Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘AIDS’

Premiazioni il 1° Dicembre 2010 con la proiezione di “+ o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era dell’aids”. Patrocinio RAI Segretariato Sociale

“+ o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids “ * è il film documentario di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli (www.piuomeno.eu) , che, parlando di storie legate alla pandemia più spaventosa del nostro tempo, l’aids, di racconti esistenziali che s’intrecciano con la storia di un’epoca e della confusione che ha generato sulla sessualità, accompagnerà, la mattina del 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara, il momento clou della seconda edizione del premio WRITE AIDS  promosso dalla Commissione Interaziendale AIDS di AUSL e Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ferrara.

PERCHE’ WRITE AIDS? Da alcuni anni si ha la sensazione che sia calato il silenzio sul problema forse perché non riguarda più cittadini considerati di “serie b” -come i tossicodipendenti- ma cittadini che s’infettano con rapporti sessuali. Questo, nonostante il virus dell’Hiv sia in crescita, soprattutto in Asia centrale e nell’Europa orientale con una situazione preoccupante in Russia e Ucraina dove l’epidemia si diffonde con particolare gravità.

Nel mondo sono 33,4 milioni le persone affette da Hiv con una quota del 67% contagiata nell’Africa sub sahariana e 2,1 milioni di bambini che vivono con l’hiv (2008). In Italia sono stimati 170-180mila sieropositivi, 22 mila malati di AIDS, con un 25% di sieropositivi che non sanno di essere infetti. Fonte: Aids Epidemic aggiornamento 2009, UnAids-OMS; Centro op. AIDS-ISS Istituto Superiore Sanità).

L’attenzione dei media e della società è, quindi, bassa: siamo di fronte ad un fenomeno per cui i più giovani non sanno di cosa si stia parlando e gli altri pensano che il virus dell’Hiv sia scomparso o guaribile, dimenticando che non esiste ancora un vaccino. La realtà, infatti, è molto diversa perché non esiste ancora un vaccino sicuro contro l’AIDS, nonostante la ricerca proceda con intense sperimentazioni e le terapie prolunghino la vita dei soggetti sieropositivi che, in ogni caso, non guariscono e sta di fatto che il potenziale di diffusione aumenta per questo immotivato “cessato allarme”.

Il PREMIO «WRITE-AIDS», patrocinato dal Segretariato Sociale RAI, è articolato in 3 SEZIONI: GIORNALISMO;  VIDEO – SPOT AUDIOVISIVI – AUDIO PRODUZIONI;   ARTE GRAFICA e FOTOGRAFIA.

WRITE AIDS si rivolge alle persone di qualsiasi età. Chiunque, manifestando la sua sensibilità, può partecipare scrivendo un articolo, realizzando un’inchiesta, un racconto, una testimonianza; può produrre disegni, fumetti, foto o altre forme artistiche a propria discrezione (canzoni, poesie, opere d’arte, ecc…) filmati con qualsiasi strumento digitale dalla telecamera al telefonino.

Gli interventi di GIORNALISMO dovranno avere testi con una lunghezza massima di 9.000 battute spazi compresi. Gli AUDIOVISIVI- VIDEO- SPOT- AUDIO documentazioni, invece, avranno una durata massima 10 minuti. Gli Audio e/o Spot video-tv al massimo 1 minuto ;  le Produzioni musicali la durata massima di 3 minuti. Infine, per la sezione ARTE – GRAFICA – FOTOGRAFIA, si può presentare una sola opera.

IL TEMA dell’Edizione 2010 è  “L’HIV-AIDS nella relazione tra le persone”.

Lo svolgimento è libero: riflessioni e commenti sulla prevenzione; la storia della diffusione dell’Hiv; luoghi comuni, pregiudizi, -vissuti o immaginati-; iniziative di sostegno, assistenza e cura; idee per campagne di sensibilizzazione.

Potrà avere forma d’intervista, testimonianza di vite vissute, approfondimenti sui cambiamenti che l’infezione ha determinato nei comportamenti sociali e personali.

Il concorso è rivolto a tutti, la partecipazione è gratuita. Ogni concorrente potrà partecipare con una sola opera. Si richiede materiale inedito in lingua italiana, mai premiato né presentato ad altri concorsi o già pubblicato.

La scadenza per la presentazione dei lavori è fissata alle ore 12.00 del Martedì 23 Novembre 2010. Il materiale può pervenire a mezzo raccomandata a: Azienda USL Ferrara – Direzione Ser.T. Via Francesco del Cossa, 18 – 44121 Ferrara (0532 233711 – 0532 233713 Fax 0532 200092, oppure a mano, all’indirizzo indicato, dal Lunedì al Venerdì dalle 10 alle 12. E’ possibile la consegna via posta elettronica: sert.direzione@ausl.fe.it

LA GIURIA

Il premio sarà assegnato da una giuria composta di giornalisti di quotidiani, periodici, delle televisioni, radio, agenzie di stampa, new media, uffici stampa e da un rappresentante del comitato scientifico della Commissione Interaziendale AIDS.

I PREMI

Una sola opera per ogni sezione risulterà vincitrice e sarà premiata con cinquecento euro. Tra i vincitori delle 3 sezioni sarà scelto il primo classificato assoluto con un ulteriore premio sempre di cinquecento euro.

FILM E PREMIAZIONE IL 1° DICEMBRE 2010 Giornata Mondiale contro l’Aids

Premiazioni il 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara con autorità locali, insegnati e studenti delle scuole medie superiori della provincia di Ferrara durante una conferenza aperta al pubblico , con stampa locale e nazionale, giuria del Premio e autori del film + o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids *, per riflettere e scambiare informazioni con persone a vario titolo coinvolte sul tema HIV/AIDS, presentando dati, novità in campo medico e scientifico, fare il punto sulla ricerca, le terapie ed i comportamenti corretti.

Al termine, la giuria del premio presenterà le sue riflessioni ed i premiati del concorso.

Regione Emilia Romagna, Università degli Studi, Comune e Provincia di Ferrara, hanno assicurato patrocinio e collaborazione, mentre aderiscono al progetto CSV-Centro Servizio Volontariato , AVIS e Promeco.

* Premio internazionale Emilio Lopez sezione “Panorama italiano” al 4° Festival del documentario d’Abruzzo  Pescara, 21-25 giugno 2010. Assegnato dalla giuria popolare che ha assistito ai film in sala.  Dal commento di uno spettatore in una scheda per la votazione: “sorprendenti le vite degli altri, la capacità di reagire con forza alle condizioni di vita che cambiano e la difficoltà di comunicazione”.

*  Premio miglior documentario al  24° Festival Mix Milano, 22-29 giugno 2010. Votato dalla giuria composta da Gaspare Baglio – speaker  radiofonico e redattore, Mauro Sala – Camera Distribuzioni Internazionali, Alessandro Valenti, architetto, Anita Sonego , Presidente Libera Università delle Donne, “per la forza delle testimonianze e la lucidità dello sguardo” .

Fonte: http://www.ausl.fe.it/home-page/in-evidenza/torna-il-premio-giornalistico-abwrite-aidsbb-2010

Read Full Post »

401px-Red_Ribbon.svg Il 1° dicembre 2009 è la Giornata Mondiale Contro l’AIDS, e, per l’occasione, il Ser.T di Ferrara (servizio pubblico per la prevenzione cura, riabilitazione delle dipendenze patologiche) e la Commissione inter-aziendale Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, che coordina le azioni contro la diffusione dell’HIV, hanno in programma l’organizzazione di un articolato evento culturale, di informazione, comunicazione sociale e scientifica alla Sala Estense di Ferrara.

Regione Emilia Romagna, Comune e Provincia di Ferrara hanno assicurato patrocinio e collaborazione, mentre aderiscono al progetto CSV-Centro Servizio Volontariato, AVIS, Ufficio Scolastico Provinciale, Università degli Studi di Ferrara, Promeco.
Tra i punti qualificanti della manifestazione c’è il Premio Giornalistico «WRITE-AIDS», un concorso artistico, creativo e culturale -aperto ai cittadini d’ogni età che mette in palio complessivamente 2.000 €uro ed ha come suo primo obiettivo quello contrastare il fenomeno dell’indifferenza informativa sul tema AIDS.

Il bando è disponibile sui siti dell’Azienda Usl di Ferrara (www.ausl.fe.it), del Comune (www.cronacacomune.it) e presso i partner coinvolti.

Per scaricare il bando >> bando_premio_giornalistico_aids_hiv_2009.pdf <<

Da alcuni anni, infatti, gli addetti ai lavori hanno la sensazione che sia calato un sinistro silenzio sul problema. L’attenzione dei media e della società civile si abbassa, nonostante il virus HIV sia in continua crescita e, in Italia, l’Istituto Superiore di Sanità stima 140.000 sieropositivi e 3-4.000 le nuove infezioni in un anno.
Siamo di fronte ad uno strano fenomeno, per cui i più giovani non sanno di cosa si tratta e le generazioni più vecchie pensano che il virus HIV sia scomparso o guaribile: niente di più sbagliato.
La realtà è molto diversa perché non esiste ancora un vaccino sicuro contro l’AIDS, nonostante la ricerca proceda con intense sperimentazioni e le terapie prolunghino la vita dei soggetti sieropositivi che, in ogni caso, non guariscono e sta di fatto che il potenziale di diffusione aumenta per questo immotivato “cessato allarme”.
Il 1° Dicembre dalle 10.30 alle 23, alla Sala Estense, si svolgerà un intenso programma di iniziative aperte a tutti con l’unico obiettivo di accendere l’attenzione dei cittadini sulla questione HIV/AIDS.
Comporranno la giornata tre diversi eventi interpretati con parole, musica, visione di documentari, dibattiti pubblici, animazione e approfondimento in gruppi di lavoro.

La mattina del 1° Dicembre, una conferenza con la stampa aperta al pubblico, stimolerà la riflessione e lo scambio d’informazioni, con esperti che a vario titolo sono coinvolti sul tema HIV/AIDS, presentando dati, le ultime novità in campo medico e scientifico, il punto sulla ricerca, le terapie, i comportamenti corretti. Al termine, la giuria del premio presenterà le sue riflessioni sul concorso giornalistico “WRITE-AIDS”.
Interverranno: Florio Ghinelli direttore del Reparto di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, Laura Sighinolfi infettivologa, Riccardo Gavioli ricercatore, Luisa Garofani direttore Ser.T AUSL Ferrara e altri ospiti.
Nel pomeriggio alle 15 del 1 Dicembre sarà dato ampio spazio al problema HIV/AIDS in Africa;

alle 21, la chiusura della giornata con uno spettacolo di musica, danza, recitazione ispirato al tema e alle sue implicazioni antropologiche, di cultura e di costume, con, in finale, la premiazione dei tre vincitori di «WRITE-AIDS», da parte delle autorità cittadine.

Fonte: http://www.ausl.fe.it/home-page/news/parte-il-premio-giornalistico-abwrite-aidsbb-1

Read Full Post »

http://ferrara.blogolandia.it/2008/11/30/lunedi-1-dicembre-giornata-mondiale-per-la-lotta-allaids-le-iniziative-a-ferrara/
aids In occasione del 1° dicembre, giornata mondiale lotta all’AIDS, è importante non abbassare le difese. A Ferrara, in occasione della giornata di sensibilizzazione, sono organizzati:
- ore 8.30 HIV & Gravidanza, convegno a Palazzo Bonacossi, Via Cisterna del Follo
- ore 21 Queen Vision, concerto alla Sala Boldini, Piazza Municipale

Cos’è l’Aids. La sindrome da immunodeficienza acquisita è causata dal virus HIV che si trova nel sangue, nello sperma, nelle secrezioni vaginali e nel latte materno. Il contagio può avvenire attraverso rapporti sessuali non protetti con persone sieropositive, contatto con sangue infetto, trasmissione madre-bambino.
Le persone colpite da virus HIV possono non avvertire sintomi anche per un lungo periodo di tempo, durante il quale l’infezione comunque è presente e può essere trasmessa.
Come si trasmette. Il virus HIV si trasmette attraverso rapporti sessuali non protetti con persone che hanno già contratto il virus o attraverso contatto con sangue infetto. Non si trasmette invece attraverso strette di mano, effusioni, condivisione di ambienti e oggetti della casa. Anche il bacio sulle labbra non costituisce fonte di pericolo, anche se un rischio molto teorico potrebbe derivare qualora ci sia sanguinamento della mucosa orale.
Evita il contagio. Il preservativo, se usato correttamente, è efficace contro il rischio di contagio di malattie sessualmente trasmissibili. Il profilattico va indossato prima del rapporto sessuale e tolto solo dopo l’eiaculazione, evitando la fuoriuscita dello sperma. Non è vero che ritraendo il pene prima di raggiungere l’orgasmo si evita la trasmissione dell’HIV. Il virus può essere presente nel liquido pre-spermatico o trasmettersi semplicemente con il contatto tra mucose. Il preservativo va usato anche nei rapporti sessuali orali. Accanto al preservativo maschile esiste, da poco in commercio, il preservativo femminile o “Femidom”, costituito da una guaina trasparente di poliuretano che si inserisce nella vagina prima di un rapporto sessuale. Si tratta di un metodo ugualmente efficace che protegge la donna sia dalla gravidanza indesiderata che dalle malattie a trasmissione sessuale. Per non entrare in contatto con possibili tracce di sangue infetto, è da evitare l’utilizzo promiscuo di rasoi, forbici, spazzolini da denti e altri oggetti in grado di penetrare la cute.
Le droghe rappresentano un problema rilevante per la salute e non vanno usate. Qualora una persona ne assuma, è indispensabile che usi sempre aghi, siringhe e recipienti mono-uso. Lo scambio di aghi e siringhe può infatti essere un veicolo di trasmissione di sangue infetto.
Se hai dubbi fai il test HIV. Se ritieni di aver avuto un comportamento a rischio e di aver contratto l’infezione rivolgiti al tuo medico di fiducia o recati nei Centri prelievo HIV, individuati da tutte le aziende sanitarie, dove è possibile fare il test HIV in forma anonima e gratuita. Il test HIV rappresenta l’unico modo certo per scoprire se davvero il contagio è avvenuto, in quanto identifica gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario che abitualmente si sviluppano nell’arco di tre mesi dal contagio. In questo “periodo finestra” il test potrebbe non rilevare la presenza del virus anche se effettivamente trasmesso. Non dimenticare che essere positivi al test HIV non significa essere ammalati di AIDS. Molte persone sieropositive rimangono in buona salute per anni e, grazie ai progressi delle terapie antiretrovirali, è possibile ritardare molto l’evoluzione dell’infezione in AIDS.

I contatti per Ferrara e Provincia: Commissione Provinciale AIDS, referente Dott. Florio Ghinelli, U.O Malattie Infettive Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara via Giovecca 203 – FERRARA (tel. 0532.236594, fax 0532.237224, malattieinfettive@ospfe.it).
Assistenza extraospedaliera per malati di AIDS e patologie correlate, referente Dott.ssa Alessandra Galletti, Dipartimento Cure Primarie, Azienda USL di Ferrara via Cassoli 30 – FERRARA (tel. 0532.235691, fax. 0532.235791, a.galletti@ausl.fe.it)
Unità Operativa di Malattie infettive e Day Hospital, direttore Florio Ghinelli, ienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara via Giovecca 203 – FERRARA (tel. 0532.236572, fax 0532.237224, malattieinfettive@ospfe.it).

Telefono verde Aids 800 856080. Chiamando dall’Emilia-Romagna, sia da telefoni fissi che da cellulari, gratuitamente, il numero verde si possono ricevere informazioni sul virus HIV, sull’AIDS e sui metodi di prevenzione. Il telefono verde AIDS permette la prenotazione, in forma anonima e gratuita, del test HIV in tutta l’Emilia-Romagna. Gli operatori sono disponibili dal lunedì al venerdì, dalle ore 14 alle ore 18. Il lunedì e il mercoledì anche dalle ore 9 alle ore 12. Al di fuori di questi orari, è attivo un servizio automatico di risposta che fornisce informazioni di carattere generale su AIDS, HIV e sui Centri prelievo per il test HIV.

Sito internet www.helpaids.it. Il counselling è possibile anche on line: il sito dedicato alla lotta all’AIDS www.helpaids.it che garantisce, attraverso la sezione “Chiedi all’esperto”, risposte on line personalizzate.
Il sito offre informazioni approfondite sul virus, sulla malattia, sulla prevenzione, sulla rete dei servizi, sulle associazioni di volontariato impegnate nella lotta all’AIDS, su appuntamenti di interesse.

Informazioni sulla rete dei servizi e sulle associazioni di volontariato impegnate nella lotta all’AIDS possono essere richieste anche al numero verde del Servizio Sanitario Regionale 800 033 033, attivo tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: