribili. E’ evidente che le strade sono innevate ma comunque percorribili. CONSIDERANDO CHE E’ DOMENICA E CHE LE ATTIVITA’ SONO RIDOTTE, CONSIGLIAMO DI NON SPOSTARSI SE NON PER EMERGENZE.

>>>

Fabiola Farina
Voghiera lunedì 13 chiuse le scuole di ogni ordine e grado!

>>>

COMUNE DI FERRARA
Piano neve inverno 2011 / 2012
Aggiornamenti su ‘www.cronacacomune.it’
LUNEDI’ 13 FEBBRAIO sospesa attività didattica scuole ogni ordine e grado

<<<

Paolo Pavani
Poggio Renatico: domani lunedì 13 febbraio 2012, chiuse tute le scuole del territorio, come da suggerimento della Prefettura. Sono previste nuove nevicate nel pomeriggio e nella notte.

>>>

Francesca Aria Poltronieri
SCUOLE CHIUSE NEL COMUNE DI BONDENO DOMANI 13-02-2012. TRA POCO L’ORDINANZA SUL SITO
http://www.comune.bondeno.fe.it

>>>

Antonio Fiorentini
Domani LUNEDI 13 febbraio in tutte le scuole del Comune di ARGENTA sospensione delle lezioni.

>>>

Cento sospeso il trasporto pubblico scolastico per la giornata di lunedì 13 Febbraio 2012 ma Scuole aperte.

http://www.comune.cento.fe.it/primopiano/pagina981.html

>>>

Aggiornamento Universita‘: i prof Guerzoni e Alessandri han spostato gli appelli a martedì e il Prof Biagini ha sospeso l’attivita’ didattica. Il personale ata sara’ in servizio fino alle 14. Essendo la situazione in evoluzione consultate il sito dell’universita’ per gli aggiornamenti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ore 17.00 – 12/02/2012

Nicola Minarelli sindaco di Portomaggiore
SOPRALLUOGO VIARIO: – le strade principali sono in buone condizioni – le altre sono tutte percorribili, con ancora alcuni tratti più problematici – quelle più esterne di campagna sono un po’ più in difficoltà, anche perchè si sta riproponendo il fenomeno del vento che crea cumuli di neve sulle strade Il fenomeno dei cumuli è presente anche in arterie più importanti (provinciali o la SANDOLO-GAMBULAGA per esempio) per cui si richede la massima prudenza negli spostamenti.
Confermata CHIUSURA SCUOLE per domani 13/02/2012

>>>

Marcella

Allerta dalle 19 di oggi x 29 ore. Previste nevicate intermittenti da stanotte fino a domani pome di debole intensità (fino a 10 cm)

Read Full Post »

Contributo per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’anno scolastico 2011/2012. La domanda compilata dovrà essere consegnata alla segreteria della scuola frequentata

Buoni libro, richieste entro il 10 marzo

La Delibera di Giunta regionale del 9 gennaio 2012 fissa al 10 marzo 2012 il termine ultimo per consegnare, alle segreterie delle scuole secondarie di primo e secondo grado  della regione, il modulo compilato di richiesta del contributo per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo (ai sensi dell’art. 3 della Legge Regionale 08/08/2001 n° 26).

I destinatari dei contributi sono:

  • gli studenti residenti e frequentanti le scuole nella regione Emilia-Romagna, secondarie di 1° e 2° grado, statali, private paritarie e paritarie degli Enti Locali, non statali autorizzate a rilasciare titoli di studio aventi valore legale
  • studenti di scuole dell’Emilia-Romagna residenti in altre Regioni che erogano il beneficio secondo il criterio “della scuola frequentata”:  in questo caso competente all’erogazione del beneficio è il Comune sul cui territorio si trova la scuola frequentata dallo studente.

Qualora il richiedente sia residente in una Regione, diversa dalla Regione Emilia-Romagna, che applichi il criterio “della residenza”, il Comune nel cui territorio si trova la scuola frequentata, dovrà trasmettere la domanda al Comune di residenza ed in copia, per conoscenza, alla Regione di residenza che hanno  valore ISEE del nucleo famigliare riferito ai redditi dell’anno 2010, pari o inferiore a € 10.632,94.

Il rilascio dell’ attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare si può richiedere presso le sedi provinciali Inps (a cui il cittadino può richiedere l’attestazione anche direttamente, per via telematica, ai sensi della L.183/10), i Comuni, i Caf (Centri di Assistenza Fiscale) delle organizzazioni sindacali o di categoria, gli Uffici dell’Agenzia dell’Entrate.

La domanda compilata dovrà essere consegnata alla segreteria della scuola frequentata entro e non oltre il 10 marzo 2012.

Nella domanda deve essere indicata in autocertificazione la spesa effettivamente sostenuta per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2011/2012 della quale è necessario conservare la documentazione da esibire a richiesta.

L’importo del beneficio non potrà superare il costo della dotazione dei testi della classe frequentata entro i limiti stabiliti dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con Decreto n. 43 del 10 maggio 2011.

Allegati

Read Full Post »

Carlo Mochi Sismondi

Fonte: http://saperi.forumpa.it/story/64631/costo-della-politica-e-stipendi-dei-parlamentari-siamo-rischio-di-spv

Ho seguito in questi giorni con grande attenzione il dibattito sul cosiddetto costo della politica e sugli stipendi e i privilegi dei parlamentari, per altro riportato anche sul nostro sito.

Credo che sia un dibattito assolutamente necessario in un momento di gravi sacrifici per tutti, ma che, se lo semplifichiamo troppo e non ne vediamo i lati meno evidenti ed emotivi, ci può portare completamente fuori strada, innescando invece che una vigile e coraggiosa ragione riformatrice, un empito passionale sterile quanto caduco. Insomma quello che Huxley nel suo “Il Mondo Nuovo” chiama un “surrogato di passione violenta”[1] un S.P.V. appunto, che ci lascia sedati e soddisfatti, mentre tutto va avanti come prima.

Un segno del pericolo in questo senso mi è arrivato dal furore polemico con cui sono state stigmatizzate da una parte della stampa le dichiarazioni del Presidente dell’ISTAT, Enrico Giovannini, che ha detto in sintesi quello che una politica meno demagogica avrebbe dovuto capire da sé, ossia che non esiste ahimè una formula magica in grado di restituirci un valore “giusto” per gli stipendi dei parlamentari e dei vertici apicali delle amministrazioni e degli Enti Pubblici, ma che questo deve essere determinato con discernimento ed equilibrio dalla politica stessa, a cui la statistica può e deve dare solo un valido e corretto supporto conoscitivo.

Risibile è poi, se non fosse tragico segno dell’ignoranza diffusa del Paese per tutto quello che concerne “i numeri”, la reazione di chi ha accusato la commissione di aver complicato inutilmente cose in sé semplici[2].

Un altro e più grave pericolo è però intrinseco al dibattito stesso e deriva dalla confusione, a mio parere madornale e perniciosa, che si fa tra costi patologici della politica e costi fisiologici della democrazia. Per evitare malintesi provo a fare degli esempi sotto forma di domande.

  • E’ un privilegio insopportabile che un parlamentare abbia un rimborso di circa 3.500 euro mensili per le spese di rappresentanza e per dotarsi di un assistente? Certamente no se lo usa per far meglio il suo lavoro, certamente sì se se lo mette in tasca come prebenda ulteriore. Dal rapporto Giovannini scopriamo che in molti tra i Paesi confrontati l’assistente non solo c’è, ma è a carico del Parlamento stesso, come per altro mi sembrerebbe ovvio, e costa ben di più. Certo se poi l’Onorevole dà un tozzo di pane ad un portaborse, ripagandolo con la promessa di ottenere un domani un qualche posto in un’azienda pubblica, e si mette in tasca il resto è un’altra cosa. Ma si tratta di patologie che non è difficile estirpare.
  • Uno stipendio netto in tasca di circa 5.000 euro al mese (al netto delle spese di rappresentanza di cui sopra e di 3.500 euro di spese di trasferta) è troppo alto? Non penso proprio: è meno dello stipendio di un dirigente bancario, molto meno dello stipendio di molti dirigenti pubblici di prima fascia. Credo che non sia lì il punto e alzare fumo su questo vuol dire, come si dice a Roma “buttarla in caciara”.
  • Ha un senso che le spese[3] siano rimborsate comunque a tutti i parlamentari, sia che abitino ad un passo da Montecitorio sia che vengano da Caltanissetta? Certamente no, ma è roba facile: facciamo come in Francia e, invece di un forfait, diamo a tutti i fuori sede un alloggio decente pagato dall’istituzione e rimborsiamo solo le spese giustificate.
  • Il Parlamento italiano costa troppo? Certamente sì se fa quel che fa ora, ossia per la maggior parte dei casi il passacarte di decreti già decisi da un esecutivo che ha spesso usurpato di fatto anche il potere legislativo; certamente no se torna ad essere il cuore pulsante della nostra democrazia, il luogo della composizione dei nostri diversi e molteplici interessi.

Allora cosa è insopportabile? Io dico la mia: faccio fatica a sopportare il numero dei parlamentari, assolutamente troppo alto e che ha resistito indenne a decine di proposte di riforma, il basso impegno che si richiede loro in termini di effettive giornate di lavoro in aula e in commissione, alcuni privilegi di “casta” che sono non tanto costosi, quanto indicatori di un atteggiamento di separazione e di privilegio che non ha più alcuna ragion d’essere.

Confesso però che, in termini di risparmi e di “casta”, molto più fatico a sopportare la stessa attuale geografia dell’amministrazione, specie centrale, ma anche locale (delle province abbiamo già parlato, delle società partecipate parleremo), nata più per esigenze endogene che esogene (un modo gentile per dire che è servita più a piazzare persone che non a soddisfare bisogni della collettività).

Quest’ultimo è un punto da considerare con particolare attenzione: noi lo abbiamo sintetizzato come “una necessaria innovazione istituzionale”. Mi faccio anche qui qualche domanda: siamo certi che c’è bisogno di così tanti Dipartimenti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e che per ciascuno siano necessari così tanti dirigenti apicali e dirigenti di prima e di seconda fascia, spesso a capo di un numero di impiegati così limitato da suscitare imbarazzo a raccontarlo? Ci servono ben quattro organismi autonomi, di rango dipartimentale, oltre al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, che si occupino appunto di politiche sociali come sono il Dipartimento per le politiche antidroga, il Dipartimento per le politiche per la famiglia, il Dipartimento della Gioventù, l’Ufficio nazionale per il servizio civile? Siamo certi che l’azione di garanzia e di protezione della concorrenza per il mercato dell’energia, per quello dei trasporti e per quello dei servizi postali (per fortuna l’autorità dedicata è abortita) non possa essere a carico della già esistente Autorità Antitrust? Siamo certi che la sovrapposizione di istituzioni intermedie sul territorio sia sempre dettata dai bisogni delle popolazioni e non dalla necessità di piazzare qualche “trombato”?

Del tanto denigrato rapporto della Commissione Giovannini vi invito a prendere in considerazione le ultime pagine: scoprirete così che molte delle istituzioni italiane “autonome” non hanno riscontro nella maggior parte degli altri Paesi nostri concorrenti con risparmi quantificabili in alcuni miliardi. Certo le istituzioni autonome servono a garanzia della legalità e delle regole, ma com’è allora che, nonostante tutto, continuiamo a scendere nella classifica relativa alla lotta alla corruzione, mentre i Paesi che non hanno queste istituzioni ci superano alla grande?

In sintesi io vorrei un Parlamento forte, fatto di meno parlamentari ma scelti dall’elettorato, ben preparati, ben pagati, ben assistiti e ben impegnati in un lavoro che, se fatto con coscienza, impegna tutto il tempo disponibile e anche di più. Vorrei che fosse ridisegnata con coraggio l’amministrazione sulla base delle politiche e dei bisogni. Vorrei che il costo della politica non fosse considerato uno spreco, ma un investimento al servizio di tutti.

Per la realizzazione di questi desideri servono riforme serie e lungimiranti: i tagli alla cieca invocati da qualche giacobino della domenica non servono, sono anzi dei tonici per un sistema che, dopo il suo “ruttino liberatore”[4], andrà avanti come prima.


[1]  “Gli uomini e le donne hanno bisogno che si stimolino di tanto in tanto le loro capsule surrenali» disse il Governatore.
«Cosa?» fece il Selvaggio che non capiva.
«E’ una delle condizioni della perfetta salute. E’ per questo che abbiamo reso obbligatorie le cure S.P.V.»
«S.P.V.?»
«Surrogato di Passione Violenta. Regolarmente, una volta al mese, irrighiamo tutto l’organismo con adrenalina. E’ l’equivalente fisiologico completo della paura e della collera. Tutti gli effetti tonici dell’uccisione di Desdemona e del fatto che è uccisa da Otello, senza nessuno degli inconvenienti.»
«Ma io amo gli inconvenienti.»
«Noi no» disse il Governatore. «Noi preferiamo fare le cose con ogni comodità.»
A.Huxley – “Il Mondo Nuovo”, Mondadori Editore, Collana La Medusa, Milano 1933, pagg. 245-46
[2] Il quotidiano Libero si vanta di aver raggiunto il risultato voluto (il parametro europeo che la legge prescrive) in sei ore, contro una commissione che “non ci è riuscita in sei mesi”. Peccato che poi quando si cerca questo risultato quel che appare è di una povertà sconcertante.
[3] Non parlo volutamente dei vitalizi perché sono in esaurimento, la loro storia però, dalla loro nascita per garantire “pari opportunità” di fare politica a ricchi e poveri, al loro trasformarsi in grotteschi privilegi è quanto mai istruttiva.
[4] Per altra strada e per altro percorso culturale rispetto a Huxley, Dario Fo nel suo magistrale “Morte accidentale di un anarchico” dice cose simili: parla di “ruttino” per indicare quegli scandali subitanei che non portano a cambiamenti. Dice un giornalista nella sua pièce “In poche parole salta fuori che lo scandalo, anche quando non c’è, bisognerebbe inventarlo, perché è un mezzo straordinario per mantenere il potere scaricando le coscienze degli oppressi”. E così, dice il matto (che è il portatore di verità nella commedia) “Il popolo si indigna, si indigna e burp! Arriva il ruttino liberatore.”

Read Full Post »

Pieghevole Pdf http://www.cronacacomune.fe.it/lib/d.php?c=giEF7

Read Full Post »

Redazione de la Nuova Ferrara
Direttore,
dopo il suo editoriale odierno e lungi da noi, da me, di assumere la difesa d’ufficio della Provincia e dei Comuni per i velox e tutor installati sulle nostre strade, le chiedo, cortesemente, di voler far pervenire al Sig. Diego Marani, che spazia su “la Nuova” coi suoi commenti e di recente anche con uno molto simpatico ed ironico appunto sulla installazione dei tutor, per farsi latore in Europa, dove credo lui professionalmente operi (e dove tutti i parlamentari europei italiani, di TUTTI gli schieramenti,  hanno fatto orecchie da mercanti sull’argomento), delle situazioni sotto esposte.  Non dimenticando, possibilmente,  che le strade che lo stesso Marani  percorre per raggiungere, penso, l’aeroporto di Bologna per andare a Bruxelles, esclusa l’autostrada A13, sono esattamente le stesse, a distanza di  90 anni, che fece  realizzare il suo concittadino Rossoni. Quando, a Bologna e a Roma, ci andava in  …balilla o col calesse.
8,00 morti per ogni 100mila abitanti in Emilia Romagna (ed abbiamo addirittura toccato il top  di 20,4 morti ogni 100mila abitanti,  nel …2002,   9 anni fa, non 900 anni fa), contro i 4,00 dell’Inghilterra nel 2010!!!
Peccato, però,  che mai si registrino ribellioni – pacifiche – di popolo,  per quest’ultima ragione, come avviene quando, invece,  si tocca il portafoglio. E riteniamo che in molti, tuttora, ignorino che la Provincia di Ferrara si è impegnata  a riversare sulla sicurezza stradale il 50% degli introiti dai ‘tutor’. Che oggi, contrariamente a quanto anche lei ribadisce nel suo editoriale – e anche questo sconosciuto ai più – non è sui giovani che occorrerebbe investire di più (il lavoro fatto nelle scuole ha dato e sta dando ottimi risultati, guardare le statistiche allegate per crederci) ma sulle fasce “mature” della popolazione e, soprattutto, sui costruttori e gestori delle strade. Per le quali si dà per scontato che tutti leggano due o tre giornali al giorno e si imbottiscano di Tg oppure che, essendo dei tecnici, siano infallibili.
Grazie dell’attenzione  e sempre disponibili a riaffrontare l’argomento, non a spot, ma ripercorrendo quanto, a costo di durissimi sacrifici, è stato fatto in questi trascorsi 10 anni, cordialmente la saluto.

Luigi A. Ciannilli

COMITATO PER LA SICUREZZA STRADALE  – asso_sic_stradale@tiscali.it
tel. 333-4153784

                          “Fernando Paglierini”

                               COPPARO (fe)

firmatario della Carta Europea per la Sicurezza Stradale

Confronto Statistiche provinciali FERRARA dal 2004 al 2010

DECEDUTI  per  INCIDENTI  STRADALI

INCIDENTI dal 2004 al 2010 Confronto Statistiche provinciali FERRARA.pdf
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/incidenti-dal-2004-al-2010-confronto-statistiche-provinciali-ferrara.pdf
Volantino   al 2010  di 13 anni di stragi stradali a FERRARA.pdf
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/volantino-al-2010-di-13-anni-di-stragi-stradali-a-ferrara.pdf
Incidenti anno 2011 _ tutta Emilia Romagna  e Rovigo.xls
https://marcellazappaterra.files.wordpress.com/2011/10/incidenti-anno-2011-_-tutta-emilia-romagna-e-rovigo.xls

Read Full Post »

L’Emilia-Romagna introduce i ticket decisi dal Governo, ma saranno rimodulati sul reddito e saranno salvaguardate le attuali esenzioni

In sintesi

Da lunedì 29 agosto vengono introdotti in regione i nuovi ticket sanitari su farmaci e visite specialistiche decisi dal Governo. 
In Emilia-Romagna i ticket saranno rimodulati sulla base del reddito complessivo familiare salvaguardando tutte le categorie già esenti. 
Chi ha un reddito inferiore ai 36.153 euro non pagherà ticket per farmaci ed esami. Chi supera questa soglia pagherà in proporzione al reddito in base a tre fasce: tra 36.153 e 70.000 euro, tra 70.001 e 100.000, oltre i 100 mila euro.
Il reddito dovrà essere documentato attraverso un’autocertificazione compilata per ogni componente del nucleo familiare. Il modulo è scaricabile on line.

25.08.2011

Campagna esenzione ticket (2011)Da lunedì 29 agosto anche in Emilia-Romagna verranno introdotti i ticket su farmaci e viste specialistiche, ma modulati su fasce di reddito, definite sulla base di un’autocertificazione, e salvaguardando le attuali esenzioni.

Si tratta di un adempimento previsto dalla manovra finanziaria del Governo del luglio scorso, che ha tagliato 834 milioni di euro annui dal Fondo sanitario nazionale, 100 dei quali in Emilia-Romagna. La Regione Emilia-Romagna, pur dovendo uniformarsi, ha tuttavia deciso di non applicare il ticket previsto di 10 euro per tutte le prestazioni e per tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni economiche. Nelle scorse settimane le Regioni avevano proposto senza successo al Governo di recuperare i fondi tagliati al SSN con una tassa sulle sigarette.

Farmaci
E’ la prima volta che in Emilia-Romagna viene applicato un ticket sulla farmaceutica. Il provvedimento, messo a punto dall’Assessorato regionale alle politiche per la salute, introduce un ticket in base al reddito familiare annuo lordo autocertificato.
Tale ticket non riguarda chi ha un reddito inferiore ai 36.153 euro e chi già usufruisce di un’esenzione: per reddito, età, patologia cronica o altre condizioni.
Questi i ticket e le relative fasce di reddito:

Ticket Fasce di reddito
0 euro fino a 36.152 euro
1 euro a confezione
(con tetto di 2 euro per ricetta)
tra 36.153 e 70.000 euro
2 euro a confezione
(con tetto di 4 euro per ricetta)
tra 70.001 e 100.000 euro
 3 euro a confezione
(con tetto di 6 euro per ricetta)
oltre 100.000 euro

 

 

Visite specialistiche, prestazioni di chirurgia ambulatoriale
Il ticket per le visite specialistiche aumenta di 5 euro per tutti, indipendentemente dal reddito. Chi è esente continuerà ad esserlo.
Per la prima visita il ticket sarà dunque di 23 euro, per quelle di controllo di 18 euro.
Viene introdotto anche un ticket di 46,15 euro per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale della cataratta e della sindrome del tunnel carpale.

 

Risonanza magnetica e Tac
Anche per la risonanza magnetica e la Tac la compartecipazione del cittadino viene rimodulata. Fino a un reddito di 36.152 euro annui resta tuttavia invariata. Questi gli importi e le relative fasce di reddito:

Ticket Fasce di reddito
36,15 euro fino a 36.152 euro
50 euro  tra 36.153 e 100.000 euro
70 euro oltre 100.000 euro

 


Esami specialistici
Viene introdotto, e modulato in base al reddito, un ulteriore ticket sulla ricetta con esami che da soli o nel loro insieme hanno un valore tariffario superiore a 10 euro. La misura non riguarda i redditi fino a 36.152 euro. Tale quota non si applica alle ricette che prescrivono solo la visita e a quelle che prescrivono Tac e risonanza magnetica. Se la ricetta contiene la visita e altre prestazioni, il costo della visita non concorre a determinare il valore tariffario.

Ticket Fasce di reddito
0 euro fino a 36.152 euro
5 euro tra 36.153 e 70.000 euro
10 euro tra 70.001 a 100.000 euro
15 euro oltre 100.000 euro

Pronto soccorso
Non cambia nulla, restano in vigore i ticket e le esenzioni attuali.
Le esenzioni
Sono confermate tutte le attuali esenzioni nazionali e regionali: bambini fino a 6 anni di età e anziani dai 65 anni, con reddito familiare lordo inferiore o uguale a 36.152 euro, persone con invalidità e con malattie croniche, donne in gravidanza, disoccupati, lavoratori in cassa integrazione e loro familiari.
Come fare l’autocertificazione
Il reddito familiare annuo lordo in base al quale viene calcolato il ticket deve essere dimostrato dai cittadini attraverso un’autocertificazione che dovrà essere compilata per ogni componente del nucleo familiare una sola volta. In questo modo ciascun cittadino sarà in possesso del modulo con cui accedere a tutti i servizi, unitamente alla prescrizione.
I dati dell’autocertificazione saranno registrati nell’anagrafe sanitaria con il relativo codice di fascia di reddito, che a regime sarà automaticamente riportato in ogni prescrizione.
In fase di avvio, tale codice potrà essere riportato manualmente su ogni ricetta, nell’apposito spazio previsto per le esenzioni, dallo stesso cittadino.
moduli per l’autocertificazione possono essere reperiti in tutte le sedi del Servizio sanitario, nelle farmacie, negli ambulatori, nelle sedi di patronati, Caaf, sindacati e associazioni di categoria, o scaricati dal sito www.saluter.it.

La compilazione del modulo può essere fatta presso tutti gli sportelli in cui si effettuano le procedure per esenzione ticket (Aziende Usl e ospedaliere, patronati, Caaf, associazioni di categoria) o in alternativa autonomamente.
In questo ultimo caso copia del modulo di autocertificazione dovrà essere trasmessa, insieme alla copia del documento di identità,  per posta, fax o mail agli indirizzi dell’Azienda sanitaria di residenza reperibile sul sito www.saluter.it.
Per informazioni Campagna esenzione ticket (2011)
Per spiegare ai cittadini le modalità dei nuovi ticket, l’Assessorato regionale alle politiche per la salute ha previsto pieghevoli e locandine (scaricabili qui a fianco). E’ disponibile anche ilnumero verde del Servizio sanitario regionale 800 033 033, con telefonata gratuita sia da fisso che da cellulare, nei giorni feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle 8,30 alle 13.30. Informazioni anche sul sito www.saluter.it.

Il commento
“Di fronte a una decisione del Governo che giudichiamo un grave errore, iniqua per i cittadini e dannosa per il Servizio sanitario nazionale – ha spiegato oggi l’assessore regionale alle politiche per la salute Carlo Lusenti – abbiamo voluto affermare il principio che chi può di più, contribuisce di più. Subiamo una scelta sbagliata, alla quale tutte le Regioni si sono opposte fermamente fino ai primi di agosto, avanzando anche proposte alternative di gettito quali l’imposta sul tabacco. La chiusura però è stata totale e il Governo ha imposto di applicare immediatamente la delibera che introduce i nuovi ticket”.

“Non deve sfuggire – ha proseguito Lusenti – che questo provvedimento sui ticket, per quanto pesante, corrisponde a poco più dell’1% dei circa 90 miliardi di tagli previsti dalle due manovre del Governo, tagli che pesano in gran parte sul welfare di questo paese. Su questo l’attenzione di tutti  dovrebbe essere alta e non venire meno”.

“Abbiamo cercato di applicare questo provvedimento nel modo più semplice e graduale possibile – ha sottolineato Lusenti – cercando di ridurre i disagi anche in questa fase di avvio. Da lunedì nessun cittadino correrà il rischio di vedersi negato un farmaco, una visita o una qualunque prestazione, anche se non avrà compilato la prevista autocertificazione e avrà due mesi di tempo per mettersi in regola con il pagamento dell’eventuale ticket aggiuntivo”.

Read Full Post »

DI LAS – AGOSTO 25, 2011

Ferrara è una città pigra.

Meravigliosa e con mille ricchezze, storia ed idee…..ma pigra…. che si pavoneggia della sua incredibile bellezza pur senza troppi sforzi nel mantenerla; se dovessi descriverla come un essere umano, la paragonerei ad una di quelle ragazze che nulla fanno e nulla devono fare per apparire nella loro immensa bellezza, tale è stata cortesia di madre natura, che non devono nemmeno troppo erudirsi o emanciparsi con mirabolanti doti culturali per ottenere interesse ed attenzione.

Ferrara di tutta l’Emilia è l’unica citta che non segue l’antica via romana, che dà il nome a questa regione in una via di mezzo tra forzatura e verità storica.

Ben diversa è l’Emilia dalla Romagna nella consapevolezza dell’identità storica della popolazione.

Strano pensare che l’Emilia abbia dato il la all’unificazione d’Italia, quando mai è stata unita tra le sue genti pur con le stesse consuetudini culturali e linguistiche.

… continua sul post di origine http://www.suburbs.it/site/2011/08/25/la-magia-di-ferrara-ed-il-ferrara-buskers-festival

 

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: